Toyota rappresenta la più grande società automobilistica giapponese e negli ultimi anni è diventata la più grande azienda automobilistica al mondo in termini di produzione e fatturato, superando i due grandi colossi Volkswagen e Ford.

La Toyota Corolla rappresenta un altro record per la società, in quanto auto più venduta al mondo.

 

La gamma Toyota

Nella gamma Toyota per il mercato italiano sono presenti: la Aygo, citycar “gemella” di Citroen C1 e Peugeot 108; la Yaris, utilitaria disponibile anche con motore ibrido; la Auris, berlina compatta erede della celebre Toyota Corolla; la Verso, monovolume compatta; la CH-R, SUV compatta disponibile a benzina o ibrida; la Prius, l’auto ibrida per antonomasia; la RAV4, SUV di medie dimensioni; la Land Cruiser, un mito nel mondo delle grandi fuoristrada; la Hilux, grande pick-up con caratteristiche da fuoristrada; la GT-86, leggera coupé a trazione posteriore nata dalla collaborazione con Subaru: la BRZ è la “gemella” con il marchio delle pleiadi.

 

Storia ed evoluzione di Toyota

La Toyota Motor Corporation risale al 1933, ma la società (che si chiamava Toyoda Auomatic Loom) venne fondata alla fine del 1800 per la produzione di telai tessili. La produzione di telai è ancora oggi in essere, mentre le prime automobili del colosso giapponese arrivarono già l’anno dopo la fondazione della nuova società.

Nel 1936 cominciò la produzione in serie della Modell AA; la produzione commerciale venne avviata nel 1947 e nel 1950 venne creata una società dedicata alla vendita delle automobili, la Toyota Motor Sales Company, attiva fino al 1982.

Toyota si è espansa in tutto il mondo, possiede stabilimenti produttivi in molti Paesi ed è diventata un esempio didattico per l’innovativa gestione del magazzino denominata “just in time”. Semplificando, il metodo “just in time” di Toyota riduce al minimo le scorte di magazzino (e i relativi costi) in quanto prevede la messa in produzione di un determinato prodotto solo nel momento in cui si rivela utile.