Nuova Opel Astra: tutte le versioni, gli allestimenti e i prezzi in arrivo dalla primavera

24-Mar-2022  
  • Nuova Opel Astra 2022 ultimate
  • Opel Astra Sports Tourer bagagliaio
  • Nuova Opel Astra 2022 interni
  • Opel Astra Sports Tourer posteriore
  • Opel Astra Sports Tourer vizor
  • Nuova Opel Astra 2022 sedili
  • Nuova Opel Astra 2022 GS Line

Oltre trent’anni di numeri da record, con quasi 15 milioni di esemplari venduti che rappresentano un patrimonio di risultati che pochissime vetture nella storia dell’automobile possono vantare. In questa élite può tranquillamente iscrivere il proprio nome anche “Opel Astra”, giunta oggi alla sua sesta generazione, dopo la presentazione dello scorso autunno, e proposta con l’avvio del 2022 sia nella versione berlina a 5 porte, che nella spaziosa e confortevole station wagon denominata “Astra Sports Tourer”.

INDICE
Evoluzione radicale
Audace e pura
La versione berlina
Dotazioni di sicurezza e assistenza
Comfort da segmento superiore
Allestimenti e motorizzazioni
Nel 2023 anche 100% elettrica
La versione station wagon
Listino prezzi e disponibilità

Due modelli che segnano un cambiamento radicale, compiuto dalla casa del Fulmine, in termini di design, di tecnologie e motorizzazioni rispetto alla cifra stilistica di quella che può a buon titolo considerarsi come l’auto di maggior successo commerciale prodotta dal marchio tedesco.  

Caratterizzata nell’aspetto esterno da linee nette e filanti che fanno dell’”Opel Compass”(la bussola), il baricentro degli assi verticale e orizzontale, e connotata stilisticamente in modo deciso, grazie alla nuova ed immediatamente riconoscibile griglia “Vizor” e ai fari anteriori ultrapiatti “Intelli-lux” LED da 168 elementi, montati anche sulle ammiraglie “Insignia” e “Grandland”, il design della Nuova Opel Astra è stato sintetizzato dai progettisti del costruttore di Rüsselsheim con l’espressione “bold and pure” – audace e puro. Payoff in grado di esprimere efficacemente la distintività di un’auto che oggi riassume in sé le migliori soluzioni tecnologiche adottate dal gruppo Stellantis nel segmento delle compatte.

La versione berlina misura 4.374 mm di lunghezza, soli 4 mm in più rispetto all’edizione precedente, e 1.860 mm di larghezza, con un passo di 2.675 mm di ben 13 mm superiore al modello precedente, grazie alla decisa riduzione dello sbalzo anteriore. La “Nuova Astra” dispone, inoltre, di un più che capiente portabagagli da 423 litri che arrivano fino a 1339 con i sedili posteriori abbattuti. Misure che le consentono di sfruttare al massimo gli spazi interni e di rivelarsi comoda e maneggevole al tempo stesso, pur conservando un aspetto slanciato e sportivo.  

Valutata da più parti come da vettura di segmento superiore anche la dotazione tecnologica e quella relativa ai sistemi di assistenza e sicurezza, con posto guida totalmente digitale “Pure panel”, dotato di due schermi integrati da 10 pollici (anche in versione completamente vetrata in base all’allestimento), head up display che riduce al minimo l’uso di tasti e comandi fisici e telecamera a 360° “Intelli-vision” che sfrutta un sistema radar per le manovre di parcheggio.

L’equipaggiamento di supporto alla guida prevede, poi, cinque sensori radar ADAS nel frontale e in ogni angolo del veicolo, sensori agli ultrasuoni anteriori e posteriori e il davvero efficiente sistema “Intelli-drive 1.0”. Quest’ultimo comprende un puntuale dispositivo di allerta incidente che attiva la frenata automatica d’emergenza, un sistema di rilevamento pedoni, funzione di posizionamento al centro della corsia e di riconoscimento esteso dei cartelli stradali, un dispositivo di rilevamento di stanchezza del guidatore, “Cruise control” con funzione “Stop&Go” in abbinamento al cambio automatico e il sempre utile sistema di rilevamento dell’angolo cieco.

Ad arricchire il comfort a bordo del rinnovato hatchback di produzione tedesca ci sono, poi, sistemi di infotainment multimediali dotati di connessione wireless con Apple CarPlay e Android Auto e comandati in modalità touch o con riconoscimento vocale e gli avvolgenti ed ergonomici sedili anteriori certificati AGR, ventilabili, massaggianti e riscaldabili, in nappa o alcantara.

La “Nuova Opel Astra 2022” è disponibile in cinque allestimenti: "Edition", "Elegance", "Business Elegance", la sportiva "GS Line" e il top di gamma "Ultimate", l’unico fornito di serie di head-up display.

Quattro le motorizzazioni complessive, con il 1,2 litri turbo benzina a tre cilindri di partenza in grado di erogare 110 CV e la sua versione potenziata da 130 CV. Entrambi i propulsori sono collegati ad un cambio manuale a 6 marce. Tra le alimentazioni termiche figura anche il 1,5 litri diesel da 130 CV. Mentre sono due le trazioni elettrificate, con un frizzante 1,6 litri ibrido plug-in da 180 CV e la più performante versione da 225 CV, attesa per la seconda metà del 2022.

Entrambi i modelli ibridi sono, poi, abbinati ad un preciso cambio automatico da otto rapporti. La batterie agli ioni di litio delle due “hybrid plug-in” hanno una capacità di 12,4 kWh, in grado di offrire un’autonomia solo elettrica di 50 km, oltre a quella garantita dalla marcia in ibrido.

Nel 2023 dovrebbe arrivare, sia nella versione berlina che in quella station wagon, anche la 100% elettrica a batteria, “Opel Astra-e", con un’autonoma dichiarata di 400 km e propulsore elettrico capace di sviluppare 156 CV.

E’ arrivata, invece, sul mercato solo lo scorso febbraio anche la station wagon “Astra Sports Tourer”, prima kombi elettrificata della casa di Rüsselsheim, in grado di garantire spazi quasi da mini-van e un’estrema praticità d’utilizzo. Lunga 464 cm, larga 186 e un’altezza di 1480 mm, la nuova “Sports Tourer” è dotata di un passo di ben 273 cm, 7 in più della serie precedente, ma anche 6 cm in meno rispetto al modello che va a sostituire grazie alle migliorie progettuali adottate per lo sbalzo anteriore anche nella versione a 5 porte.

Veramente ampio il bagagliaio da oltre 608 litri che si trasformano in 1.634 litri con i sedili posteriori reclinati e che risultano facilmente sfruttabili grazie al vano di carico di appena 60 cm di altezza e al sistema “Intelli-space” proposto in via opzionale. Con esso, Il piano di carico mobile può essere facilmente spostato anche con una sola mano dalla posizione alta a quella bassa, oppure disposto a un angolo di 45°. Una soluzione che rende più semplificate anche eventuali operazioni di sostituzione di uno pneumatico, data la posizione del kit di riparazione e quello di pronto soccorso collocati in vani intelligenti sotto il piano di carico e a cui è possibile accedere dal bagagliaio o dalla zona di seduta dei passeggeri posteriori, senza dover prima rimuovere il carico dal portabagagli.

La versione station wagon dell’“Opel Astra 2022” prevede, infine, le medesime motorizzazioni e gli stessi allestimenti già disponibili per la sorella berlina.

I prezzi per l’edizione numero sei della “Nuova Opel Astra” partono dai 24.500 euro per la versione "GS Line" a cinque porte, per arrivare ai 42.300 euro della motorizzazione ibrida plug-in da 180 CV, nella versione top di gamma "Ultimate". Di poco superiori ai 45mila euro, invece, i prezzi attesi entro la fine dell’anno per il modello “hybrid plug-in” da 225 CV. In uscita entro poche settimane anche il listino completo di “Astra Sports Tourer”.  della Opel Astra 2022 è acquistabile da febbraio in prenotazione e arriverà nelle concessionarie italiane già entro il mese di aprile.

Autore: Redazione
Fiat 500 elettrica