Rally d'Italia: 3° posto per la Toyota Yaris WRC

14-Giu-2018  

La 7^ prova del Campionato del Mondo Rally si è disputata lo scorso fine settimana in Italia. Il Rally di Sardegna 2018 ha registrato il 5° podio stagionale del team Toyota Gazoo Racing WRT, grazie al gradino più basso scalato da Esapekka Lappi.

LA GARA DELLE 3 TOYOTA

La Toyota è impegnata nel Mondiale Rally con 3 piloti. Oltre al finlandese Lappi, al volante della Toyota Yaris WRC, ci sono anche l’estone Ott Tanak e un altro finnico, il veterano Jari-Matti Latvala. La spedizione del Toyota Gazoo Racing sulla terra sarda non è stata né avara di soddisfazioni né di difficoltà. L’equipaggio numero 9 Lappi-Ferm ha potuto gestire nell’ultimo giorno di gara un vantaggio di un minuto sull’inseguitore in difesa del podio. Le 4 prove speciali finali non hanno privato Lappi del posto al traguardo di Alghero e del 4° in campionato con 70 punti. La coppia Tanak-Jarveoja, con la Yaris numero 8,  non è andata oltre il posto, complice una ritiro nell'ultima tappa di venerdì a causa di un atterraggio pesante in uno dei tanti salti spettacolari del rally italiano. L’estone però resta in 3^ piazza nel Mondiale con 77 punti, alle spalle della coppia Neuville/Ogier, pronto a sfruttare un passo falso dei duellanti per il titolo. Infine la Yaris numero 7 di Latvala-Barritt: dopo aver lottato a lungo col compagno di squadra per il podio, il 33enne finlandese è stato tradito da un problema tecnico che lo ha costretto a fermarsi durante un trasferimento. Con il posto finale, in campionato Latvala, nonostante un buon avvio, è 9°, fanalino di coda del trio di Toyota Yaris.

VERSO IL RALLY PIÙ VELOCE

La prossima corsa si disputerà in Finlandia, nella mitica terra dei rallysti. Sia Lappi che Latvala giocheranno l’8° round del campionato in casa, e potranno sfruttare la conoscenza delle velocissime strade di ghiaia lisce e con molti salti. Il centro assistenza è pronto ad essere allestito a Jyvaskyla, dove lo scorso anno Esapekka Lappi celebrò la sua prima, e finora unica, vittoria nel WRC. Appuntamento allora per il 26-29 luglio per il rally più veloce dell’anno.

Autore: Francesco Bagini
Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy