Ssangyong è una casa automobilistica coreana fondata nel 1954 a Seoul, rilevata nel 2010 dall’indiana Mahindra & Mahindra che ha rilanciata SSangyong attraverso un rinnovo dei modelli e lo sviluppo di nuovi motori.
 

La gamma di Ssangyong

Il produttore coreano ha in gamma esclusivamente SUV e pick-up, in alcuni casi con proposte bi-fuel benzina e GPL. La Ssangyong Tivoli è la SUV compatta del marchio, dalla quale deriva al più lunga e spaziosa XLV; la SSangyong Korando ha dimesnioni compatte ma comunque superiori a quelle della Tivoli; la Ssangyong Rexton W è una grossa SUV disponibile anche a 7 posti, la cui meccanica deriva dalla Mercedes ML di prima generazione; la Ssangyong Rodius è un’enorme crossover tra una SUV e una monovolume che offre una grande quantità di spazio sia per i passeggeri sia per i bagagli.

 

Storia ed evoluzione di Ssangyong

La Ssangyong fu fondata nel 1954 con nome di Ha Dong-hwan Motor Workshop. Nel 1963 si unì alla Dongbang Motor Co. e si dette alla produzione di jeep per l'esercito americano. Solo nel 1988, dopo l’acquisizione da parte della SsangYong Business Group, l’azienda prese il nome Ssangyong.

Nel 1990 la Ssangyong strinse un accordo con la Daimler per la produzione di una vettura basata sulla meccanica della Mercedes Classe E, mentre  nel 1997 venne acquisita dalla Daewoo fino a che, nel 2004, passò nelle mani della socità cinese SAIC. Con la crisi finanziaria globale del 2008, la Ssangyong venne messa in amministrazione controllata.

L’indiana Mahindra & Mahindra acquisì la cinese SAIC nel 2010 e investì per il rinnovamento della gamma, oltre che per la realizzazione di nuovi modelli come la Ssangyong Tivoli.