Le automobili del Gruppo Kia, negli ultimi anni, hanno avuto una crescita importante a livello commerciale.
La gamma Kia è composta dalla citycar Kia Picanto, dall’utilitaria Kia Rio, dalla monovolume compatta Kia Venga, dalla monovolume Kia Karens, dalla media Kia Cee’d (berlina e station wagon), dalla Kia Optima, berlina e station wagon del segmento D, dalla originale crossover Kia Soul e da tre SUV, in ordine di grandezza: Kia Niro, Kia Sportage e Kia Sorento.

La Kia Sportage è il cavallo di battaglia del marchio Kia in Italia, mentre la più piccola (e recente) Kia Niro si caratterizza per il motore ibrido, lo stesso montato anche sulla berlina Hyundai Ioniq: un 1.6 a benzina da 105 CV abbinato a un motore elettrico da 43,5 CV con  un cambio a doppia frizione.

I primi modelli importati in Italia dal Gruppo Koelliker sono stati la Kia Rio, la Kia Pride e la Kia Seppia e la Kia Schuma.
 

Storia ed evoluzione di Kia

Fondata nel 1944 per produrre biciclette, la coreana Kia passò poi alla produzione di moto e motocarri.
La prima auto sviluppata e prodotta dal marchio Kia è stata la Brisa, nel 1974, mentre negli anni ’80 venne prodotto il primo veicoli commerciale del brand coreano, il Bongo. Nel frattempo Kia continuò a produrre vetture per altri marchi, tra i quali Ford. Alla fine degli anni ’90, il produttore coreano dichiarò bancarotta e venne acquisito dal principale concorrente storico,  Hyundai.

Kia Motors e Hyundai fanno parte dello stesso gruppo, che si posiziona al sesto posto in ordine di grandezza tra i produttori di auto.
Hyundai Motor Company, che include anche il marchio Kia, ha riscontrato una crescita molto forte in Italia. Crescita di cui la Kia Sportage è stata certamente protagonista: la precedente generazione, in particolare, è stata una delle SUV compatte più apprezzate sul mercato e anche l’ultima generazione di Kia Sportage, tenuto conto dell’offerta sempre più ampia nel segmento, continua a ottenere consensi dal pubblico.