Oggi  Lancia fa parte del gruppo FCA (Fiat Chrysler Automobilies) e ha solo un modello in listino, la Ypsilon. La Lancia Ypsilon è un’utilitaria molto compatta (a cavallo tra il segmento A e quello B) dalle forme eleganti che riscuote successo soprattutto presso il pubblico femminile.
Anche le finiture, negli allestimenti di alta gamma, sono degne di nota. Notevole la scelta di versioni: la Lancia Ypsilon è disponibile a benzina, diesel, a GPL e a metano.
 

Storia ed evoluzione di Lancia

Vincenzo Lancia era un pilota e collaudatore di Fiat. Il suo sogno, però, era quello di costruire un’auto che portasse il suo nome. Le auto della Lancia erano esclusive, tecnicamente all’avanguardia e a livello estetico ispirate ai modelli inglesi.
A metà degli anni Cinquanta Lancia entrò in Formula1, e seppure non vinse mai un mondiale, si portò a casa 7 vittorie.

Nel 1969, dopo un periodo di crisi, la Lancia venne acquisita dalla Fiat. Nacquero una serie di auto che portavano il nome dell’alfabeto greco: la Beta, la Gamma e, in seguito, la Delta, il modello di maggior successo dello storico marchio italiano.
La prima Lancia Delta fu svelata nel 1979: fu con lei che le vendite del marchio decollarono, grazie anche ai numerosi successi ottenuti nel rally.

Nella metà degli anni Ottanta venne lanciata la Lancia Thema, una lussuosa berlina dall’indole sportiva che condivideva il telaio con la Fiat Tipo, l’Alfa Romeo 164 (arrivata dopo) e la Saab 9000. Faceva concorrenza alle tedesche e aveva contenuti all’avanguardia.
Il modello più potente della Lancia Thema fu la 8.32: sotto il cofano trovava posto il motore dV8 da 215 CV della Ferrari mondial Quattrovalvole. Era nientemeno che l’auto a trazione anteriore più potente mai costruita in serie, e veniva chiamata - per il suo cuore Rosso - Lancia Thema Ferrari, tanto che 64 esemplari della Lancia Thema 8.32 (32 per la prima serie e 32 per la seconda) furono verniciati Rosso Ferrari.

Negli anni Novanta il marchio Lancia comincia il suo declino. L’ultima generazione di Delta, la Lancia K prima e la Lancia Thesis poi non sono state apprezzate dal pubblico. Solo la Lancia Ypsilon, nipote della Y10, continua ad essere prodotta.