Nissan Leaf, il Giro d'Italia a zero emissioni

26-Ago-2019  
  • Nissan Leaf, il Giro d'Italia a zero emissioni

Bolzano-Siracusa senza emettere un grammo di CO2? Con la Nissan Leaf è stato possibile, sfruttando anche le 162 stazioni di ricarica veloce di Enel X, presenti in Italia lungo il corridoio autostradale. Al volante dell’elettrica Giordano Viero, promotore del portale ricaricafast.com e delegato veneto di Class Onlus. L’iniziativa si è inserita nell’ambito della Nissan Intelligent Mobility, la roadmap strategica della Casa giapponese che ridefinisce il modo in cui i veicoli vengono alimentati, guidati e connessi nella società.

7.500 KM IN 13 GIORNI

Alla vigilia della 3^ edizione del Festival dell'eMobility, che si terrà a Milano presso Palazzo Lombardia dal 26 al 28 settembre, Nissan, partner dell’evento, ha deciso di percorrere un Giro d’Italia a zero emissioni. Una Nissan Leaf guidata da Giordano Viero, noto sui social come Jo Pesata, è partita da Varna, in provincia di Bolzano, fino a Siracusa: 7.500 km in 13 giorni. Viero è promotore del portale ricaricafast.com ed è delegato veneto di Class Onlus, l’associazione che coordina il Comitato Promotore di e_mob, promotore della mobilità elettrica. Il viaggio è andato a buon fine grazie anche alle 162 stazioni pubbliche di ricarica veloce di Enel X, presenti lungo il corridoio autostradale.

LA MAPPA DELLA RETE DI RICARICA

Nissan Leaf è l’elettrica più venduta al mondo, con oltre 400.000 veicoli commercializzati a livello globale. Il tour lungo lo Stivale ha permesso anche di valutare l’efficienza della rete di ricarica, dal punto di vista dell’erogazione dell’energia, della geolocalizzazione e della qualità delle aree di ‘rifornimento’. Le stazioni di ricarica veloce Enel X permettono di fare un pieno di energia a 2 veicoli in contemporanea in circa 30 minuti. Possono essere localizzate tramite le funzionalità avanzate di Juicepass, la nuova app per la mobilità elettrica di Enel X. Essa permette anche di pagare digitalmente il corrispettivo della ricarica.

La ricarica più rapida a Locorotondo

Una dettagliata analisi del Giro d’Italia verrà presentata alla Conferenza Nazionale della mobilità elettrica e_mob. Il tour estivo ha visto comunque una rete adeguata per consentire viaggi lungo la Penisola. Al Nord la situazione è positiva grazie a una rete ramificata con alcune eccezioni, come nelle Dolomiti e tra Torino e Savona. Al Centro e al Sud la situazione è altrettanto buona, anche se si registrano 3 situazioni in cui è necessario fare ricorso alle ‘prese’ standard: la dorsale adriatica tra Foggia e Sant’Elpidio, la Messina-Palermo e la Cosenza-Locorotondo. La ricarica più rapida è stata effettuata a Locorotondo (dal 2 al 97% in 30 minuti) e la Calabria ha eccelso per le stazioni ben geolocalizzate.

potenziamento dell'infrastruttura entro il 2023

La rete nazionale verrà potenziata ulteriormente da Enel X, che nel 2023 intende contare su 3.000 colonnine Fast (oltre a quelle Ultra Fast con 350 kW di potenza). Non va dimenticato che gli ‘automobilisti elettrici’ possono contare sulle colonnine di ricarica veloce di altri operatori presenti sul mercato, quali A2A, Edison e Gruppo Hera.

Autore: Francesco Bagini

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy