La BMW Serie 1 è l’unica berlina compatta a trazione posteriore nel suo segmento. È presente in gama sia con carrozzeria a 3 porte sia a 5 porte; in entrambi i casi (ma soprattutto sulla 3 porte) il design è sportivo, e l’altezza da terra è una via di mezzo tra quella di una coupé e quella delle sue rivali. La BMW Serie 1 è disponibile sia con motori moto parchi nei consumi (soprattutto l’1.5 3 cilindri diesel) sia con potenti 3.0 6 cilindri in linea con prestazioni di alto livello. La trazione, di base, è posteriore, mentre le versioni xDrive sono dotate di trazione integrale.

LE VERSIONI A BENZINA

Mai come oggi le motorizzazioni a benzina sono interessanti per chi non macina decine di migliaia di chilometri all’anno. I motori 1.5 3 cilindri turbo preseti sulle versioni 116i e 118i della BMW Serie 1 di ultima generazioni sono brillanti, privi di vibrazioni ed efficienti. Il consumo medio dichiarato non scende sotto i 18,5 km/l per la 118i da 136 CV. 

Anche le versioni con il 2.0 4 cilindri della BMW Serie 1 sono efficienti. In questo caso, però, il loro maggiore pregio sono le prestazioni: viene montato sulla 120i da 184 CV, sulla 125i da 224 CV, e sulla sportiva Serie 1 M140i da 340 CV.

LE VERSIONI DIESEL

La gamma d’ingresso a gasolio della BMW Serie 1 si compone di un 1.5 3 cilindri per la 114d da 95 CV e per la 116d da 116 CV. Il motore 2.0 4 cilindri è riservato alla 118d da 150 CV, alla 120d da 190 CV e alla 125d da 224 CV.

LA BMW SERIE 1 XDRIVE

La BMW Serie 1 è disponibile anche con la trazione integrale xDrive a partire dalla versione 118d per quanto riguarda la gamma diesel; a benzina, invece, solo la sportiva M140i può essere scelta con la trazione posteriore oppure con quella integrale.

In alternativa al cambio manuale, su molte versioni è disponibile il veloce ed efficiente cambio automatico ZF a 8 marce.

LE NOSTRE OPINIONI

La compatta dell’elica biancoblu è l’unica del suo segmento con la trazione posteriore. E questa sarà anche l’ultima generazione di BMW Serie 1 a trazione posteriore, perché la prossima generazione, in arrivo nel 2018, sarà a trazione anteriore. 

Il piacere di guida è uno dei pregi di questa vettura, agile tra le curve e dotata di motori potenti e allo stesso tempo efficienti. La scelta di motorizzazioni è veramente ampia, con potenze che vanno dai 95 ai 340 CV. E chi non ama la trazione posteriore, può optare per quella integrale.

Nonostante l’animo sportivo, la BMW Serie 1 sa essere una buona compagna di viaggio. Per evitare compromessi sul comfort, però, è meglio evitare l’allestimento M Sport con assetto ribassato e cerchi in lega di grandi dimensioni. I difetti? Lo spazio sul divano posteriore non abbonda, e i prezzi sono tutt’altro che popolari. Soprattutto se ci si lascia ingolosire dalla lunga lista degli optional.