Patente B: come funziona l’esame e altre info utili

15-Ott-2021  
  • Patente di guida B

La Patente B è quella più conosciuta e diffusa e consente di guidare le tradizionali auto al compimento dei 18 anni di età.

INDICE
Che veicoli posso guidare con la patente B?
Come funziona l’esame per conseguire la Patente B?
Quanto è difficile il quiz della patente?
Quante sono le domande all’esame di teoria?
Neopatentati
Rinnovo

A questa domanda ci risponde in maniera chiara il codice della strada, all’articolo 116, relativo alle patente e all’abilitazione professionale per la guida di veicoli a motore:

  • Autoveicoli per trasporto di persone e di cose (compresi autocarri e autocaravan) con trasporto di non più di otto persone oltre al conducente, e aventi massa complessiva a pieno carico fino a 3,5 tonnellate, anche trainanti un rimorchio leggero (fino a  750 Kg). Si possono trainare anche rimorchi non leggeri, ma se tutto il complesso supera i 4.250 Kg, allora è necessario sostenere un esame per patente B96
  • Macchine agricole, anche eccezionali
  • Macchine operatrici non eccezionali che non devono superare la massa di 3,5 tonnellate.

La patente B abilita inoltre alla guida di veicoli conducibili con la Patente AM, ovvero:

  • Ciclomotori a due ruote (categoria L1e) con velocità massima di costruzione non superiore a 45 km/h, la cui cilindrata è inferiore o uguale a 50 cm³ oppure 4 kW massimo per i motori elettrici;
  • Veicoli a tre ruote aventi una velocità massima non superiore a 45 km/h e caratterizzati da un motore, la cui cilindrata e' inferiore o uguale a 50 cm³, oppure la cui potenza nominale continua massima è inferiore o uguale a 4kW per i motori elettrici;
  • Quadricicli leggeri la cui massa a vuoto è inferiore o pari a 350 la cui velocità massima è inferiore o uguale a 45 km/h e la cui cilindrata del motore è inferiore o pari a 50 cm³ o la cui potenza nominale continua massima è inferiore o uguale a 4 kW per i motori elettrici.

Permette di guidare veicoli anche veicoli guidabili con la Patente B1, ovvero:

  • Quadricicli la cui massa a vuoto è inferiore o pari a 400 kg (550 kg per i veicoli destinati al trasporto di merci) e la cui potenza massima netta del motore è inferiore o uguale a 15 kW.

Infine, permette di guidare  veicoli guidabili con la Patente A1 (solo in Italia):

  • Motocicli di cilindrata massima di 125 cm³, di potenza massima di 11 kW e con un rapporto potenza/peso non superiore a 0,1 kW/kg
  • Tricicli di potenza non superiore a 15 kW

Qui maggiori dettagli su quali veicoli guidare con la patente B.

L’esame si compone di due prove, una teorica e una seguente pratica.

La prova di teoria consiste in 40 quesiti, a cui rispondere vero o falso.
Il candidato ha 30 minuti di tempo per rispondere a tutti i quesiti e con un numero inferiore o uguale a 4 errori la prova si considera superata e il candidato ha diritto ad avere il foglio rosa per poter iniziare ad esercitarsi alla guida in vista della prova di pratica.

Il sito di Patentati.it offre da anni molti strumenti per i futuri neopatentati per prepararsi in vista dell’esame di teoria. Se foste interessati, vi consigliamo di andare nella nostra sezione quiz patente B, dove è possibile simulare delle schede di esame con i quiz ufficiali del database ministeriale, quiz suddivisi per argomento, studiare le definizioni della teoria, scoprire le domande vere e false dei quiz e consultare una sezione con trucchi e possibili trabocchetti durante l’esame.

Entro 6 mesi dal superamento dell’esame di teoria, si deve sostenere una prova pratica (in questo lasso temporale, si hanno al massimo 2 tentativi per superare l’esame pratico, se non vanno bene entrambi bisogna ridare anche l’esame di teoria).

L’esame pratico valuta in sintesi il comportamento alla guida di un candidato.
Dal 2012, per legge, sono obbligatorie 6 lezioni di guida con un istruttore di autoscuola prima di poter sostenere la pratica (2 ore in condizioni di visibilità notturna, 2 ore in autostrada e 2 ore su strade urbane).

Superate entrambe le prove di esame si ottiene la patente B

Questa è una domanda che viene posta spesso dai futuri neopatentati.
Iniziamo col dire che il database ministeriale è composto da oltre 7 mila quesiti, per cui è normale che alcuni quiz siano intuitivi da rispondere mentre per altri sia necessaria più preparazione/attenzione.

Vi sono poi alcuni quesiti “trabocchetto”, scritti in modo tale da poter far cadere in errore il candidato. Per questo, se dovete affrontare l’esame di teoria, vi consigliamo di dare uno sguardo alla sezione sul nostro sito, trucchi e trabocchetti

Come anticipato, sono 40 affermazioni a cui rispondere vero o falso (2 ciascuno per gli argomenti primari e 1 per quelli secondari).

Si hanno a disposizione 30 minuti di tempo, indicati da un timer sulla scheda che fa un conto alla rovescia e con un numero uguale o inferiore ha 4 errori, la prova si considera superata.

Coloro i quali hanno la patente B da meno di 3 anni sono considerati “Neopatentati”, e in quanto tali, sono soggetti alle seguenti limitazioni:

  • Limiti di velocità (100 km/h su autostrade e 90 km/h su extraurbane principali anziche’ 130 km/h e 110 km/h)
  • Limiti di potenza dell’auto, pari a 70 KW, e di cv pari a 90, validi per il primo anno dal conseguimento della Patente
  • Tasso alcolemico zero
  • Malus con punti doppi sottratti in caso di contravvenzioni che comportino il decurtamento di punti dalla patente

Di seguito vengono riportate le tempistiche di rinnovo della Patente B:

·       ogni 10 anni fino ai 50 anni di età

·       ogni 5 anni per età compresa tra 50 e 70 anni

·       ogni 3 anni dopo i 70 anni

Le date di scadenza della Patente coincidono con quelle del compleanno del conducente.

Autore: Dario Rabozzi
Alfa Romeo Giulia vs Stelvio