I Vigili del Fuoco studiano l’idrogeno Toyota

25-Giu-2018  

Toyota al centro di una giornata d’informazione presso le Scuole Centrali Antincendi del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. L’amministratore delegato di Toyota Motor Italia, Mauro Caruccio, ha infatti presentato la tecnologia a idrogeno Fuel Cell della nuova Toyota Mirai.

IN ITALIA DAL 2019

“Siamo molto orgogliosi di essere qui oggi con la nostra Mirai. Prima di tutto per il grande rispetto e ammirazione che abbiamo da cittadini italiani per il lavoro di prevenzione e il soccorso che i VVF svolgono a favore di tutti noi. Siamo stati quindi onorati di accogliere la richiesta dell’Ing. Gioacchino Giomi di dare un contributo tecnico alla formazione del Corpo sulla tecnologia ad idrogeno. Una esigenza che testimonia la lungimiranza del Corpo, che si prepara all’ingresso a breve sul mercato italiano delle auto ad idrogeno, come la Mirai, auto che rappresenta una delle avanzate tecnologie offerte da Toyota verso la mobilità ad emissioni zero”, ha commentato Mauro Caruccio. La Toyota Mirai ha fatto il suo debutto nel mercato nel 2014 in Giappone. Prima berlina di serie a idrogeno, rappresenta per Toyota un passo ulteriore verso la mobilità del futuro. L’idrogeno è una fonte energetica alternativa, uno degli elementi cardine della mobilità eco-sostenibile. In Europa la Mirai ha venduto 5.573 esemplari, presente nei mercati di Gran Bretagna, Norvegia, Svezia, Francia, Belgio e Germania. In Italia l’arrivo della berlina giapponese a idrogeno è in programma per la prima metà del 2019.

VIGILI DEL FUOCO VS IDROGENO

All’evento, tenutosi a Roma, ha preso parte anche il Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, Gioacchino Giomi. Durante la giornata è stata svolta una sessione di test drive e una spiegazione delle caratteristiche costruttive della vettura alimentata a idrogeno. Il seminario di approfondimento su questo tipo di trazione è stato molto importante, in quanto rientra nel percorso di sviluppo dei combustibili alternativi. Una via intrapresa dall’Italia in seguito al recepimento della Direttiva DAFI. Con tale direttiva è stata aggiornata la regola tecnica per la prevenzione degli incendi durante la creazione dei distributori di idrogeno. I Vigili del Fuoco, oltre a fare prevenzione con le nuove normative, sono ovviamente chiamati ad affrontare situazioni d’emergenza. E con sempre più mezzi a idrogeno presenti sulle strade, i pompieri devono sapere come agire in scenari di pericolo che coinvolgono queste tipologie di vetture.

Autore: Francesco Bagini

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy