Kia Sportage, da oggi anche diesel ibrida

31-Mag-2019  
  • Kia Sportage, da oggi diesel ibrida

È arrivata in tutte le concessionarie Kia italiane la nuova Kia Sportage 1.6 Mild Hybrid. Grazie alla batteria da 48 Volt e al generatore MHSG, la Suv sudcoreana è omologata come vettura ibrida.

CON OMOLOGAZIONE ‘IBRIDA’

Kia rende più sostenibile la best-seller Sportage. Con il nuovo sistema MHEV accoppiato al propulsore 1.6 diesel diminuiscono i consumi e le emissioni, ma aumentano allo stesso tempo le prestazioni. La nuova unità vanta 2 potenze, da 115 CV e 280 Nm e da 136 CV e 320 Nm. È abbinata al cambio manuale o automatico a doppia frizione DCT da 7 rapporti. Il motore Mild Hybrid è montato sia sulla Sportage a trazione anteriore sia su quella AWD. L’omologazione ‘ibrida’ consentirà ai clienti di godere dei tanti benefici previsti dai regolamenti amministrativi locali.

DIMENSIONI CONTENUTE

Il nuovo sistema Mild-Hybrid è integrabile nell'architettura dei veicoli esistenti in modo piuttosto semplice. La batteria da 48 Volt si trova infatti sotto al piano del bagagliaio, in modo tale da non impattare sulla capacità di carico o sull’abitabilità. La nuova unità lavora come le più moderne soluzioni Mild Hybrid:  in fase di accelerazione l’MHSG fornisce una potenza elettrica di 10 kW che supporta il motore termico. La presenza di un convertitore DC/AC permette alla batteria da 48 Volt la totale integrazione con il normale impianto elettrico dell’auto, consentendo anche una riduzione delle dimensioni della normale batteria da 12 Volt, dedicata ai sistemi ausiliari di bordo. Anche il motorino di avviamento della vettura cala nelle dimensioni, in virtù del fatto che è il sistema a 48 Volt ad avviare il motore.

PIENO RISPETTO DELLE ULTIME NORMATIVE EUROPEE

La nuova tecnologia Mild-Hybrid offerta per Sportage permette ai diesel Kia di essere più puliti ed efficienti. Le emissioni di CO2 del nuovo propulsore MHEV si riducono infatti fino al 4% coi nuovi test WLTP e fino al 7% con i precedenti test NEDC. A contribuire ulteriormente nell’abbattimento delle emissioni, la presenza di nuovi filtri SCR attivi contro gli NOx  e capaci di garantire il pieno rispetto delle nuove normative Europee E6D temp. Infine le emissioni di CO2 del nuovo propulsore sono pari a 110/130 g/km.

Autore: Francesco Bagini

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy