Come funziona l'esame della patente per auto

26-Nov-2021  
  • Esame patente

L'esame della patente per auto è costituito da due prove: una teorica e una pratica.

INDICE
Tipologia e tempi degli esami
Quali documenti bisogna presentare durante l'esame?
Come funziona la prova teorica dell'esame della patente per auto?
Su quali argomenti verte l'esame di teoria della patente per auto?
Come superare l'esame di teoria della patente?
Come funziona la prova pratica dell'esame della patente per auto?
Costo per sostenere l'esame 

Per svolgere gli esami i candidati hanno:

  • 6 mesi, dalla data di presentazione della domanda, per il superamento dell’esame di teoria con due prove a disposizione
  • 5 mesi, dal mese successivo alla data di superamento della prova teorica, per il superamento della prova pratica di guida, con due prove a disposizione.

Il rilascio del “foglio rosa” avviene solo nel momento in cui si ha superato la prova teorica.

Chi è in possesso di patente A1 o A2 o A o B1 può conseguire la patente B svolgendo solo la prova pratica di guida.

Di seguito troverete tutto quello che c'è da sapere su come funziona l'esame della patente per auto.

Per gli esami bisogna portare la seguente documentazione:

  • domanda su modello TT 2112 disponibile:
  • attestazione di € 26,40 su c/c 9001
    da presentare su bollettino prestampato in distribuzione presso gli uffici postali e gli uffici motorizzazione
  • attestazione di € 16,00 su c/c 4028
    da presentare su bollettino prestampato in distribuzione presso gli uffici postali e gli uffici motorizzazione
  • documento di identità in corso di validità in visione e relativa fotocopia integrale
  • fotocopia della ricevuta della visita di idoneità psicofisica rilasciata da un medico abilitato, con data non anteriore a 3 mesi se la visita è effettuata da un medico monocratico, non anteriore a 6 mesi se è effettuata da una Commissione medica locale: documentazione e versamenti per la visita medica
  • fotocopia del codice fiscale  o del tesserino sanitario
  • al momento della prenotazione della prova pratica:
    • attestazione di versamento di € 16,00 su c/c 4028
      da presentare su bollettino prestampato in distribuzione presso gli uffici postali e gli uffici motorizzazione
    • attestato di frequenza al corso, di almeno 6 ore, di esercitazioni obbligatorie di guida in orario notturno e su autostrade e strade extra urbane principali presso un’autoscuola con istruttore abilitato

Presentata l'istanza ad un Ufficio Motorizzazione civile, il candidato può chiedere di prenotare la data per sostenere l'esame di teoria. Ricordiamo che la prova di controllo delle cognizioni deve avvenire entro sei mesi dalla data di presentazione della domanda per il conseguimento della patente. Entro il termine di cui al periodo precedente non sono consentite più di due prove.

L'esame di teoria si svolge presso la sede dell'Ufficio Motorizzazione civile presso il quale è stata presentata l'istanza di conseguimento della patente e si sostiene con sistema informatizzato. Il candidato deve rispondere a 40 quesiti, indicando “V” se ritiene un singolo quesito vero o “F” se lo ritiene invece falso. La prova ha durata di trenta minuti ed il numero massimo delle risposte errate consentite è pari a quattro.

Ciascun candidato siede davanti ad una postazione dotata di un pc touchscreen su cui sono visualizzati dei tasti definiti da aree quadrate o circolari. Toccando direttamente lo schermo in queste apposite aree si attiva il comando indicato sull'area stessa. Al candidato viene consegnata una smartcard, che va inserita nell'apposito spazio previsto nel pc per accedere al corso che illustra le procedure per compilare correttamente la scheda d'esame. Terminata la lettura del corso l'esaminatore darà l'avvio alla prova d'esame.

Segnaletica stradale verticale ed orizzontale, segnalazioni, precedenze, limiti di velocità, importanza di un atteggiamento vigile e di un corretto comportamento nei confronti degli altri utenti della strada, osservazione, valutazione e decisione, in particolare tempi di reazione, nonché cambiamenti nel comportamento al volante indotti da alcool, droghe, medicinali, stati d'animo e affaticamento, principi fondamentali relativi all'osservanza della distanza di sicurezza fra i veicoli, allo spazio di frenata ed alla tenuta di strada nelle diverse condizioni sia atmosferiche sia della strada, fattori di rischio legati alle diverse condizioni della strada, in particolare il loro cambiamento in base alle condizioni atmosferiche e al passaggio dal giorno alla notte, caratteristiche dei diversi tipi di strada e relative norme di comportamento, guida sicura nelle gallerie stradali, fattori di rischio specificatamente legati all'inesperienza degli altri utenti della strada e categorie di utenti particolarmente esposte quali bambini, pedoni, ciclisti e persone con mobilità ridotta, rischi legati alla manovra e alla guida di diversi tipi di veicolo e relativo campo visivo del conducente, formalità amministrative e documenti necessari per la circolazione dei veicoli, regole generali di comportamento in caso di incidente (collocazione dei segnali di pericolo e segnalazione dell'incidente) ed eventuali misure di assistenza agli infortunati, fattori di sicurezza legati al veicolo, al carico e alle persone trasportate, precauzioni da adottare nello scendere dal veicolo, elementi di meccanica legati alla sicurezza stradale, i candidati devono essere in grado di riconoscere i difetti più ricorrenti, con particolare riguardo a sterzo, sospensioni, freni, pneumatici, luci e indicatori di direzione, catadiottri, specchietti retrovisori, parabrezza e tergicristalli, sistema di scarico, cinture di sicurezza e dispositivi di segnalazione acustica, sistemi di sicurezza dei veicoli, in particolare impiego delle cinture di sicurezza, poggiatesta e dotazioni per la sicurezza dei bambini, regole di utilizzo dei veicoli legate all'ambiente (corretto impiego dei dispositivi di segnalazione acustica, consumo ridotto di carburante, limitazione delle emissioni inquinanti, etc..., impiego del casco e di ulteriore abbigliamento protettivo di altro tipo, ove prescritto, percezione del motociclista da parte degli altri utenti della strada, fattori di rischio legati ai vari tipi di strada precedentemente indicati, con particolare attenzione agli elementi potenzialmente scivolosi quali tombini, segnaletica orizzontale (ad esempio strisce e frecce) e binari), elementi di meccanica legati alla sicurezza stradale precedentemente indicati, con particolare attenzione all'interruttore di emergenza, ai livelli di olio e alla catena, norme sulla circolazione in autostrada e strade extraurbane principali, trasporto di persone, carico dei veicoli, pannelli sui veicoli, traino dei veicoli e dei veicoli in avaria, responsabilità civile, penale, amministrativa, forme assicurative legate al veicolo diverse dalla RCA, elementi costitutivi del veicolo importanti per la sicurezza, manutenzione ed uso, stabilità e tenuta di strada del veicolo, sistema sanzionatorio, limiti di traino, organi di traino e sistemi di frenatura del rimorchio, conoscenza del comportamento del rimorchio durante la circolazione e limiti di velocità del complesso.

La cosa migliore per superare l'esame di teoria della patente è simulare più schede di esame possibile.

Per chi volesse invece approfondire determinate tematiche, patentati.it mette gratuitamente a disposizione quiz suddivisi per argomento e definizioni di teoria della patente.

Non mancano inoltre alcuni accorgimenti da conoscere quali trucchi, trabocchetti e domande piu' sbagliate, che possono esser utili a rispondere correttamente ai quiz d'esame.

Infine patentati.it propone la lista di tutte le domande vere o false, per scoprire se una determinata affermazione o un quesito legato ad un cartello e' vero o falso.

Superato l'esame di teoria il candidato può richiedere il foglio rosa, che gli consente di esercitarsi alla guida sui veicoli delle categorie per le quali è stata richiesta la patente o l'estensione di validità della medesima. L'autorizzazione è valida per sei mesi e la prova pratica di guida non può essere sostenuta prima che sia trascorso in mese dalla data di rilascio dell'autorizzazione per esercitarsi alla guida.

Gli esami possono essere sostenuti previa prenotazione da inoltrarsi non oltre il decimo giorno precedente la data della prova, entro il termine di validità dell'autorizzazione per l'esercitazione di guida. Nel limite di detta validità è consentito ripetere, per una volta soltanto, la prova pratica di guida. Le sedute di esame pratico per il conseguimento della patente B devono essere organizzate in modo da assicurare quaranta minuti per ogni candidato.

La prova pratica di guida si articola in tre fasi: verifica della capacità del conducente di prepararsi ad una guida sicura, manovre e comportamento nel traffico.

In base a quanto introdotto dalla legge del 29 luglio 2010, n.120, gli aspiranti al conseguimento della patente di guida di categoria B devono effettuare almeno sei ore di esercitazioni obbligatorie di guida presso un'autoscuola, con istruttore abilitato ed autorizzato, di cui 2 in condizioni di visione notturna.

Ciascuna lezione non può avere durata superiore a due ore giornaliere. Le lezioni sono individuali e devono essere così ripartite:

  • guida in condizioni di visione notturna (2 ore)
  • guida su strade extraurbane (2 ore)
  • guida su autostrade o strade extraurbane (2 ore).

La durata della prova e la distanza percorsa devono essere sufficienti per consentire la valutazione della capacità e dei comportamenti di cui è richiesta la verifica. La durata non deve essere inferiore a 25 minuti.

La valutazione del candidato deve riflettere la padronanza dimostrata nel controllare il veicolo e nell'affrontare in piena sicurezza il traffico. Nel corso della prova gli esaminatori devono prestare particolare attenzione se il candidato dimostri o no nella guida un atteggiamento prudente e senso civico. La valutazione deve tenere conto dell'immagine complessiva presentata dal candidato in merito, fra l'altro, ai seguenti elementi: stile di guida confacente e sicuro, che tenga conto delle condizioni meteorologiche e di quelle della strada, delle condizioni di traffico, degli interessi degli altri utenti della strada (in particolare i più esposti), anticipandone le mosse.

Per ulteriori dettagli sulla prova di pratica vi rimandiamo a questo articolo.

Iniziamo con il dire che non esiste un costo univoco valido per ogni autoscuola e regione, inoltre dipende se si fa l'esame di teoria da privatista o attraverso una scuola guida (consigliato).

In linea di massima il costo della teoria varia da circa 200 € (privatista) a 700 € (autoscuola). Il costo delle 6 esercitazioni obbligatorie per legge varia da 250 a 400 €.  mentre il costo per la documentazione richiesta dalla Motorizzazione Civile: e' di circa 150 €.

Autore: Redazione
Alfa Romeo Giulia vs Stelvio