La Caterham è una casa automobilistica inglese che produce auto sportive molto particolari.
In gamma c’è solo un modello, la Caterham Seven, disponibile con svariate motirzzazioni: si va da un 1.3 Suzuki a un 2.0 Ford. I motori sotto il cofano della Seven sono piccoli, ma con un peso piuma di circa 500 kg (varia in base al motore) offre prestazioni incredibili a fronte di una potenza tutto sommato contenuta.

Il comfort non è contemplato, per i bagagli non c’è posto: la Caterham Seven è l’erede della Lotus Seven di Colin Chapman, ed è stata pensata per esaltare al massimo il piacere di guida.
Il tetto e le portiere in tela sono optional, addirittura ci sono versioni senza parabrezza.  Infine, per chi fosse un esperto di meccanica, si può acquistare la versione in scatola da montare a casa.

 

Storia ed evoluzione di Caterham

La Caterham fu fondata nel 1959 dall’inglese Graham Nearn e non era nient’altro che una concessionaria Lotus. Ma quanto la produzione della Lotus Seven venne interrotta, la Caterham ne acquisì i diritti ecominciò con la produzione.

La Caterham Seven è tutt’ora un prodotto nel limbo delle auto sportive, non vende grandi quantità di vetture ma ha un grande fan club di appassionati e dal 1986 ha anche i suo trofeo monomarca, il Caterham Championship con oltre mille piloti senza esperienza agonistica.  Le Caterham che corrono, per regolamento, devono restare completamente originali.

Nella prima metà del 2011 la Caterham passò nelle mani del Team Lotus, ovvero il Team di F1: da allora il logo del brand compare sulle monoposto e la scuderia è diventata Caterham F1 Team.
Alla fine del 2012 venne fatto un accordo fra Caterham Cars e la francese Renault per la produzione di auto in serie con marchio Caterham e con marchio Alpine, da poco rilanciato con la realizzazione della nuova Alpine A110 presentata al Salone di Ginevra 2017.