Suzuki, cresce il ‘pensiero ibrido’

15-Mag-2018  

Suzuki consolida il suo 2° posto tra le auto ibride più vendute in Italia. Il modello di punta, con tecnologia Suzuki Hybrid, è la Ignis, seguita dalla Swift e dalla Baleno. Quasi raddoppiate le immatricolazioni nei primi 4 mesi del 2018 rispetto a 12 mesi fa.

CRESCE L'IBRIDO, CRESCE SUZUKI

L’ibrido è la motorizzazione del prossimo futuro. Secondo i dati di una ricerca effettuata da IHS Automotive, nel 2025 le automobili dotate della tecnologia già a bordo delle Suzuki Hybrid si prenderanno il 18% del mercato europeo. Suzuki, prevedendo questo scenario, nel 2016 ha lanciato la Suzuki Baleno e l’anno successivo sono arrivate la Ignis e la Swift tutte in versione ibrida. Il segmento dei mezzi ibridi è in crescita anche se si guarda il mercato dell’auto nella sua interezza: in Italia, in aprile, ad esempio, i modelli con questo tipo di motorizzazione hanno coperto il 4,2% delle immatricolazioni, contro il 2,7% dello stesso mese nel 2017. Della gamma Suzuki è la Ignis ibrida la vettura più venduta, con 1.120 esemplari nel primo quadrimestre 2018.

PENSARE HYBRID

Per accelerare e diffondere il successo della propria gamma ibrida, Suzuki ha studiato, insieme all’agenzia Clicking Adv, una nuova campagna di comunicazione con un nuovo spot. Il video della Casa di Hamamatsu, attraverso immagini metaforiche, sottolinea come la società attuale sia essa stessa un’ibridazione, dal punto di vista delle culture, del design, della moda e della tecnologia. L’automobilista moderno deve pensare libero da ogni confine e pensare a una mobilità alternativa, secondo Suzuki.

PARTENZE FULMINANTI

Il successo della linea ibrida del marchio nipponico è dovuta la fatto che i suoi modelli Hybrid sono di dimensioni ridotte, con un peso limitato, un costo contenuto e una forte efficacia nel ridurre le emissioni e contenere i consumi. La chiave tecnica dei propulsori green sta nell’Integrated Starter Generator. Il dispositivo riveste 3 ruoli: generatore di corrente, motorino di avviamento e motore elettrico. Esso aiuta il motore termico nella fase di avviamento o nelle ripartenze, con più spunto e meno consumo di carburante. L’ISG viene alimentato da un pacco di batterie agli ioni di litio, capace di accumulare l’energia proveniente dalle fasi di rallentamento. L’ingombro degli accumulatori non incide sull’abitabilità delle vetture e non sono necessarie ricariche esterne.

LA PIÙ ACCESSIBILE DEL MERCATO

Suzuki organizza dei Porte Aperte per il prossimo fine settimana del 19-20 maggio. Le Swift, Baleno e Ignis Hybrid potranno essere conosciute dagli automobilisti. Sarà l’occasione di mostrare anche i primati della Casa giapponese nell’alimentazione ibrida: essere l'unica ad avere la combinazione ibrida più trazione 4x4 tra le vetture compatte; essere l'unica ad avere in listino un’auto turbo e ibrida e un'ibrida a doppia alimentazione: GPL e benzina. Oltre ai vari vantaggi fiscali e di avere meno limiti di circolazione, le 3 ibride Suzuki hanno un sovrapprezzo di soli 1.000 euro rispetto ai modelli con propulsori tradizionali. In più anch’esse rispettano il motto di Suzuki: ‘Tutto di serie, senza sorprese’.

Autore: Francesco Bagini
Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy