Mercedes GLE 350 de, il test drive della diesel ibrida plug-in

02-Lug-2020  
  • Mercedes GLE 350 de ibrida diesel
  • Mercedes GLE 350 de ibrida diesel foto
  • Mercedes GLE 350 de ibrida diesel anteriore
  • Mercedes GLE 350 de ibrida diesel carica batteria
  • Mercedes GLE 350 de
  • Mercedes GLE 350 de ibrida diesel profilo
  • Mercedes GLE 350 de ibrida diesel immagine
  • Mercedes GLE 350 de ibrida diesel interni
  • Mercedes GLE 350 de ibrida diesel strumentazione

L’arrivo di un’auto ibrida, in questo periodo storico, sembra essere la normalità. Eppure a Stoccarda è stata presentata una vera e propria novità nel campo dell’elettrificazione: la Mercedes GLE 350 de, ovvero una versione diesel ibrida plug-in della loro lussuosa SUV. Potente (320 CV e 700 Nm complessivi tra motore diesel ed elettrico) e sobria (oltre 90 km/l con la batteria carica).

La nuova Mercedes GLE 350 de in breve

Ibrido o diesel? Il meglio di tutto

Conosciamo bene i pregi e i difetti delle auto ibride plug-in tradizionali: con la batteria carica i consumi sono ridotti al minimo, e in base alle caratteristiche della vettura si possono percorrere alcuni chilometri in modalità 100% elettrica. Quando la carica finisce, però, i consumi sono spesso elevati, specie quando si tratta di auto di grandi dimensioni.

L’arrivo della Mercedes GLE de cambia le carte in tavola. La batteria da 31,2 kWh, grande quasi il doppio di quella di una Smart elettrica, assicura un’autonomia di 99 km misurata nel ciclo WLTP. Tra l’altro si hanno a disposizione 136 CV di potenza e ben 440 Nm di coppia esclusivamente con il motore elettrico, dunque la spinta non manca e si può viaggiare anche nei tratti extraurbani e autostradali fino alla velocità di 160 km/h. Non come in certe ibride plug-in, dove basta chiedere qualcosa in più del minimo sindacale per tirare in ballo il motore termico.

Consumi bassi, anche con la batteria scarica

Quando la batteria si scarica - e qui viene il bello - la SUV ibrida diesel affida il compito al parco 2.0 4 cilindri a gasolio da 194 CV e 400 Nm, dunque i consumi restano bassi, seppur non paragonabili, ovviamente, a quando si viaggia con la batteria carica.

Il valore ottenuto nel ciclo WLTP con la batteria carica, per capirci, parla di 1,1 l/100 km, ovvero 90,9 km/l. Ed effettivamente è un valore plausibile perché è addirittura possibile, con un minimo di attenzione, non consumare nemmeno una goccia di gasolio.

Tornando al diesel, l’ADAC ha rilevato che i motori diesel Euro 6d-TEMP emettono in media meno NOx rispetto ai diesel Euro 6b in misura pari al 76% e all’85% rispetto ai diesel Euro 5, e le misurazioni a campione su strada hanno mostrato una riduzione che va dal 95 al 99%. Dunque, anche con la batteria scarica la Mercedes GLE 350 de è un’auto molto virtuosa in termini di impatto ambientale.

Test drive: le sensazioni di guida della Mercedes GLE 350 de

I consumi reali con batteria carica

Spostarsi in modalità elettrica con la Mercedes GLE 350 de è un gran piacere: la spinta immediata dei 440 Nm è notevole, e l’assenza di rumore è un bel valore aggiunto.

C’è la modalità “elettrico”, che però disinserisco dopo pochi chilometri per testare le prestazioni dei due motori che lavorano in coppia, quello elettrico e quello diesel. La spinta è notevole (0-100 in 6,8 secondi), ma quello che apprezzo di più, dopo circa 60 km tra città e autostrada, sono i consumi: nonostante abbia chiamato in causa più volte i 700 Nm di coppia massima, sono riuscito a percorrere circa 25 km/l. Con le colonnine di ricarica rapida la batteria può essere ricaricata dal 10% fino all'80% in circa 20 minuti.

Quando la batteria si scarica

Ma quanto consumerà la GLE ibrida diesel dopo aver esaurito la carica della batteria? Meno di quanto mi aspettassi, in realtà: negli ultimi 20 km tra extraurbano e città, sono riuscito a rimanere entro i 18 km/l, perché ogni volta che rallentavo accumulavo quel poco di energia utile in partenza, dunque l’aiuto al motore diesel c’è sempre, almeno in partenza. In autostrada, invece, si scende certamente da questo valore, ma senza grosse differenze rispetto alla versione diesel non ibrida. Interessante la possibilità di trainare rimorchi fino a 3.500 kg.

Verdetto

La Mercedes GLE 350 de offre il massimo in tutte le situazioni: in città ci si sposta con il solo motore elettrico, e nei lunghi viaggi si frutta l’efficiente e pulito 2.0 4 cilindri a gasolio.

È un po’ come avere un’auto elettrica con circa 100 km di autonomia e un’auto diesel per i lunghi viaggi, tutto in uno.

Inoltre si gode dei vantaggi riservati alle auto ibride, senza rinunciare alle prestazioni e alla libertà di movimento. Il prezzo di listino è alto, ma considerate le agevolazioni fiscali, il consumo di carburante ai minimi termini (specie se relazionati a una SUV da 2,6 tonnellate), e il maggior valore residuo, il risparmio rispetto alla versione diesel c’è, ed è evidente quando si vanno a confrontare i prodotti finanziari per l’acquisto.

Non ci sono contro, dunque, rispetto alla versione spinta dal solo motore diesel? No, se si ha la possibilità di ricaricare la batteria ogni qual volta se ne abbia bisogno, a casa oppure al lavoro. In caso contrario non si può sfruttare appieno il potente motore elettrico, un grande alleato per abbattere i consumi e incrementare le prestazioni. 

I prezzi della Mercedes GLE diesel ibrida plug-in

Il listino parte da poco più di 80.000 euro, ma nel complesso, sfruttando le formule di finanziamento, si rivela più conveniente della meno costosa versione diesel 300 d grazie ai vantaggi già elencati: per entrambe l’anticipo è di 15.000 euro, mentre il canone mensile per la durata di 36 mesi è di 995 euro per la 350 de contro i 1.092 euro per la 300 d.

Autore: Michele Neri
Opel Mokka-e