Citroën AMI-100% electric: tour nelle scuole per far crescere la cultura della mobilità sostenibile

18-Mar-2022  
  • Citroën AMI-electric
  • Citroën AMI-100% electric-posteriore
  • Citroën AMI-100% electric-interni
  • Citroën AMI-100% electric-profilo
  • Citroën AMI-100% electric-doppio-sportello

Punta alla costruzione di una nuova generazione di automobilisti consapevoli il progetto “GenerationAMI – a scuola di electric mobility”, lanciato da Citroën Italia che coinvolge 700 classi e oltre 17mila studenti delle scuole secondarie dai 14 anni in su e dedicato allo sviluppo dei temi della mobilità elettrica e della sostenibilità ambientale.

INDICE
Un progetto in 2 step
Alternativa allo scooter
Prima fase
Seconda fase

La campagna, che si articola in due fasi da marzo fino alla fine di maggio e patrocinata dal Ministero della Transizione ecologica, prende il nome dallo strumento messo a disposizione dei ragazzi per testare la loro naturale propensione all’utilizzo di mezzi di trasporto innovativi e 100% green e che nel caso specifico assume le forme avveniristiche e insieme avvolgenti della microcar “Citroën AMI-100% electric”.

Atterrato come un marziano, fra lo stupore di molti, sul mercato mondiale e in quello italiano poco meno di un anno fa, il quadriciclo a propulsione totalmente elettrica dal design ultra moderno della casa francese ha rivelato in breve le proprie doti di game changer nel settore dei veicoli a zero emissioni pensati per i più giovani e alternativi allo scooter. Un successo confermato dalla conquista di un leadership al momento quasi assoluta nel nuovo segmento di riferimento e dagli oltre 4000 ordini raggiunti in poco più di 9 mesi dall’ingresso in listino.

Nella sua prima fase la campagna prevede lo svolgimento di un periodo didattico formativo nel quale tutti gli studenti partecipanti al progetto potranno avvalersi di un kit in formato digitale che li avvicinerà ai temi dell’inquinamento, del congestionamento dei centri urbani, della mobilità sostenibile e della qualità della vita. Al centro verranno posti gli obiettivi ambientali fissati dal programma mondiale “Agenda 2030” per la risoluzione dei problemi conseguenti al traffico e alle emissioni, in particolare quelli evidenziati dall’Obiettivo 7 – “Energia pulita e accessibile” e dall’Obiettivo 11 – “Città e comunità sostenibili”.

All’interno del kit sarà, inoltre, presente anche un questionario finale, grazie al quale i ragazzi potranno misurare il loro livello di apprendimento sui contenuti della campagna e ricevere un attestato di partecipazione che dà loro accesso anche a crediti formativi. La compilazione del questionario permetto in più ai ragazzi di partecipare al concorso a premi “GenerationAMI” che mette in palio per un unico vincitore che avrà risposto nel modo più corretto alle domande una “Citroën AMI” in comodato d’uso gratuito per 6 mesi e un voucher da 500 euro per l’acquisto di altri premi tecnologici per la scuola.

La seconda fase del progetto avrà, invece, luogo in dieci tra le scuole aderenti all’iniziativa, scelte come sedi di un tour di 10 incontri di approfondimento, in cui gli studenti si metteranno anche al volante della microcar della Doppia cuspide, guidabile anche con il solo patentino AM, per un test drive da effettuare all’interno degli spazi dell’istituto. mana

Alessandro Musumeci, marketing manager di Citroën Italia ha sottolineato:

Crediamo molto in questo progetto, perché pensiamo che un’appropriata formazione sulle tematiche della sostenibilità ambientale sia fondamentale per fornire alle nuove generazioni gli strumenti necessari per diventare futuri automobilisti informati e responsabili. Citroën Ami-100% electric è l’oggetto ideale per questa iniziativa perché rappresenta la soluzione facile, moderna e anticonformista per una mobilità senza emissioni, anche per i più giovani, dai 14 anni in su.

La campagna educativa del brand transalpino, nata e gestita in collaborazione con l’agenzia “Neways” segue un percorso in continuo aggiornamento, i cui progressi sono conoscibili dai genitori in qualunque momento, mediante l’accesso al sito www.generationami.it

Autore: Redazione
Fiat 500 elettrica