‘Camp Jeep 2018’: la storia della Jeep

20-Lug-2018  

Si è concluso lo scorso fine settimana l’evento Jeep dell’anno. Stiamo parlando del 'Camp Jeep 2018', tenutosi in Austria. Oltre 1.000 sono stati gli appassionati, 600 le vetture. Oltre ai nuovi modelli, su tutti la Wrangler, è stata l’occasione di far conoscere un po’ la storia del marchio americano. E l’origine della parola Jeep.

RIUNIONE DI FAMIGLIA

Spielberg, una delle regioni più belle d’Europa. Colline incontaminate e prati verdi sono stati la cornice del raduno del marchio più selvaggio del Gruppo FCA. Jeep, dal 13 al 15 luglio ha organizzato la 5^ edizione del ‘Camp’, nel quale è stata messa alla prova la nuova Wrangler durante il media drive europeo. L’ultima arrivata in Casa Jeep ha superato brillantemente i percorsi appositamente allestiti con diversi livelli di difficoltà, rivelando sia le proprie proverbiali doti 4x4 che una guida agevole stradale. Alla base di questo raduno c’è l’antico spirito del primo raduno che si svolse nel 1953 sulla leggendaria Rubicon Trail, tra le montagne a cavallo tra California e Nevada.

LE NOVITÀ DEL CAMP 2018

In pista, sul circuito di Formula 1 del Red Bull Ring, è scesa invece la nuova Grand Cherokee Trackhawk. La più potente e veloce di sempre, con 700 CV sprigionati dal V8 6,2 l sovralimentato. Anche la nuova Renegade MY19 ha debuttato al Camp Jeep 2018. Per lei nuovi motori a benzina turbo. Infine è stata della partita anche la nuova Jeep Cherokee, dal design più moderno e dalle tecnologie intuitive per maggior comfort, connettività e sicurezza.

LA NASCITA DELLA ‘JEEP’

Oltre all’esposizione degli ultimi gioielli della Casa e alle prove dinamiche, il Camp Jeep 2018 ha allestito un’area altrettanto interessante: l’Area Museo. Qui erano conservate le 3 precedenti generazioni della Wrangler partendo dalla prima Willys. Correva il 1941 e il 15 luglio, per rispondere alle esigenze militari dell'esercito degli Stati Uniti, fu iniziata la produzione del modello Willys MA/MB. Si trattava di un piccolo autoveicolo a trazione integrale dotato di meccanica adatta all'uso in terreni difficili da usarsi come mezzo da ricognizione e collegamento. Il mezzo fu denominato ‘General Purpose’, il cui acronimo GP si pronuncia appunto ‘Jeep’. Da allora fu sviluppata nel 1945 una fuoristrada civile, la CJ-2: la prima fuoristrada moderna dell'industria automobilistica.

PERSONALIZZAZIONI MOPAR

Un'area dedicata ha ospitato anche le concept car più significative, presentate in occasione delle ultime 4 edizioni dell'Easter Jeep Safari. Si tratta dell'evento dedicato ai fan dell'off-road che si svolge ogni anno a Moab, negli USA. Nell'Area Mopar, si sono invece potute ammirare 2 differenti personalizzazioni della Jeep Wrangler Sahara: una in grado di esaltare le leggendarie capacità off-road dell'iconica Jeep, l'altra realizzata per coloro che intendono distinguersi anche in città con uno stile unico.

Autore: Francesco Bagini
Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy