Familiare del segmento D di grandi dimensioni, la Renault Talisman Sporter sfoggia un’agilità inaspettata grazie al sistema a quattro ruote sterzanti 4Control. La dotazione della Energy Intense, in listino al prezzo di 38.000 euro, è completa, ma il 4Control è un optional.
 

COME SI PRESENTA

Grande, molto spaziosa, decisamente confortevole. La Renault Talisman Sporter appartiene al segmento delle station wagon medie, come l’Audi A4 Avant, la BMW Serie 3 Touring e la Mercedes Classe C Wagon, ma in quanto a dimensioni può contare su una manciata di centimetri in più sia in lunghezza che in larghezza. 

La Talisman Sporter, infatti, è lunga 4,87 metri contro i 4,73 della A4, i 4,70 della Classe C e i 4,63 della più compatta Serie 3. Va da sé che il bagagliaio della francese, con i suoi 572 litri (1.681 con lo schienale posteriore abbattuto), è nettamente il più capiente. Pratico il sistema Easy Break per ribaltare la seduta della panchetta posteriore, ma il sistema di apertura automatica del bagagliaio è un optional.

L’abitacolo offre un mare di spazio, e le bocchette d’aerazione posteriori offrono un comfort di grande livello ai passeggeri posteriori. Le finiture curate e buona insonorizzazione sono garanzia di viaggi confortevoli e rilassanti. Molto piacevole la funzione di massaggio del sedile del conducente.

La gamma della Talisman Sporter prevede tre versioni diesel: 1.5 dCi da 110 CV, 1.6 dCi da 130 CV e 1.6 dCi da 160 CV con cambio automatico a doppia frizione EDC, disponibile come optional anche sulle altre due versioni meno potenti.  
 

COME VA

Il motore della Renault Talisman Sporter 1.6 dCi 160 EDC è solo un “millesei”, ma non fatevi ingannare: con le due turbine di cui è dotato, le prestazioni sono brillanti a dispetto della stazza. Ma soprattutto la risposta al pedale del gas è sempre pronta, a qualunque regime, e le prestazioni sono degne di un 2.0 turbodiesel.

In ogni caso il carattere della Talisman Sporter varia in base al programma Multisense, che consente di scegliere tra cinque modalità di guida: Eco, Comfort, Neutral, Sport e Perso. In base alla modalità selezionata varia la risposta del cambio, del motore, delle sospensioni e del sistema a quattro ruote sterzanti 4Control.

Ed è proprio il sistema 4Control che fa la differenza quando ci si trova al volante della station wagon francese. Le dimensioni della Renault Talisman Sporter 1.6 dCi 160 EDC, come abbiamo visto prima, sono importanti, ma quando la si guida sembra essere più leggera e compatta di quanto non sia realmente. Le quattro ruote sterzanti sono garanzia di una maneggevolezza incredibile, in manovra, nei cambi di direzione, nei tornanti di montagna. 

Il programma Perso consente appunto di personalizzare i vari parametri, così mi sono “cucito addosso” la Talisman che più mi piace: il sistema 4Control al livello Sport, le sospensioni idem (restano sempre confortevoli), lo sterzo leggero e il cambio in modalità Neutral, in modo che sia dolce e mantenga il regime del motore a livelli bassi a tutto vantaggio dei consumi e del comfort di marcia. 

L’EDC non è il doppia frizione più performante sul mercato, ma fa bene il suo lavoro e come tutti gli automatici con questa caratteristica è garanzia di grande efficienza e, quindi, di consumi contenuti. In media ho percorso 16 km/l, con punte di oltre 18 km/l sulle statali.


QUANTO COSTA

In listino a 38.000 euro, la Renault Talisman Sporter 1.6 dCi 160 EDC offre un buon rapporto prezzo dotazione. Manca però il sistema 4Control con controllo delle sospensioni (di serie sulla Initiale Paris) offerto a 1.750 euro all’interno del Pack Renault Multi-Sense 4Control, che include anche i cerchi in lega da 18 pollici. Optional irrinunciabile (350 euro) l’apertura automatica del portellone.

La Talisman Sporter Initiale Paris, seppur con una dotazione “full optional”, con un prezzo di 45.000 euro si avvicina pericolosamente alle tedesche premium dello stesso segmento.


POSSIBILI ALTERNATIVE

La sua connazionale Peugeot 508 SW, molto vicina in quanto a dimensioni e comfort. Ma la Talisman Sporter è più tecnologica, e con il sistema 4Control la stacca anche in termini di maneggevolezza e piacere di guida. 

Due le alternative tedesche simili per caratteristiche e prezzi, entrambe con cambio automatico a doppia frizione: la Volkswagen Passat Variant 2.0 TDI 150 CV DSG e la Ford Mondeo 2.0 TDCi 150 CV Powershift. 


A CHI SI RIVOLGE

A chi cerca una station wagon per spostarsi in compagnia, con un bagagliaio adeguato per le vacanze in famiglia e per le esigenze di lavoro. Ormai la familiare è diventata un’alternativa di nicchia alle SUV, ma i vantaggi non mancano. Quali? Il piacere di guida superiore e i consumi più bassi.


PUNTI DI FORZA

- Con il 4C Control questa grande station wagon è molto agile
- L’abitacolo e il bagagliaio sono spaziosi, il comfort è di alto livello


PUNTI DI DEBOLEZZA

- La risposta del cambio automatico non è immediata
- L’apertura automatica del portellone non è di serie