Škoda Kamiq, presentata a Ginevra la nuova Suv compatta

08-Mar-2019  

Lo stand Škoda al Salone dell’Auto di Ginevra 2019 è uno dei più vivaci e colorati. La Casa boema ha presentato in anteprima mondiale una nuova Suv compatta, la Škoda Kamiq.

UNA SUV DA CITTÀ

La Kamiq è la 3^ Suv Škoda della gamma. Della Kodiaq e della Karoq la nuova arrivata riprende innanzitutto il nome. Kamiq deriva dalla lingua del popolo Inuit, nel Canada del Nord. La Škoda Kamiq è però una vettura più agile, adatta al traffico cittadino, pur mantenendo le caratteristiche più apprezzate sulle Suv, cioé l’altezza da terra e la comoda seduta. La nuova Škoda presenta poi un design emotivo, sistemi di assistenza e infotainment di ultima generazione, un’abitabilità notevole e le tipiche soluzioni ‘Simply Clever’.

KAMIQ E LE SUE SORELLE

Esclusivamente a trazione anteriore, la nuova vettura riprende il linguaggio estetico della Kodiaq e della Karoq. Inediti sono i gruppi ottici anteriori su 2 livelli con le luci diurne posizionate al di sopra dei fari principali.

La Kamiq è lunga 4.241 metri e offre una buona abitabilità. Per viaggiare in tutta tranquillità ci sono anche moderni sistemi di assistenza, motorizzazioni efficienti, infotainment all’avanguardia e soluzioni di connettività che saranno molto apprezzate dagli automobilisti più giovani, ai quali il marchio della Repubblica Ceca si rivolge con la nuova Kamiq.

DESIGN SOFISTICATO

Nel dettaglio la Kamiq ha un’ampia calandra tridimensionale e linee che avvolgono il cofano. Il carattere off-road è sottolineato dallo spoiler frontale robusto. Di lato spiccano i cerchi da 16 o 18’’ e la linea del cofano dona robustezza e dinamicità alla vettura. Sensazioni ribadite dalla linea del tetto e dall’elevata altezza dal suolo. La coda presenta nuovi gruppi ottici a forma di ‘C’ mentre il diffusore accentua l’aspetto muscoloso. Le luci a LED sono elaborate e somigliano a luccicanti gioielli. Infine, per la prima volta su una Škoda, gli indicatori di direzione sono dinamici; ciò significa che, quando attivati, si illuminano scorrendo dall’interno verso l’esterno.

TANTO SPAZIO E COMFORT

All’interno la Kamiq offre il Virtual Cockpit, che con i suoi 10,25’’ è il più ampio della categoria. Anche il touchscreen in alto sulla plancia raggiunge i 9,2’’ ed è tra i più grandi del segmento. Le prese d’aria laterali si estendono fino alle portiere, creando visivamente un effetto di maggiore spazio interno. Il cruscotto e il rivestimento delle portiere anteriori hanno superfici di alta qualità. L’illuminazione dell’interno è disponibile in 3 colori. La Suv compatta offre soluzioni di comfort di solito riservate a modelli superiori. Tra queste abbiamo il volante e il parabrezza riscaldato e i sedili anteriori e posteriori laterali riscaldati. Infine il bagagliaio ha una capacità di 400 litri, che aumenta fino a 1.395 litri abbattendo i sedili posteriori.

FINO A 150 CV OPPURE A METANO

Le motorizzazioni della Kamiq sono dotate del recupero dell’energia in frenata, della tecnologia Start/Stop e rispettano i limiti d’emissioni Euro 6d-TEMP. Si parte con l’unità 1.0 TSI 95 CV con coppia massima di 175 Nm, abbinata a un cambio manuale a 5 rapporti. Lo stesso propulsore da 115 CV ha un cambio manuale a 6 marce o automatico DSG a 7. Il ‘top di gamma’ è rappresentato dal 4 cilindri 1.5 TSI 150 CV con coppia massima di 250 Nm.

Sul fronte diesel c’è il 4 cilindri 1.6 TDI 115 CV con una coppia massima di 250 Nm, combinato di serie al cambio manuale a 6 marce. Infine si potrà guidare la Kamiq 1.0 G-TEC a metano. Si tratta di un’unità a 3 cilindri da 90 CV e 160 Nm.

ASSETTO SPORTIVO E TANTI ASSISTENTI DI BORDO

Per chi vuole godersi il piacere di guida c’è lo Sport Chassis Control, che permette un set-up ancora più dinamico. L’assetto sportivo opzionale è ribassato di 10 mm e offre la modalità Sport. Il conducente può configurare le modalità Normal, Sport, Eco e Individual mediante il Driving Mode Select. Di serie è presente a bordo il Front Assistant, con City Emergency Brake e sistema predittivo di presenza pedoni, e il Lane Assistant. Fino a 210 km/h in autostrada, può entrare in azione anche l’Adaptive Cruise Control (opzionale) capace di regolare in automatico la velocità del veicolo in base a quella del veicolo antecedente. Sempre opzionale è il sistema in grado di rilevare la stanchezza del guidatore.

Il livello di sicurezza può essere accresciuto grazie ad altri sistemi opzionali. Tra questi citiamo solo il Side Assistant, che rileva veicoli fino a 70 m di distanza in fase di sorpasso o nel punto cieco e assiste il guidatore. Il sistema si serve di 2 radar frontali e avverte il conducente tramite segnali luminosi mostrati nella parte interna dello specchietto retrovisore laterale.

CONTROLLO A DISTANZA

Škoda Kamiq offre 3 sistemi di connettività: Amundsen (‘top di gamma’), Bolero e Swing. Il suo alto grado di connettività permette anche la connessione da remoto tramite l’app Škoda Connect o il portale web. Questa funzione permette ai proprietari di aprire e chiudere l’auto e controllare se i finestrini sono chiusi a distanza, oppure di avere informazioni sullo stato del veicolo.

SOLUZIONI ‘SIMPLY CLEVER’

Tra gli accorgimenti che rispettano il motto Škoda, ‘Simply Clever’, abbiamo le protezioni in gomma per i bordi delle portiere che fuoriescono all’apertura; il portellone elettrico che si apre e chiude premendo un pulsante o esercitando una leggera pressione; la torcia a LED removibile inserita in un apposito vano nel bagagliaio; il gancio di traino a scomparsa comandato da un pulsante nel bagagliaio.

Autore: Francesco Bagini

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy