Hyundai, la guida autonoma 2.5 è personalizzata

29-Ott-2019  
  • Hyundai, la guida autonoma 2.5 è personalizzata

Una guida autonoma personalizzata? Con Hyundai è possibile. La Casa sudcoreana sta sviluppando il primo Smart Cruise Control basato sul Machine Learning. Questa tecnologia include lo stile di guida del conducente all’interno del proprio comportamento nella guida autonoma. La rivoluzionaria funzionalità ADAS è prevista sui futuri veicoli del Gruppo.

MIGLIORATA L’INTELLIGENZA DELLA TECNOLOGIA ADAS

Il primo Smart Cruise Control basato sul Machine Learning firmato Hyundai è in grado di creare un’esperienza di guida autonoma personalizzata. Questa tecnologia, prima al mondo nel settore, incorpora l’intelligenza artificiale all’interno delle funzionalità ADAS (Advanced Driver Assistance System). Così Woongjun Jang, VP di Hyundai Motor Group: “Il nuovo SCC-ML migliora l’intelligenza della tecnologia ADAS precedente per incrementare notevolmente la praticità delle capacità semi-autonome. Hyundai Motor Group continuerà a impegnarsi nello sviluppo di innovative tecnologie AI per guidare l’industria nell’ambito della guida autonoma”.

UNO 'SMART CRUISE CONTROL' PIÙ FRUIBILE

Con il sistema attuale il guidatore imposta manualmente i parametri di guida, come la distanza dal veicolo che lo precede e l’accelerazione. Invece il nuovo SCC-ML combina l’AI allo Smart Cruise Control in un sistema che assimila le abitudini di guida del conducente. Attraverso il machine learning, il sistema SCC guida autonomamente rispettando il comportamento di chi sta al volante. In questo modo è più gradevole l’utilizzo dello Smart Cruise Control in quanto solidale con il proprio stile di guida.

tre PARAMETRI

Il nuovo SCC-ML funziona attraverso i sensori, la camera e il radar frontale. Questi acquisiscono le informazioni di guida e le inviano al computer centralizzato, che identifica lo stile di guida. Nel processo, viene applicato un algoritmo di intelligenza artificiale con machine learning. Lo stile di guida viene calibrato su 3 parametri: distanza dal veicolo precedente, accelerazione (intensità dell’accelerazione) e reattività (quanto rapidamente il sistema risponde ai cambiamenti). In più è in grado, per esempio, di mantenere la nostra auto a distanza più ravvicinata rispetto a un altro veicolo a velocità più basse, e più elevata quando si guida a velocità più alte.

GUIDA AUTONOMA DI LIVELLO 2.5

Sono oltre 10.000 i modelli di guida che l’SCC-ML è in grado di riconoscere adattandosi a qualsiasi guidatore. Le informazioni sullo stile di guida sono continuamente aggiornate e ‘comprese’, tranne i comportamenti di guida non sicuri. Il nuovo SCC-ML raggiunge la guida autonoma di livello 2.5. In arrivo prossimamente ci sarà anche il sistema Highway Driving Assist con assistenza automatica per il cambio di corsia.

Autore: Francesco Bagini
Fiat 500 elettrica