Audi R8, al via gli ordini della supercar in Italia

29-Apr-2019  

Audi apre le prevendite in Italia della nuova Audi R8, sia Coupé che Spyder. La potenza è aumentata, lo scatto da 0 a 100 Km/h avviene in 3,1 secondi, il design è più affilato con 3 pacchetti estetici e 3 varianti d’assetto. I primi modelli in consegna a giugno.

COSÌ SIMILE A UN’AUTO DA CORSA

La Casa di Ingolstadt presenta la stradale più simile a un’auto da corsa. La nuova Audi R8 condivide infatti la metà delle componenti con la R8 LMS GT3. Basta sentire il sound allo scarico, la potenza del V10 aspirato e la grande reattività alle pressioni dell’acceleratore per rendersene conto.

PRESTAZIONI SUPERIORI

La R8 è disponibile con 2 livelli di potenza: 570 CV e 560 Nm oppure 620 CV e 580 Nm. In entrambi i livelli c’è stato un balzo in avanti di potenza e coppia rispetto alle generazioni precedenti. La prima unità permette alla R8 di passare da 0 a 100 Km/h in soli 3,4 secondi con velocità massima di 324 Km/h (Coupé) e 3,5 secondi con massima di 322 Km/h (Spyder). Il propulsore V10 5.2 FSI della Audi R8 V10 performance quattro, quello capace di erogare 620 CV per intenderci, porta i secondi a 3,1 e la massima a 331 Km/h per quanto riguarda la Coupé, e a 3,2 e 329 Km/h per la Spyder.

INTEGRALE PERMANENTE E CAMBIO S TRONIC

Prodotto a Gyor, in Ungheria, il motore della R8 è estremamente compatto, ha un radiatore separato per il controllo della temperatura dell’olio e ha una collocazione ribassata. L’unità è dotata del filtro antiparticolato e lavora con la trazione integrale permanente quattro con differenziale meccanico autobloccante al retrotreno e alla trasmissione a doppia frizione S tronic a 7 marce.

STABILITÀ E PRECISIONE DA RIFERIMENTO

L’assetto della nuova Audi R8 conta su un reparto sospensioni evoluto e una servoassistenza dello sterzo dinamico ed elettromeccanico da riferimento. Agendo sull’Audi Drive Select si possono impostare le varie modalità di marcia. Sulla R8 V10 performance quattro ci sono anche i programmi ‘dry’, ‘wet’ e ‘snow’. Lo spazio di frenata è stato ridotto rispetto al modello antecedente: meno 1,5 metri da 100 a 0 Km/h; meno 5 metri da 200 a 0 Km/h.

CITAZIONE DELLA LEGGENDARIA UR-QUATTRO

Dal punto di vista del design, la R8 si presenta più affilata: la griglia single frame è più ampia e ci sono 2 listelli verticali sulle prese d’aria frontali. Sotto al bordo del cofano anteriore ci sono 3 fessure piatte: un omaggio al celebre modello Audi Ur-quattro, famosa nelle competizioni rallistiche. Il nuovo splitter conta su una superficie maggiorata, così come le aperture alla base dei gruppi ottici posteriori e la griglia in zona estrattore. Quest’ultimo si estende fino ai terminali di scarico ovali. La cover del motore è disponibile in materiale plastico oppure in carbonio.

CERCHI DA 20'' E BARRA ANTIROLLIO ANTERIORE PIÙ LEGGERA

A seconda dello step di potenza del motore ci sono 3 pacchetti estetici differenti. Si può personalizzare l’Audi R8 con finiture in nero lucido, carbonio o titanio opaco per l’inserto allo spoiler anteriore, le minigonne e l’estrattore. È possibile verniciare in nero lucido gli anelli e i badge Audi. Novità per quanto riguarda le tinte metallizzate per la carrozzeria: entrano in gamma il grigio Kemora e il blu Ascari. Altre personalizzazioni riguardano i cerchi da 20’’ a 5 razze a V e la barra antirollio anteriore in alluminio e carbonio misto a poliuretano termoplastico.

R8 V10 QUATTRO

L’Audi R8 V10 quattro, la meno potente, monta di serie cerchi da 19’’ a 5 razze a V, sospensioni magnetoreologiche regolabili, pacchetto look nero lucido, sideblade argento ghiaccio metallizzato, volante sportivo multifunzionale plus rivestito in pelle, il sistema di navigazione MMI plus con MMI touch, l’ausilio al parcheggio plus con retrocamera e i sedili sportivi rivestiti in pelle Nappa, regolabili elettricamente e riscaldabili. Il listino parte da 179.800 euro per al Coupé e da 193.100 euro per la Spyder.

R8 V10 PERFORMANCE QUATTRO

L’Audi R8 V10 performance quattro è invece più ‘spinta’. I cerchi sono da 19’’ in alluminio fucinato a 5 razze doppie color titanio opaco. L’assetto è più sportivo, mentre i freni carboceramici hanno pinze anteriori a 6 pistoncini e posteriori a 4 pompanti. Esteticamente è previsto il pacchetto look nero lucido, il sistema di navigazione MMI plus con MMI touch, i sideblade in nero Mythos metallizzato, i sedili a guscio rivestiti in pelle Nappa, riscaldabili e a regolazione parzialmente elettrica, il volante multifunzionale performance plus rivestito in pelle e il sistema di ausilio al parcheggio plus con retrocamera. Il listino parte da 197.600 euro per la Coupé e da 210.900 euro per la Spyder.

Autore: Francesco Bagini
Alfa Romeo Giulia vs Stelvio