Renault Captur 1.3 TCe, più brillante col nuovo turbobenzina

01-Mar-2019  

Sulla piccola SUV francese debutta il nuovo motore a benzina 1.3 TCe, frutto della collaborazione tra l’Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi e Daimler. Così la Renault Captur, nata sulla piattaforma della Clio, si fa performante: il 4 cilindri turbo è disponibile in due varianti di potenza, una da 130 CV e una da 150 CV. Quest’ultima anche con cambio automatico a doppia frizione.

PIÙ ALTERNATIVE AL DIESEL

La scelta del motore diesel nel segmento delle B-SUV è in calo ma va ancora per la maggiore: l’1.5 dCi da 90 CV viene scelto dal 60% dei clienti di Renault Captur. Il nuovo motore a benzina si affianca al piccolo 0.9 3 cilindri turbo da 90 CV, ponendosi come top di gamma per chi vuole un’auto compatta e allo stesso tempo performante. 

Intendiamoci, l’1.3 TCe non ha pretese di sportività. Piuttosto assicura buone prestazioni e un’erogazione piena e lineare, grazie alla maggior parte della coppia disponibile già a 1.600 giri (220 Nm per la TCe 130 e 250 Nm per la TCE 150) e a un buon allungo fino a oltre i 5.000 giri. Questo si traduce in un uso moderato del cambio, a vantaggio del comfort.

Tra le due versioni, quella da 150 CV si dimostra più grintosa soprattutto agli alti regimi, mentre alle normali andature sono entrambe corpose e pronte nella risposta. Per capirci, il classico 0-100 viene coperto in rispettivamente 9,8 e 10,2 secondi. L’altro vantaggio del TCe 150 è la possibilità di abbinare il cambio automatico EDC: non il più rapido tra quelli “doppia frizione”, ma comunque confortevole ed efficiente sia in termini di prestazioni (tre decimi in meno nello 0-100 rispetto alla manuale) sia di consumi, sensibilmente inferiori.

UN PO’ DI TECNICA: LE SPECIFICHE DELL’1.3 TCE

Dopo aver debuttato sulla Renault Scénic in due varianti da 140 e 160 CV e sulla Mercedes Classe A di ultima generazione in una sola variante da 160 CV, il nuovo motore 1.3 TCe arriva anche sulla Renault Captur. Si tratta di un 4 cilindri turbobenzina dalle specifiche tecniche raffinate. Qualche esempio? Il Bore Spray Coating, una tecnologia di rivestimento dei cilindri utilizzata nientemeno che sulla supercar Nissan GT-R. Riduce gli attriti e migliora l’efficienza, proprio come l’iniezione diretta di benzina con pressioni fino a 250 bar. 

Le valvole di aspirazione, invece, sono gestite dal Dual Variable Timing Camshaft in funzione delle sollecitazioni del motore. Tradotto: si riesce a ottenere un valore di coppia superiore sia ai bassi sia agli alti regimi. I consumi dichiarati dalla Casa sono di 5,6/5,9 l/100Km per il TCe 130 e 5,5/6,0 l/100Km per il TCe 150. Passando all’affidabilità, Renault dichiara di aver impiegato anni di studi ed eseguito test di oltre 40 mila ore e 300 mila chilometri.

SPORT EDITION, ANCHE “AL QUADRATO”

L’allestimento più amato sulla Renault Captur è quello intermedio Sport Edition. La dotazione di serie prevede il climatizzatore manuale, i fari anteriori full LED, il navigatore GPS, la radio DAB, i sensori di parcheggio posteriori e i cerchi in lega da 16 pollici.

Quello Sport Edition2 aggiunge il climatizzatore automatico, i fendinebbia a LED, i sensori luci e pioggia, il sistema multimediale R-LINK Evolution compatibile con Android Auto, i sensori di parcheggio anteriori, il sistema di entrata e accensione keyless, e i cerchi in lega da 17 pollici.

I PREZZI DELLA RENAULT CAPTUR 1.3 TCE

La Captur 1.3 TCe 130 costa 21.300 euro nell’allestimento Sport Edition e 22.400 euro in quello Sport Edition, mentre la versione 1.3 TCe 150 è disponibile a partire dall’allestimento Sport Edition2 con prezzi di 23.200 euro per la versione manuale e 24.800 per quella automatica.

Autore: Michele Neri

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy