La Karma Automotive è una casa automobilistica californiana conosciuta come Fisker Automotive che produce solamente un’automobile, la gran turismo ibrida Karma. L’azienda nasce nel 2005 come Fisker Coachbuild; il suo fondatore è Henrik Fisker, un designer automobilistico danese che annovera tra i suoi progetti supercar come l’Aston Martin DB9 e la BMW Z8, ma anche il lussuoso yacht Benetti Fisker 50.

Nel 2007 la Fisker fallisce e viene rilevata dall’imprenditore cinese Lu Guanqiu per una cifra superiore ai 149 milioni di dollari. La sede resta in California, e il nome della società si trasforma da Fisker a Karma, proprio come il nome della sua supercar ibrida. La Karma Automotive ha annunciato l’intenzione di produrre auto elettriche extended range attraverso nuovi stabilimenti produttivi in Cina.

La Karma è una sportiva ibrida extended range a 4 posti. Il suo motore ibrido è un 2.0 a benzina abbinato a due motori elettrici per un totale di 402 CV di potenza e 1.300 Nm di coppia; i due motori elettrici sono alimentati da batterie agli ioni di litio da 20 kWh, che garantiscono un’autonomia a emissioni zero di 80 km. Le prestazioni sono da sportiva: 200 km/h di velocità massima e 5,9 secondi per coprire lo 0-100. L’autonomia complessiva della Karma è di 480 km.