La gamma del marchio tedesco Audi è molto vasta: include dalla più piccola utilitaria premium A1 all’ammiraglia A8, passando per numerose SUV tra cui Audi Q2, Q3 e Q5, berline, la sportiva TT e la supercar R8 che condivide il motore con la Lamborghini Huracan.
Audi inoltre è proprietaria di due eccellenze italiane nel campo delle auto e delle moto ad alte prestazioni: si tratta rispettivamente di Lamborghini e di Ducati.

Viene di seguito  riportata l'attuale gamma Audi, i prezzi di listino aggiornati dei nuovi modelli,  le prestazioni, i consumi e le schede tecniche di tutte le versioni della auto  della Casa dei quattro anelli.

Storia ed evoluzione di Audi

Audi è una casa automobilistica tedesca fondata da August Horch nel 1909. Il nome dell’azienda deriva dalla parola latina audire (in tedesco horch, che poi era il cognome del fondatore, significa “ascolta”). Le prime auto marchiate Audi erano la Type A, la Type B  e poi la Type C con la quale il brand tedesco debuttò nel mondo delle corse.
Le Audi venivano percepite come auto di qualità, ed ebbero un buon successo fino al periodo della Prima Guerra Mondiale, quando la crisi abbatte le vendite e porta l’azienda al fallimento.

Jørgen Skafte Rasmussen, danese proprietario della titolare della DKW, rilevò l’Audi nel 1928, ma con il crollo della borsa del 1929 (il famigerato “venerdì nero”) l’azienda si ritrovò in piena crisi.
Nel 1932 nacque l’Auto Union che incorporava quattro marchi di auto: Horch, DKW, Wanderer e Audi, fino a quando durante la Seconda Guerra Mondiale non ci fu di nuovo una situazione di crisi.

La storia recente vede l’ingresso di Audi nel Gruppo Volkswagen, che la acquista nel 1965 dalla Daimler-Benz per crearne un brand premium. Ecco quindi che al Salone dell’Auto di Parigi, nel 1965, viene presentata l’Audi 72, un modello nato dalla DKW con un motore a 2 tempi ma modificato da Volkswagen che ha preferito un 1.7 4 tempi da 72 CV.

La prima auto dei quattro anelli della storia moderna è l’Audi 100, ma la più celebre è l’Audi 80, una berlina premium presentata nel 1972 disponibile anche con la trazione integrale permanente.
La trazione integrale “quattro” diventa un segno distintivo di Audi, che vanta numerose vittorie nei rally del Gruppo B negli anni Ottanta con la Sport Quattro. Dopo i rally arrivò il momento del campionato DTM e nelI’Intercontinental Le Mans Cup dove è stata la prima a presentarsi con un’auto diesel.