Audi RS 4 Avant, la nuova generazione della wagon cattiva

14-Ott-2019  
  • Audi RS 4 Avant, la nuova generazione wagon cattiva 03
  • Audi RS 4 Avant, la nuova generazione wagon cattiva 01
  • Audi RS 4 Avant, la nuova generazione wagon cattiva 06
  • Audi RS 4 Avant, la nuova generazione wagon cattiva 04
  • Audi RS 4 Avant, la nuova generazione wagon cattiva 02
  • Audi RS 4 Avant, la nuova generazione wagon cattiva 05

Icona della station wagon sportive, l’Audi RS 4 Avant si rinnova. Il marchio di Ingolstadt rende, se possibile, ancora più aggressiva la vettura: carreggiate ampliate di 30 mm, blister quattro e un’inedita firma luminosa. Il V6 2.9 TFSI biturbo eroga inoltre 450 CV e 600 Nm di coppia, permettendo alla famigliare di scattare da 0 a 100 km/h in 4,1 secondi e di toccare una velocità massima di 280 km/h. La capacità di carico è di 1.495 litri. Oltre al frontale ridisegnato, va sottolineato il livello di digitalizzazione raggiunto: a bordo c’è il display MMI touch, gli indicatori specifici RS, il tasto RS MODE e la connettività Car-to-X. In Italia la nuova RS 4 Avant arriverà nel corso del primo trimestre 2020.

DALLA GRIGLIA A NIDO D’APE AGLI SCARICHI OVALI

La RS 4 Avant si differenzia dalla A4 Avant in primis per il frontale. Il single frame è più ampio e caratterizzato dalla griglia a nido d’ape a effetto 3D in nero lucido. La cornice del single frame e il logo ‘quattro’ sono assenti. Il nuovo paraurti RS ospita generose prese d’aria laterali con blade verticali. I gruppi ottici a LED sono stati ridisegnati. A richiesta sono disponibili i proiettori a LED Matrix con indicatori di direzione dinamici e inserti bruniti. Anche i gruppi ottici posteriori sono a LED. I passaruota maggiorati sono corredati dai ‘blister quattro’ e l’impronta a terra è più ampia di 30 mm.

I pacchetti look nero lucido e look carbonio, aggiungono inserti in corrispondenza delle longarine sottoporta, delle calotte dei retrovisori laterali e dei paraurti, a cui possono essere abbinati gli anelli Audi e la denominazione del modello dalla finitura total black. L’estrattore e lo spoiler RS conferiscono un look inconfondibile al posteriore. L’impianto di scarico RS prevede 2 uscite ovali ed è disponibile nella versione sportiva con terminali neri. Il conducente può variare il sound del motore con i vari programmi del sistema di controllo della dinamica di marcia.

POTENZA, EFFICIENZA E GESTIONE INTELLIGENTE DELLA TRAZIONE

Il motore della RS 4 Avant pesa 31 kg in meno rispetto al V8 4.2 aspirato adottato dalla generazione precedente. Grazie ai pacchetti Dynamic e Dynamic plus, la velocità massima limitata elettronicamente passa da 250 a 280 km/h. La potenza non scalfisce l’elevata efficienza: nel ciclo combinato i consumi si attestano a 9,2 litri di carburante ogni 100 km e le emissioni di CO2 a 210-211 grammi/km. La potenza viene trasferita a terra attraverso la trazione integrale permanente quattro con differenziale centrale meccanico. Il cambio tiptronic a 8 rapporti ha una taratura sportiva e tempi d’innesto ottimizzati.

In condizioni standard, la coppia viene ripartita secondo il rapporto 40:60. Quando si registra uno slittamento in corrispondenza di uno degli assali, la maggior parte della spinta viene convogliata all’altro asse. Nelle fasi di guida sportiva ci si accorge della gestione selettiva della coppia sulle singole ruote: il sistema frena in misura minima le ruote interne alla traiettoria, in modo che il differenziale trasferisca la spinta alle ruote con il grip migliore. La trazione quattro può essere integrata dal differenziale sportivo posteriore, che distribuisce la coppia tra le ruote dello stesso asse.

CINQUE MODALITÀ DI GUIDA E IMPIANTO FRENANTE RS

Anche l’assetto caratterizza la RS 4 Avant. Di serie la luce da terra si riduce di 7 mm rispetto alla S4 TDI. Le sospensioni seguono uno schematismo a 5 bracci sia all’avantreno sia al retrotreno. In curva e nei trasferimenti di carico viene generato un flusso d’olio che provoca un ulteriore smorzamento destinato a influenzare le fasi di compressione ed estensione della sospensione. Il guidatore può agire sul setting degli ammortizzatori, personalizzando il comportamento di RS 4 Avant attraverso le modalità comfort, auto, dynamic, RS1 e RS2. Queste influiscono anche sull’erogazione del motore, la logica di gestione del cambio, la servoassistenza dello sterzo, l’assetto, il differenziale sportivo, il sound allo scarico e il rendimento del climatizzatore. Il programma RS2 permette di gestire direttamente il controllo elettronico della stabilità (ESC).

Di serie ci sono i cerchi in lega da 19’’ con pneumatici 265/35. A richiesta, sono disponibili quelli da 20’’ a 5 razze con coperture 275/30, a scelta con finitura bronzo opaco. L’impianto frenante RS si avvale di dischi in acciaio autoventilanti e forati da 375 mm di diametro all’avantreno e da 330 mm al retrotreno sui quali agiscono pinze verniciate in nero, di serie, o in rosso, a richiesta. I freni carboceramici, optional, prevedono dischi anteriori da 400 mm di diametro.

AMBIENTE NERO ‘RACING’ E AMPIO DISPLAY TOUCH

Il colore dominante a bordo è il nero. Il pacchetto luce diffusa permette invece di spaziare tra 30 diversi colori. Linee orizzontali danno un generale senso di ampiezza. I pacchetti design RS aggiungono un tocco di colore e di ulteriore sportività: la corona del volante, la cuffia del selettore del cambio e le protezioni per le ginocchia lungo il tunnel sono in Alcantara con cuciture a contrasto. Ciascun pacchetto è completato dalle cinture di sicurezza dai bordi colorati e dai tappetini RS.

Al centro spicca l’ampio display MMI touch da 10,1’’, con layout specifico RS e personalizzabile dal conducente. Quando si guida con il cambio manuale c’è un apposito indicatore che suggerisce il passaggio alla marcia superiore. L’head-up display, a richiesta, si avvale di grafiche e indicatori specifici. Il display TFT HD da 10,1’’ ha una grafica chiara ed essenziale. Si possono avere le informazioni anche servendosi del comando vocale, in grado di riconoscere le espressioni di uso comune. Il portfolio Audi connect e Audi connect plus include molteplici servizi online, compresa la connettività Car-to-X.

1.495 LITRI DI SPAZIO E TRE PACCHETTI DI ADAS

La wagon sportiva rimane però anche una vettura versatile. Il vano bagagli ha una capacità di 495 litri, che diventano 1.495 litri abbattendo gli schienali. Portellone e cappelliera sono ad azionamento elettrico. Il gancio di traino ha lo sblocco elettrico mediante la pressione di un pulsante.

I sistemi di assistenza alla guida sono raggruppati nei pacchetti Tour, City e Assistenza per il parcheggio. Spiccano l’adaptive cruise control con funzione Stop&Go, per la regolazione automatica della distanza dal veicolo che precede, l’assistenza agli incroci, alla svolta e al traffico trasversale oltre all’avvertimento in caso di eccessivo avvicinamento al cordolo dei marciapiedi.

Autore: Francesco Bagini
Fiat Tipo Cross