Mercedes EQV: le ibride e le elettriche della Stella

04-Dic-2020  

A partire dal 2022 la produzione delle auto della Stella sarà carbon-neutral, dal 2030 oltre il 50% dei veicoli venduti sarà fortemente elettrificato, e dal 2039 non ci saranno più in gamma vetture a motore termico.

Nel frattempo la realizzazione dei motori tradizionali, in versione pulita ed efficiente, continua, e viene affiancata all'elettrificazione. 

EQ BOOST: LE MILD-HYBRID

È la variante più semplice dell’ibrido, e consiste in un sistema a 48 Volt (Integrated Starter Generator) integrato nel cambio automatico con triplice funzione: contribuisce nelle fasi di accelerazione riducendo il consumo di carburante del motore termico, ricarica la batteria sostituendo il generatore, e gestisce l’accensione del motore al posto del motorino d’avviamento. Il contributo di potenza è di di 14 o 22 cavalli a seconda del modello.

I modelli EQ BOOST sono undici, a partire dalla berlina media Classe C 200 per arrivare alla potente GLE 63 S AMG 4MATIC Coupé da 612 Cv del motore termico ai quali se ne aggiungono 22 dell’unità elettrica.

Il bello di questa tecnologia è che non richiede alcun intervento da parte dell’automobilista, proprio come un’auto 100% termica. La piccola batteria del sistema ibrido, infatti, si ricarica usando la vettura, specie nelle fasi di decelerazione.

EQ POWER: LE IBRIDE PLUG-IN

Nel segmento delle ibride plug-in, per intenderci quelle con batteria ricaricabile alla spina e un’autonomia in modalità elettrica di un certo livello, Mercedes-Benz offre la gamma più evoluta sul mercato. Innanzitutto è l’unico brand a proporre due modelli ibridi diesel, ovvero la Classe E 350 de e la GLE 350 de 4Matic.

Entrambi i modelli vedono l’abbinamento del motore termico più efficiente (quello a gasolio) con un motore elettrico alimentato da una batteria grossa il doppio di quella della Smart elettrica.

Il risultato? 100 km senza bruciare nemmeno una goccia di gasolio, e consumi bassi anche quando finisce la carica della batteria, che comunque recupera energia nelle fasi di rallentamento; dunque la vettura resta più sobria rispetto alla versione 100% diesel anche senza collegarla alla presa.

La gamma di ibride plug-in di Mercedes, sigla EQ Power, è ampia e va dalla Classe C alla Classe S. Per sfruttare appieno questa tecnologia serve poter ricaricare la vettura ogni volta che serve.

Ma la convenienza è palese, dati alla mano, e basta confrontare le proposte di noleggio per farsi un’idea: la più 350 de 4Matic in listino a 85.340 euro prevede un anticipo di 10.000 euro e un canone di 36 rate di 1.035 euro, mentre la 300 d 4Matic in listino a 78.507 euro, meno potente e più esosa in termini di consumo, prevede lo stesso anticipo di 10.000 euro e un canone di 1.185 euro. Questo grazie al maggior valore residuo e agli incentivi fiscali sulla tassa di possesso.

La gamma EQ POWER è ampia, va dalla più piccola è piccola Classe A 250 e, che vanta un’autonomia in modalità elettrica di 70 km, la migliore tra le ibride plug-in dello stesso segmento, fino alla Classe S. Oltre alle due ibride diesel suddette, GLE e Classe E.

EQ: LE ELETTRICHE

La Smart, nelle declinazioni Fortwo e Forfour, è stata la prima auto sul mercato ad abbandonare il motore termico. Il secondo passo della Stella è stato presentare la EQC, una SUV dalle prestazioni esaltanti grazie ai due motori elettrici capaci di esprimere 408 Cv e 765 Nm, con 400 km di autonomia (ciclo NEDC) e capace di bruciare l’accelerazione 0-100 in 5,1 secondi.

La gamma elettrica è in forte sviluppo e prevede l’arrivo di tre modelli nel 2021 (EQS, EQS AMG, EQS AMG) e due nel 2022 (EQB, EQE).

PROJECT ONE, LA HYPERCAR IBRIDA

I 275 esemplari costruiti sono già stati venduti tutti: questo da prima che la vettura venisse prodotta al prezzo di 2.750.000 euro, tasse escluse. Che cosa rende così speciale la Project One?

Il suo powertrain ibrido, formato da un motore a benzina con turbina elettrica 1.6 V6 da 680 CV capace di raggiungere gli 11.000 giri al minuto, e da quattro motori elettrici, per una potenza complessiva di 1.000 CV.

Può viaggiare per 25 km a emissioni zero e le sue prestazioni sono da record, con un’accelerazione 0-200 km/h coperta in meno di 6 secondi.

ENDOTERMICO, IBRIDO, ELETTRICO: IL FUTURO DI CASA MERCEDES

Come anticipato all’inizio dell’articolo, la produzione Mercedes-Benz va verso l’elettrificazione. La Smart EQ e la Mercedes EQC sono stati i primi di una lunga serie di modelli che fanno a meno del motore termico. Modelli che vedremo nel corso dei prossimi anni, tra SUV, berline e sportive come la EQS.

Non aspettatevi, però, solo modelli dallo stile futuristico. La tradizione della Stella a tre punte verrà mantenuta, seppure aggiornata nel cuore (100% elettrico), con la famiglia di sportive Mercedes-AMG, di lussuose Mercedes-Maybach e, last but not least, con l’inarrestabile e iconica fuoristrada Mercedes Classe G.

Autore: Michele Neri
Alfa Romeo Giulia vs Stelvio