Gruppo Renault: Dacia scatenata e quota 2019 da record

13-Gen-2020  

Il Gruppo Renault Italia ha incontrato a Roma la stampa del settore per mostrare i dati 2019 e le linee strategiche per il 2020. Ecco quanto è emerso la settimana scorsa.

GLI UOMINI DIETRO ALLE CIFRE

Davanti a una numerosa platea il ‘padrone di casa’ Francesco Fontana Giusti, Direttore Comunicazione e Immagine Renault Italia, ha presentato tre ospiti: Xavier Martinet, Direttore Generale Renault Italia e prossimo responsabile marketing mondo del Gruppo Renault; Pascal Pozzoli, Direttore Generale RCI Bank & Services Italia; Nicola Mausol Direttore Generale RRG (Renault Retail Group) Italia.

In primis sono stati ricordati gli 818 dipendenti, le 86 concessionarie e le oltre 8.400 persone impegnate sul mercato italiano. Un mercato che è leggermente cresciuto dello 0,5%. Dal punto di vista dell’alimentazioni è interessante notare la crescita di tutte le motorizzazioni tranne il diesel.

PIÙ DACIA CHE RENAULT, MA LA QUOTA DI MERCATO È DA RECORD

Passando al Gruppo Renault (autovetture + veicoli commerciali), i volumi sono cresciuti del 5,6%, la quota di mercato è salita dello 0,5% raggiungendo il 10,4%. Si tratta della quota più alta degli ultimi 34 anni. In pratica è stata raddoppiata negli ultimi 10 anni, se si considera il 4,9% di quota del 2008.

Dividendo per brand l’attuale quota di mercato, si nota che Renault copre il 6,2% mentre Dacia il 4,2%. La Losanga per il secondo anno consecutivo segna un valore inferiore rispetto all’anno precedente (7,0% nel 2017; 6,7% nel 2018; 6,2% nel 2019). Invece è costante la crescita del marchio rumeno: negli stessi ultimi 3 anni si è passati dal 2,9%, al 3,2%, per finire col 4,2%.

RENAULT: 4^ MARCA, 2^ MARCA NELL'ELETTRICO, PODIO NEGLI LCV

In dettaglio la Marca Renault segna un calo nei volumi del 7,4% (da 141.233 a 130.723 unità) e nella quota di mercato scende dello 0,5%, come detto in precedenza. Le nuove versioni della Clio, della Captur e dell’elettrica Zoe sono però state lanciate nel corso dell’anno e solo dal 2020 si potranno raccogliere i frutti.

In particolare la Renault Twingo ha segnato 9.057 immatricolazioni, piazzandosi nella ‘top 10’ del segmento A. La Renault Clio si conferma l’auto straniera di segmento B più venduta in Italia e di recente è stata nominata la city car più sicura del mercato secondo i test EuroNCAP. Le sue immatricolazioni sono state 41.792. La Renault Captur ha conquistato invece 32.184 immatricolazioni ed è la crossover di segmento B più venduta in Italia. Infine, rimanendo nel cuore della gamma, la Renault Kadjar ha visto crescere del 23% i suoi volumi, con 17.770 immatricolazioni nel 2019.

Nel campo elettrico la Renault Zoe è stata la vettura elettrica di segmento B più venduta in Italia, con una crescita del 112% e 2.228 immatricolazioni. La sua quota di mercato è stata del 19%. La Zoe si è dimostrata anche la vettura preferita per il car sharing elettrico in Italia: su 1.000 veicoli Z.E. in car sharing ben 950 sono Zoe. Per quanto riguarda il ramo dei veicoli commerciali Renault segna 16.800 immatricolazioni e per il sesto anno consecutivo è entrata nella ‘top 3’.

DACIA: 9^ MARCA, MAGGIOR CRESCITA, LEADER DEL MERCATO GPL

Il Gruppo Renault ha puntato molto in questo 2019 sul marchio Dacia e i risultati si sono visti: record totale di immatricolazioni in assoluto con 88.514 Dacia vendute. Merito della qualità Renault, con le stesse motorizzazioni e la stessa componentistica ma a un prezzo competitivo. Quello rumeno è il marchio col miglior rapporto prezzo/design/comfort/abitabilità del mercato. Dal punto di vista dei volumi si è registrato un +33,4% e un +1,0% per la quota di mercato, salita al 4,2%.

Dacia Duster e Dacia Sandero sono le protagoniste di questa crescita. La Suv del marchio rumeno è la prima auto straniera venduta in Italia e la prima vettura sul mercato GPL. Nel 2019 la crescita di volumi è stata del 58%, con 43.701 immatricolazioni. La Dacia Sandero ha incrementato i volumi del 20%, con 35.340 immatricolazioni. È la seconda auto straniera più venduta ai privati.

Il brand Dacia è sempre più popolare grazie anche alla comunicazione. Dacia, per esempio, da 10 anni è partner dell’Udinese Calcio e la Dacia Arena, lo stadio della formazione friulana di Serie A inaugurato nel 2016, è il primo impianto italiano a essere sponsorizzato da un brand automotive.

ALPINE: PASSIONE E IMMAGINE

Numeri piccoli per lo storico marchio francese. Ma la missione di Alpine è quella di fare immagine. A fine 2018 è stata lanciata la versione più potente, la Alpine A110 S. Durante lo scorso anno sono stati consegnati i primi 118 esemplari.

LE LINEE STRATEGICHE PER IL 2020

Il Gruppo francese punterà quest’anno al consolidamento di Renault con le ammiraglie Clio, Captur e Zoe. Continuerà l’offensiva di alimentazioni (Benzina, Diesel, GPL, Ibrido e Elettrico). Proseguirà inoltre la spinta sul marchio Dacia, capace ancora di progredire (tra le novità l’offerta GPL rinnovata con nuovi motori 1.0). Infine si punterà sulla ‘Customer Journey’, con un’attenzione al cliente, diventato sempre più importante. Il Gruppo ha in programma un ampio processo di digitalizzazione. Di recente infatti sono state introdotte 10 app, al servizio del cliente sia nella vendita che nel post vendita.

Autore: Francesco Bagini

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy