Alfa Romeo, dalla F1 in città ai ‘Cofani Aperti’ al Museo

11-Set-2018  

È un settembre ricco di avvenimenti per Alfa Romeo. Il Gran Premio di Formula 1 a Monza ha permesso alle Alfa Sauber di sfilare per le vie di Milano, mentre il prossimo fine settimana al Museo Storico di Arese ci sarà l’evento ‘Cofani Aperti’.

DUE GIORNI AL MUSEO

Incominciamo dall’esposizione in arrivo il 15 e il 16 settembre. I cultori di Alfa Romeo potranno sbirciare all’interno di vetture che hanno scritto la storia del marchio del Biscione. ‘Cofani Aperti’ consente di ammirare telai, meccaniche, motori, di solito coperti dai cofani o dalle carrozzerie delle vetture. Non solo spazio dunque ai colori e alle linee delle livree: ecco il ‘cuore’ Alfa Romeo.

SOTTO IL VESTITO

I visitatori potranno ammirare la Carabo, che per l’occasione ‘alzerà’  le proprie porte ad apertura verticale, o la 33, di cui sarà presente l’inedito sezionato completo, dopo circa 35 anni di storia. Spazio anche agli enormi cofani delle Tipo 33, che come delle casseforti si schiuderanno per mostrare i potenti motori artefici di molte vittorie. Poi ci sarà il prototipo di motore a iniezione sulla 2600 Sprint, o l'estrema impostazione progettata per la Sprint 6C. Senza dimenticare il centinaio di modelli esposti solitamente nel museo e nelle aree adiacenti. L’appuntamento è quindi ad Arese, dalle 10 alle 18, il prossimo weekend.

LA F1 IN CITTÀ

Cosa c’è di più lontano da una mostra di vetture totalmente a disposizione degli occhi degli appassionati? Probabilmente lo show che si è tenuto il 29 agosto per le strade di Milano con le inaccessibili monoposto di Formula 1. Quello del capoluogo lombardo è stato un avvenimento storico per l’Italia e la F1. Per la prima volta, 2 Ferrari e 2 Alfa Sauber hanno percorso alcuni chilometri lungo la scenografica Darsena milanese. Alla vigilia della Gran Premio di Monza, i piloti ufficiali delle 2 squadre hanno salutato il numeroso pubblico presente, prima a bordo di auto storiche e poi dall’abitacolo delle proprie monoposto. Per il duo Alfa Sauber si è trattato di un piacevole, quanto inatteso, bagno di folla. Marcus Ericsson e Charles Leclerc non sono certo abituati a stare sotto i riflettori, a differenza di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. Ma il fascino del simbolo Alfa Romeo cucito sulle loro tute ha mandato in estasi il competente pubblico italiano.

ARESE, MILANO, MONZA

Evento gratuito, ‘F1 Unleash’ ha animato la zona dei Navigli per diverse giornate, sino al sabato antecedente il classico GP d’Italia, arrivato alla 89^ edizione. Anche Alfa Romeo ha contribuito alla storia del tracciato brianzolo: nel 1950 l’Alfa Romeo 158 di Nino Farina vinse la prima edizione del GP. La vittoria valse anche la vittoria del Mondiale. Il ritorno del brand Alfa Romeo nel circus non poteva dunque che essere celebrato nel 2018 alla vigilia dell’appuntamento monzese, a pochi chilometri dalla culla di Arese.

UNA GIULIA QUADRIFOGLIO SPECIALE

Sullo stesso circuito cittadino di 1,6 Km i piloti del Team Alfa Romeo Sauber F1 si sono lanciati a bordo di una Giulia Quadrifoglio e di una Stelvio Quadrifoglio, entrambe spinte dal poderoso propulsore 2.9 V6 Bi-Turbo da 510 CV. Presso lo stand sulle rive della Darsena, oltre alla monoposto di F1, è stata presa d’assalto dagli appassionati l'esclusiva Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio ‘NRING’. Una vettura limited edition con la quale la Casa ha voluto celebrare le imprese compiute sul circuito del Nurgburgring. Livrea ad hoc e numerosi dettagli sportivi e altamente prestazionali.

Autore: Francesco Bagini
Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy