Il certificato di abilitazione professionale per taxi

23-Lug-2019  
  • Taxi auto 2019

Il certificato di abilitazione professionale per taxi è un documento obbligatorio per chi vuole intraprendere il mestiere di tassista.

Di seguito troverete una guida completa al CAP per i taxi: tutto quello che c'è da sapere sul "foglio" che permette di guidare taxi o mezzi da noleggio con conducente.

Quale tipo di CAP consente di guidare un taxi?

Il CAP KB.

Qual è l'età minima per prendere il certificato professionale per taxi?

21 anni. La domanda va presentata dal giorno successivo a quello del compimento del ventunesimo anno.

Quali mezzi si possono guidare con il certificato professionale per taxi?

Tutti quelli guidabili con la patente B con l'aggiunta dei taxi e delle autovetture e motoveicoli (oltre 1,3t.) da noleggio con conducente. Chi è in possesso di CAP KB associato alla patente BE può invece guidare autovetture con rimorchio adibite a noleggio con conducente.

Chi rilascia il CAP per la guida di un taxi?

L'Ufficio Provinciale della Motorizzazione a seguito di un esame e di una visita medica che confermi la persistenza dei requisiti psicofisici necessari al rilascio della patente di guida.

In cosa consiste l'esame per il CAP per la guida dei taxi?

L'esame per il conseguimento del certificato di abilitazione professionale per taxi comprende numerosi argomenti: conoscenza della struttura e del funzionamento di motori a combustione interna (sistemi di lubrificazione e di raffreddamento, impianto di alimentazione, impianto elettrico, sistema di accensione, sistema di trasmissione), conoscenze generali sui lubrificanti e sulla difesa antigelo, conoscenza delle precauzioni da prendere per smontare e rimontare le ruote, conoscenza della struttura, del montaggio, del corretto uso e della manutenzione dei pneumatici, conoscenza dei vari tipi di dispositivi di frenatura, del loro funzionamento delle loro parti principali, dei loro collegamenti, del loro uso e della loro manutenzione quotidiana, capacità di individuare i guasti del veicolo, capacità di riparare piccoli guasti facendo uso degli opportuni utensili, conoscenze generali relative alla manutenzione preventiva del veicolo e alla tempestività delle riparazioni da effettuare, capacità generali e conoscenze geografiche sufficienti per poter usare carte stradali e relativi indici, conoscenza dell'uso economico del veicolo, conoscenza delle misure da prendere in caso di collisione o di altri incidenti (per esempio incendio) per quanto concerne l'assicurazione del veicolo, conoscenza della legislazione nazionale applicabile al trasporto di persone, conoscenza delle responsabilità del conducente connessa con il trasporto di viaggiatori e conoscenza dei documenti relativi ai veicoli e ai viaggiatori, prescritti per il trasporto di viaggiatori all'interno del paese e al passaggio della frontiera.

Come viene svolto l'esame per conseguire il CAP KB per taxi?

Con una scheda composta da 20 domande a risposta multipla: il candidato ha a disposizione 30 minuti. Se si commettono non più di due errori si viene promossi.

Quali documenti ci vogliono per richiedere il CAP per taxi a seguito di un esame?

Una domanda redatta su modello TT 746C, un versamento redatto su c./c. 9901 di 16,20 euro (in distribuzione presso gli uffici dell'UMC e gli Uffici Postali, i codici causali non sono obbligatori, i bollettini di conto corrente postale n. 9001 pagati presso gli uffici postali e finalizzati alla richiesta di operazioni di motorizzazione avranno validità soltanto nel mese in cui avviene il pagamento e nei tre mesi successivi), un versamento redatto su c./c. 4028 di 16 euro (in distribuzione presso gli uffici dell'UMC e gli uffici postali, i codici causali non sono obbligatori) e un versamento redatto su c./c. 4028 di 16 euro (in distribuzione presso gli uffici dell'UMC e gli uffici postali, i codici causali non sono obbligatori) da allegare all'istanza in originale e fotocopia all'atto della prenotazione dell'esame, un certificato medico in bollo (con data non anteriore a tre mesi) rilasciato dall'Ufficiale Medico Sanitario di cui all'art. 119 comma 2 o 4 del Codice della Strada (medico appartenente all'ufficio dell'ASL, medico militare medico FFSS...) e fotocopia dello stesso e la patente in originale in visione e fotocopia completa fronte-retro.

Quali documenti aggiuntivi devono portare i cittadini extracomunitari?

I cittadini extracomunitari devono esibire (in originale o in copia autenticata o in copia semplice con dichiarazione sostitutiva di atto notorio di conformità all'originale in proprio possesso) il permesso di soggiorno o carta di soggiorno al momento della presentazione della richiesta e al momento del rilascio del provvedimento. La ricevuta postale (o rilasciata dalle competenti autorità di P.S.) attestante la richiesta di primo rilascio o di rinnovo del permesso di soggiorno è da ritenersi valida ai fini dell'espletamento di tutte le pratiche presentate presso l'Ufficio Motorizzazione dai cittadini extracomunitari. In questo caso va allegata agli atti della pratica la fotocopia del documento di identità più fotocopia della ricevuta attestante la presentazione dell'istanza di primo rilascio del permesso di soggiorno o (nel caso di rinnovo del permesso) la fotocopia del documento di identità più la fotocopia della ricevuta attestante la presentazione dell'istanza di rinnovo del permesso di soggiorno scaduto con allegata fotocopia di quest'ultimo.

Chi può presentare la domanda?

Il diretto interessato (esibendo un documento di identità in corso di validità), una persona delegata (con documento di identità in corso di validità munita di delega su carta semplice sottoscritta dal titolare della domanda più fotocopia del documento di identità del delegante in corso di validità, la delega deve essere presentata al momento della presentazione della domanda e al momento del ritiro del documento richiesto) o un'autoscuola o studio di consulenza automobilistica.

Cosa succede se il richiedente non è in possesso di carta di identità italiana?

L'identificazione può avvenire tramite documento di riconoscimento equipollente rilasciato da un'amministrazione dello Stato italiano o di altri Stati.

Se il documento è in lingua straniera?

Bisogna allegare una traduzione in lingua italiana – tranne i casi in cui esistono esenzioni stabilite da leggi o accordi internazionali – redatta dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare e legalizzata in prefettura, ovvero da un traduttore e giurata innanzi al cancelliere giudiziario o notaio.

Come funziona il rinnovo del CAP KB per taxi?

Se il certificato di abilitazione professionale per taxi è associato a una patente C o D in corso di validità non va rinnovato. Se il CAP KB per taxi è associato a una patente B va rinnovato dopo cinque anni dal suo conseguimento (se la patente di guida è ancora in corso di validità) o alla scadenza della licenza di guida se quest'ultima scade prima che siano trascorsi cinque anni dal conseguimento del certificato.

Quali documenti ci vogliono per rinnovare il CAP KB?

Una domanda redatta su modello TT 746C, un versamento redatto su c./c. 9001 di 10,20 euro (i bollettini di conto corrente postale n. 9001 pagati presso uffici postali e finalizzati alla richiesta di operazioni di motorizzazione avranno validità solo nel mese in cui avviene il pagamento e nei tre mesi successivi), un versamento redatto su c./c. 4028 di 32 euro, un certificato medico in bollo (con data non anteriore a tre mesi) rilasciato dall'Ufficiale Medico Sanitario e fotocopia dello stesso (certificato non richiesto per chi possiede una patente C, D, CE o DE in corso di validità), la patente in originale in visione e fotocopia fronte-retro e il certificato di abilitazione in originale e fotocopia.

Quali documenti aggiuntivi devono portare i cittadini extracomunitari?

I cittadini extracomunitari devono esibire (in originale o in copia autenticata o in copia semplice con dichiarazione sostitutiva di atto notorio di conformità all'originale in proprio possesso) anche il permesso di soggiorno o carta di soggiorno (più fotocopia) al momento della presentazione della richiesta e al momento del rilascio del provvedimento. La ricevuta postale (o rilasciata dalle competenti autorità di P.S.) attestante la richiesta di primo rilascio o di rinnovo del permesso di soggiorno è da ritenersi valida ai fini dell'espletamento di tutte le pratiche presentate presso l'Ufficio Motorizzazione dai cittadini extracomunitari. In quest'ultimo caso agli atti della pratica bisogna allegare la fotocopia della ricevuta attestante la presentazione dell'istanza di primo rilascio del permesso di soggiorno o la fotocopia del documento di identità più fotocopia della ricevuta attestante la presentazione dell'istanza di rinnovo del permesso di soggiorno scaduto con allegata fotocopia di quest'ultimo.

Chi può presentare la domanda?

Il diretto interessato (esibendo un documento di identità in corso di validità), una persona delegata (con documento di identità in corso di validità munita di delega su carta semplice sottoscritta dal titolare della domanda più fotocopia del documento di identità del delegante in corso di validità: la delega deve essere presentata al momento della presentazione della domanda e al momento del ritiro del documento richiesto) o un'autoscuola o studio di consulenza automobilistica.

Cosa succede se il richiedente non è in possesso di carta di identità italiana?

L'identificazione può avvenire tramite documento di riconoscimento equipollente rilasciato da un'amministrazione dello Stato italiano o di altri Stati.

Se il documento è in lingua straniera?

Bisogna allegare una traduzione in lingua italiana (tranne i casi in cui esistono esenzioni stabilite da leggi o da accordi internazionali) redatta dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare e legalizzata in prefettura, ovvero da un traduttore e giurata innanzi al cancelliere giudiziario o notaio.

Quali documenti ci vogliono per richiedere il duplicato del certificato di abilitazione professionale a seguito di smarrimento, furto o distruzione?

Una domanda redatta su modello TT 746C, un versamento redatto sul c/c 9001 di 10,20 euro (l'attestazione di avvenuto pagamento deve essere incollata nell'apposito spazio, i bollettini pagati presso gli uffici postali e finalizzati alla richiesta di operazioni di motorizzazione avranno validità solo nel mese in cui avviene il pagamento e nei tre mesi successivi), un certificato medico in bollo (con data non anteriore a tre mesi) rilasciato dall'Ufficiale Medico Sanitario (medico appartenente all'ASL, medico militare, medico FFSS.) e fotocopia dello stesso (non richiesto per i titolari di patente C, D, CE e DE in corso di validità), la patente in originale in visione e fotocopia completa fronte-retro, un'attestazione di resa denuncia di smarrimento o sottrazione del CAP rilasciata dagli Organi di Polizia italiani e fotocopia o dichiarazione sostitutiva di resa denuncia redatta su apposito modello e una fotocopia del CAP o estremi del certificato (se posseduti).

Quali documenti aggiuntivi devono portare i cittadini extracomunitari?

I cittadini extracomunitari devono esibire (in originale o in copia autenticata o in copia semplice con dichiarazione sostitutiva di atto notorio di conformità all'originale in proprio possesso) il permesso di soggiorno o carta di soggiorno (più fotocopia) al momento della presentazione della richiesta e al momento del rilascio del provvedimento. La ricevuta postale attestante la richiesta di primo rilascio o di rinnovo del permesso di soggiorno è da ritenersi valida ai fini dell'espletamento di tutte le pratiche presentate presso l'Ufficio Motorizzazione dai cittadini extracomunitari. In quest'ultimo caso agli atti della pratica bisogna allegare la fotocopia del documento di identità più fotocopia della ricevuta attestante la presentazione dell'istanza di primo rilascio del permesso di soggiorno o la fotocopia del documento di identità più fotocopia della ricevuta attestante la presentazione dell'istanza di rinnovo del permesso di soggiorno scaduto con allegata fotocopia di quest'ultimo.

Chi può presentare la domanda?

Il diretto interessato (esibendo un documento di identità in corso di validità), una persona delegata (con documento di identità in corso di validità munita di delega su carta semplice sottoscritta dal titolare della domanda più fotocopia del documento di identità del delegante in corso di validità; la delega deve essere presentata al momento della presentazione della domanda e al momento del ritiro del documento) o un'autoscuola o studio di consulenza automobilistica.

Cosa succede se il richiedente non è in possesso di carta di identità italiana?

L'identificazione può avvenire tramite documento di riconoscimento equipollente, rilasciato da un'amministrazione dello Stato italiano o di altri Stati.

Se il documento è in lingua straniera?

Bisogna allegare una traduzione in lingua italiana (tranne i casi in cui esistono esenzioni stabilite da leggi o accordi internazionali) redatta dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare e legalizzata in prefettura, ovvero da un traduttore e giurata innanzi al cancelliere giudiziario o notaio.

Quali documenti ci vogliono per richiedere il CAP KB se si è già in possesso del CQC per trasporto persone?

Una domanda redatta su modello TT 746C, l'attestazione dei versamenti (10,20 euro su c./c. 9001 – i bollettini di conto corrente n. 9001 pagati presso gli uffici postali e finalizzati alla richiesta di operazioni di motorizzazione avranno validità soltanto nel mese in cui avviene il pagamento e nei tre mesi successivi – e 32 euro su c./c. 4028), la fotocopia della patente di guida e l'eventuale fotocopia del CQC (se formato card). Il CAP ottenuto da persone già in possesso del CQC ha una validità di cinque anni e si intende automaticamente rinnovato con il rinnovo della patente di guida.

Quali documenti aggiuntivi devono portare i cittadini extracomunitari?

I cittadini extracomunitari devono esibire (in originale o in copia autenticata o in copia semplice con dichiarazione sostitutiva di atto notorio di conformità all'originale in proprio possesso) anche il permesso di soggiorno o carta di soggiorno (più fotocopia) al momento del rilascio del provvedimento. La ricevuta postale attestante la richiesta di primo rilascio o di rinnovo del permesso di soggiorno è da ritenersi valida ai fini dell'espletamento di tutte le pratiche presentate presso l'Ufficio Motorizzazione dai cittadini extracomunitari.

Autore: Marco Coletto

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy