La Tesla Model S é una grossa berlina/coupé ultra tecnologica a 5 porte e 5 posti (volendo 5+2, aggiungendo due strapuntini nel bagagliaio) con motore elettrico, in grado di superare i 200 km/h di velocità massima e soprattutto di accelerare come una hypercar. L’autonomia dichiarata è da record nel segmento delle auto elettriche, ma se si sfruttano a fondo le prestazioni della Tesla Model S cala velocemente.

PRESTAZIONI DA HYERCAR PER LA TESTA P100D

Basta dare un’occhiata alla voce “0-100 km/h” del listino della Tesla Model S per rendersi conto di quanto le sue prestazioni siano di alto livello, soprattutto in accelerazione. L’abbondante coppia del motore elettrico, infatti, è disponibile fin da subito per tutto l’arco dei giri, motivo per cui non c’è un cambio bensì un rapporto fisso. La più lenta Model S 75 kWh, se così possiamo dire, con potenza di 320 CV, scatta da 0 a 100 in 5,8 secondi, mentre la più potente Model S P100D, dove “P” sta per Performance, ne impiega appena 2,7. Meno di una Lamborghini Aventador da 700 CV.

MOTORE E TRASMISSIONE

Tutte le versioni 4WD della Tesla Model S sono dotate di due motori: uno davanti, che fornisce trazione alle ruote anteriori, e uno dietro, che la fornisce a quelle posteriori. La forza motrice varia tra i due assi in base a un controllo digitale, in modo da fornire sempre un’aderenza ottimale in tutte le circostanze. Ma al contrario di una classica auto a trazione 4x4, sulla Model S non ci sono organi meccanici che collegano il motore alle ruote, proprio perché ogni asse ha il suo motore. Un bel vantaggio in termini di efficienza.

Le batterie sono collocate sotto il pianale dell’auto. In questo modo si ottiene un duplice vantaggio: non si ruba spazio all’abitacolo, e si mantiene il baricentro basso. 

AUTONOMIA E TEMPI DI RICARICA

Passando all’autonomia, sale di pari passo alla potenza, al contrario delle auto con motore endotermico. A una velocità costante di 100 km/h, la Model S 75 kWh percorre 450 km; la Model S 75D (con trazione 4WD) ne percorre 466; la Model S 100D ne percorre 594. Anche la trazione integrale fornita dai due motori, contrariamente a quando avviene nelle auto tradizionali, aiuta a incrementare l’autonomia. Unica eccezione, la Model S Performance 100D percorre una manciata di km in meno rispetto alla 100D, per un totale di 572 km.

La ricarica delle batterie può essere fatta anche da una presa domestica. I tempi variano ovviamente in base ai kilowatt disponibili: con un impianto da 7,4 kW si ottengono 35 km di autonomia in un ora, con 11 kW si ottengono 54 km, e con 16,5 kW 81 km.