Citroen C5 Aircross PureTech 180 CV EAT8, la versione a benzina più potente

04-Giu-2019  

In un panorama sempre più orientato verso i motori a benzina (e sempre meno verso i diesel), è lecito aspettarsi motorizzazioni alimentate “a verde senza piombo” anche sulle auto più grandi. I dati dei primi cinque mesi del 2019 parlano del 24% in più di versioni a benzina vendute rispetto all’anno scorso. Ed è per questo che oggi, sulla Citroen C5 Aircross (sorella maggiore della C3 Aircross nonché SUV più grande della famiglia) troviamo il motore PureTech benzina da 180 CV.

La grande della famiglia

Ma prima delle impressioni sul motore, un ripasso sulla C5 Aircross: lunga 4,5 metri e larga 1,84, fa dello spazio e del comfort di bordo i suoi cavalli di battaglia. Il divano scorrevole posteriore può regalare centimetri extra ai passeggeri posteriori, ma all’occorrenza fa crescere la capacità del bagagliaio da 580 a 720 litri, che diventano 1.630 con “tutto abbassato”.
Il tunnel posteriore non c’è, per la gioia del quinto passeggero, e i sedili anteriori sono stati studiati per la massima comodità (anche grazie ad una speciale imbottitura).

A confermare la fama di “Citroen morbida sulle buche” ci pensano poi le “Progressive Hydraulic Cushions”, sospensioni brevettate dalla Casa che praticamente annullano buche e sconnessioni.

Va bene, questa era la sostanza, ma c’è anche lo stile. Il design è ispirato alla C4 Cactus di prima generazione, un’auto che ha trasfuso i suoi stilemi a tutta la gamma attuale. Ritroviamo gli i iconici Aribump, anche se “rimasterizzati” e dall’aria più robusta e meno giocattolosa; forme ovali in ogni dove, dentro e fuori l’abitacolo, abbinamenti di colore vivaci, pennellate di rosso qui e la e un muso tagliato da due linee orizzontali che inglobano gruppi ottici sottili.

Dentro la Citron C5 Aircross è originale, anche se non quanto la sorellina. Plastiche morbide di buona qualità si alternano a plastiche dure rivedibili, ma nel complesso funziona. Ci sono due schermi grandi, uno da 12,3 per la strumentazione digitale (configurabile a piacimento) e uno da 8 pollici per radio, navigatore e tutti i menù del caso.

Buona anche la dotazione di sicurezza: sulla versione Shine di serie c’è anche il sistema di mantenimento della corsia che “centra” la macchina perfettamente tra le linee bianche, senza farla ondeggiare a destra e sinistra.


PureTech 180 CV: potenza e silenzio

Il motore a benzina è migliore rispetto al diesel per diversi motivi, e il primo è il rumore. Non sto parlando di rumore da auto sportiva, di rombo che emoziona, no: parlo dell’assenza di rumore e del gorgoglio metallico tipico dei motori diesel. L’unità PureTech da 180 CV è un 1,6 litri quattro cilindri, ed è subito chiaro che la fluidità e la silenziosità sono le sue doti migliori.

Ai bassi regimi l’auto sembra quasi spenta, e quando l’ago del contagiri sale, il “millesei” turbo emette un suono metallico e dolce.

Non ha la coppia prorompente del diesel ai bassi regimi, ma i 250 Nm di coppia spingono la Citroen C5 Aircross con poco sforzo. È scattante e veloce, ma non certo sportiva. Lo sterzo è pure preciso, a dire il vero, ma l’erogazione è lineare e l’assetto è pensato per coccolare i passeggeri. Il cambio automatico EAT8 è di serie con questa motorizzazione, ed è una buona notizia perché lavora davvero bene. È fluido e votato al comfort, senza essere lento e senza provocare eccessivi slittamenti.

Quindi, il motore 1.6 PureTech da 180 CV è brioso e all’altezza del diesel, con un’erogazione lineare e una voce bassa e rilassante che si addice al carattere della C5 Aircross.
La domanda che vi starete facendo però è: ma i consumi?

Il consumo dichiarato è di 5,7 l/100 km nel ciclo combinato (secondo il ciclo NEDC), sono circa 17,5 km/l, il che non è male, ma nella realtà siamo più vicini ai 14 km/l.
In autostrada si riesce a fare meglio, grazie anche alla ottava marcia e al motore che gira basso.

Il diesel rimane (e rimarrà) ancora per un po’ di tempo la prima scelta sulle auto di queste dimensioni, almeno in Italia; ma il PureTech da 180 CV è un’ottima alternativa, anzi: se non fosse per i consumi un po’ più alti, avrebbe senza dubbio più pregi del “fratello” BlueHdi a gasolio.

Prezzo

Il prezzo della Citroen C5 Aircross 1.6 PureTech da 180 Cv parte da 32.220 euro, che diventano 35.700 nella versione Shine. Nel 2020 arriverà anche una versione ibrida basata sulla motorizzazione Puretech da 180 CV, che grazie all’aggiunta dell’elettrico arriva a 225 CV.

Autore: Francesco Neri

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy