Audi MHEV, veleggiare a zero emissioni

23-Feb-2018  

Sia chiaro. L’inquinamento dell’aria è dovuto in assai minima parte ai mezzi di trasporto. Ma essendo così facile, anche dal punto di vista di propaganda politica, fare la ‘guerra’ all’automobile ecco che le case si impegnano a ritmi strabilianti nell’abbattimento di emissioni e nello studiare altre tecniche di propulsione. ZTL, targhe alterne, blocchi del traffico affliggono gli automobilisti di tutto il mondo. Ora Audi permetterà di viaggiare con maggiore libertà grazie al sistema MHEV 12 o 48 Volt. Questasoluzione permetterà di abbassare i consumi e le emissioni, oltre a scansare qualche balzello sopracitato. L’omologazione ibrida è infatti arrivata per la A4, la A4 Avant, la A5 Coupé, la A5 Sportback e la A5 Cabriolet 2.0 TFSI e infine sulle nuove gamme A8 e A7 Sportback.
 

START&STOP IN MOVIMENTO

Il risparmio è di circa 0,7 litri di carburante ogni 100 chilometri sulla A8 e sulla A7 Sportback. Il Mild-Hybrid Electric Vehicle poggia su una rete di bordo principale a 48 Volt. Quando viaggiamo tra i 55 e i 160 Km/h il conducente potrà rilasciare l’acceleratore e l’auto avanzerà per inerzia, a motore spento, senza alcuna emissione. Questo per un intervallo di 40 secondi. Non appena il guidatore premerà il pedale del gas, l’alternatore-starter attiverà immediatamente il processo di riavvio. Il 48 Volt consente una potenza di recupero attorno ai 12 kW. L’Audi A4 e A5 sono equipaggiate col MHEV a 12 Volt, sia per i propulsori 2.0 TFSI da 190 CV sia da 252 CV. Entrambe le opzioni si trovano anche sulla A4, la A4 Avant, la A5 Coupé, la A5 Sportback e la A5 Cabriolet. Il generatore da 12 Volt ottimizza la funzione start&stop, consentendo lo spegnimento e la riaccensione del motore in fase di veleggio a ogni velocità. La tecnologia a 12 Volt impiega l’energia cinetica in fase di recupero nella ricarica della batteria dello starter.
 

ATTENZIONE NON SOLO AI MOTORI

L’impegno di Audi, e del Gruppo Volkswagen, mira a una robusta elettrificazione della gamma, che porterà nei prossimi 7 anni alla completa elettrificazione di 20 modelli, già ben instradato con la versione e-tron di A3 Sportback e di Q7 plug-in. Un’attenzione che giustamente non si limita alle auto, ma anche ai programmi di ricerca sulle infrastrutture che devono sostenere questa rivoluzione della mobilità. Ne sono un esempio il recente accordo strategico con Enel per la fornitura di servizi legati all’acquisto della nuova e-tron e il potenziamento in Costa Smeralda, Madonna di Campiglio, Cortina e Alta Badia di apparecchiature di ricarica.

Autore: Francesco Bagini
Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy