Audi apre a Hyundai: patto d’acciaio sul Fuel Cell

28-Giu-2018  
  • Audi apre a Hyundai: patto d?acciaio sul Fuel Cell

È tempo di ‘contratti’ tra schieramenti diversi. Ed ecco che Audi e Hyundai fanno fronte comune per la mobilità del futuro. Il marchio dei 4 anelli ha confermato l’accordo con la Casa sudcoreana per lo scambio di brevetti e l’accesso a componenti comuni. Lo scopo è quello di sviluppare il più velocemente possibile la tecnologia fuel cell.

COOPERAZIONE INTELLIGENTE

Peter Mertens, membro del Board per lo Sviluppo Tecnico di Audi AG, ha spiegato: “Le celle a combustibile sono la forma più avanzata di guida elettrica e una potente risorsa nel nostro portafoglio tecnologico per la mobilità premium senza emissioni. Nel nostro piano d’azione per FCEV, stiamo unendo le forze con partner strategici come Hyundai. Per la svolta di questa tecnologia sostenibile, la cooperazione è la via più intelligente per condurre le innovazioni con costi di struttura accessibili”. Dall’altra parte gli fa eco Euisun Chung, Vicepresidente di Hyundai Motor Company: “Siamo fiduciosi che la nostra partnership con Audi dimostrerà con successo la visione e i benefici della tecnologia FCEV. L’accordo è un ulteriore esempio del forte impegno di Hyundai nella creazione di un futuro più sostenibile attraverso veicoli alimentati a idrogeno; la strada più rapida per un mondo davvero a emissioni zero”.

IL VANTAGGIO DELL’IDROGENO

Audi AG e Hyundai Motor Group hanno deciso di scambiarsi i brevetti e l’accesso a componenti non competitivi. L’accordo siglato è in fase di approvazione da parte dell’ente di vigilanza. Poi la sinergia potrà accelerare la produzione delle celle a combustibile per le auto di serie. I plus dell’idrogeno sono la generosa autonomia e i tempi di rifornimento contenuti. Così esso può diventare un alleato importante nella corsa alla mobilità elettrica. In particolare sui mezzi di grandi dimensioni, perché la tecnologia fuel cell permette di mantenere basso il peso globale. Per il successo di questa soluzione Audi e Hyundai dovranno considerare anche la produzione dell’idrogeno e la creazione delle infrastrutture.

IN ARRIVO UNA NUOVA SUV

In realtà Audi è proiettata sulla tecnologia a celle a combustibile da almeno 20 anni. La prima concept fuel cell è stata l’Audi A2H2 del 2004, poi fu la volta dell’Audi Q5 HFC del 2008, infine l’A7 Sportback h-tron quattro del 2014, che introdusse la dicitura ‘h-tron’ a indicare i modelli a celle a combustibile, proseguita nel 2016 con l’Audi h-tron quattro. All’inizio del prossimo decennio, il Fuel Cell Competence Center del Gruppo Volkswagen sfornerà il primo modello a celle a combustibile prodotto in piccola serie: si tratta di una SUV sportiva. Audi è il marchio che più di altri si è caricato sulle spalle lo sviluppo della tecnologia fuel cell, giunta alla sua 6^ generazione. Per questo motivo è il brand del Gruppo che ha siglato l’accordo con Hyundai.

Autore: Francesco Bagini
Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy