Audi, tutte le nuove ibride plug-in al Salone di Ginevra

18-Mar-2019  

Al Salone dell’Auto di Ginevra Audi presenta le varianti ibride plug-in di A8, A7 Sportback, A6 e Q5. Tutti i nuovi modelli a batteria offrono un’autonomia di oltre 40 km nel ciclo WLTP. Queste vetture ibride del marchio dei quattro anelli saranno ordinabili nel corso del 2019.

EFFICIENZA E POTENZA

Audi aggiorna la flotta dei veicoli ibridi plug-in in diversi segmenti, a tutto vantaggio della mobilità sostenibile. Audi Q5, A6, A7 Sportback e A8 TFSI, a seconda dei modelli, offrono ora 2 versioni con potenze e allestimenti diversi: 50 TFSI e 55 TFSI, con dotazioni S line. Le nuove ibride dai quattro anelli si riconoscono per la sigla ‘TFSI e’. La denominazione ‘e-tron’ è infatti riservata alle vetture di Ingolstadt a sola propulsione elettrica.

SPINTE DA DUE CUORI

La propulsione delle ibride plug-in Audi offre più di un vantaggio. In città l’andatura elettrica permette di ridurre le emissioni e i consumi. L’autonomia a batteria è di oltre 40 km. Quando percorriamo lunghe distanze possiamo invece contare sull’unità turbocompressa a iniezione diretta della benzina, che lavora in sinergia con il propulsore elettrico. Quest’ultimo supporta il motore tradizionale, per esempio, in fase di accelerazione. In fase di frenata, invece, grazie allo sviluppo del sistema adottato sulla nuova Audi e-tron, è possibile recuperare fino a 80 kW di potenza. Il motore elettrico si occupa delle decelerazioni lievi mentre quelle di media intensità sono di competenza dei freni idraulici tradizionali.

LA nuova GAMMA MOTORI

In dettaglio l’Audi A8 L 60 TFSI e quattro monta un 3.0 TFSI con il motore elettrico integrato nel cambio tiptronic a 8 rapporti. In totale la potenza della vettura è di 449 CV e 700 Nm di coppia.

L’Audi A7 Sportback e L’Audi A6 PHEV (plug-in hybrid electric vehicle) hanno la medesima unità. La batteria è quella presente sulla A8, ma il motore a combustione è un 4 cilindri 2.0 TFSI. Il cambio S tronic è a 7 rapporti e integra il propulsore elettrico. Sia la A7 Sportback sia la A6 PHEV hanno 2 varianti di potenza: il 50 TFSI e da 299 CV e 450 Nm e il 55 TFSI e da 367 CV e 500 Nm.

Infine l’unità motrice dell’Audi Q5 PHEV. La Suv di Ingolstadt riprende i ‘2 cuori’ presenti sotto al cofano della A6 e della A7 Sportback con le medesime varianti di potenza.

STRATEGIA PREDITTIVA DI ESERCIZIO

Su tutte queste vetture il passaggio da motore termico a elettrico avviene in maniera automatica. Per esempio l’avvio avviene normalmente ‘a batteria’. Le modalità di marcia sono ‘EV’, ‘Auto’ e ‘Hold’. A seconda delle necessità il conducente può comunque selezionare il tipo di alimentazione e decidere se risparmiare la carica delle batterie. Per favorire questa operazione di incremento dell’autonomia è presente il predictive efficiency assist. Si tratta di un sistema che gestisce in modo intelligente la trazione, capace di prevedere e organizzare la capacità delle batterie in base al viaggio impostato nella navigazione e ai dati della vettura forniti dai sensori. Ad esempio, vengono indicati al guidatore i momenti in cui è bene togliere il piede dal pedale del gas. Il segnale avviene mediante un avvertimento sulla strumentazione e un feedback tattile in corrispondenza del pedale dell’acceleratore.

MASSIMO COMFORT E AUTONOMIA IN ELETTRICO

Altra selezione a disposizione di chi sta al volante è permessa dall’Audi drive select. Comfort, efficiency, auto e dynamic sono le dinamiche di marcia impostabili. Esse vanno a incidere sull’erogazione, sul setup delle sospensioni e sulla taratura dello sterzo. In base al programma di guida varia ovviamente anche la ripartizione di utilizzo delle 2 unità motrici e segnala al guidatore come adattare la propria guida in vista di una maggiore efficienza. Sull’Audi virtual cockpit, elemento opzionale, e il display MMI vengono mostrate tutte le informazioni relative alla marcia elettrica.

EFFICIENZA MA ANCHE SPORTIVITÀ

Chi l’ha detto che ibrido non possa coniugarsi con performance e piacere di guida? Audi propone per i modelli A6, A7 Sportback e Q5 la motorizzazione sportiva 55 TFSI e quattro. Essa comporta, volendo, anche cambiamenti a livello estetico con allestimenti più aggressivi del pacchetto S line exterior di serie. A6 e A7 Sportback aggiungono anche il pacchetto look nero con elementi decorativi bruniti, pinze freno rosse, cristalli posteriori oscurati e di serie sospensioni dalla taratura sportiva. Le rifiniture dal sapore ‘racing’ continuano negli abitacoli.

RICARICHE PIÙ AGEVOLI

Di serie i nuovi modelli ibridi plug-in del marchio dei quattro anelli dispongono anche del sistema di ricarica compact. A richiesta invece viene fornito un connettore e un cavo per le stazioni pubbliche: una colonnina da 7,2 kW permette una ricarica completa in un paio d’ore. In 16 Paesi d’Europa è presente un’ampia rete di colonnine pubbliche alle quali si può accedere con il servizio e-tron Charging Service. Basta una card per iniziare la ricarica delle batterie, previa registrazione al portale myAudi e firma di un contratto a pagamento.

RISCALDAMENTO A DISTANZA

L’App myAudi permette di gestire la vettura da remoto. Sul proprio smartphone i clienti possono servirsi dell’Audi connect. Stato della batteria e autonomia dell’auto sono, ad esempio, 2 dati da tenere sotto controllo. Ma è anche possibile gestire a distanza la climatizzazione della vettura, del volante, dei sedili, degli specchietti retrovisori, del parabrezza e del lunotto, nonché la ventilazione dei sedili.

Autore: Francesco Bagini

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy