SUV GPL di serie: modelli, prezzi e consumi

13-Gen-2019  

Le SUV con impianto GPL di serie sono un’ottima soluzione per chi ama questa categoria di veicoli ma non vuole svenarsi dal benzinaio e non vuole essere soggetto ai blocchi di traffico urbani, che molto spesso colpiscono i veicolo con motore diesel. Analizziamo prezzi e caratteristiche delle SUV nate con la doppia alimentazione benzina/gpl di serie sul mercato presenti sul listino delle auto GPL 2019.

DACIA DUSTER, LA SUV GPL DI SERIE PIÙ ECONOMICA

La Casa romena offre tutta la gamma con impianto GPL di serie, tra l’altro con una differenza di prezzo ben sotto la media del mercato di appena 500 euro, rispetto alla versione a benzina con lo stesso motore. La nuova Dacia Duster GPL ha un prezzo di listino che parte da appena 13.550 euro nell’allestimento Essential, fin troppo povero; quello intermedio Comfort ha un prezzo di 15.250 euro, mentre il più ricco Prestige di 16.250 euro.

Rispetto al modello precedente, questa SUV gassata compatta (è lunga 434 metri) ha finiture migliori, seppure sempre un po’ economiche, e offre un comfort nettamente superiore, sia per la migliore insonorizzazione dai rumori esterni, sia per il nuovo sterzo, più leggero e preciso di prima. Tranquille le prestazioni: il 1.6 4 cilindri aspirato da 115 CV è lento in ripresa, soprattutto nelle marce alte. In quanto ai consumi, viaggiando a GPL la Casa dichiara 11,5 km/l.

Come tutte le SUV a GPL, ad eccezione della più “fuoristradistica” Gonow, sono disponibili solo a trazione anteriore, anche se in altre motorizzazioni, specie in quelle diesel, sono disponibili anche 4x4. Questo per contenere i consumi, dunque i costi di percorrenza, molto cari ai clienti di auto a gas; talvolta è anche per la coppia inferiore rispetto a quella di un motore turbodiesel.

KIA STONIC GPL, PICCOLA SUV URBANA

Il GPL è una delle soluzioni più adatte e “green” per spostarsi in città risparmiando: il diesel, infatti, può essere soggetto a problemi di intasamento del filtro antiparticolato, e le amministrazioni comunali potrebbero proibirne la circolazione nei periodo di “allarme smog”. 

La Kia Stonic GPL è una SUV urbana: la base è quella dell’utilitaria Kia Rio, rispetto alla quale misura pochi centimetri in più in lunghezza (per un totale di 4,14 metri), in larghezza e in altezza. Le dimensioni, dunque, sono adatte anche all’uso prevalentemente urbano. Le prestazioni del motore 1.4 4 cilindri aspirato da 96 CV sono adeguate, ma in ripresa è un po’ pigra. Il consumo medio dichiarato dalla Casa è di 12,7 km/l.

NISSAN JUKE, PICCOLA MODAIOLA GASSATA

Il progetto ha un po’ di anni sulle spalle, ma la Nissan Juke resta una piccola SUV con impianto GPL “di fabbrica” dalla forte personalità. Un po’ più lunga della Stonic (4,14 metri), ha interni economici e non molto spaziosi: si fa apprezzare soprattutto per lo stile. Il motore 1.6 da 108 CV è discretamente brillante, e le doti stradali, complice uno sterzo preciso e un assetto rigido, sono sopra la media del segmento. Prezzi da 19.700 euro (e sconti importanti).

LE SUV COMPATTE GPL PER FAMIGLIE

Le SUV di medie dimensioni con impianto GPL “di fabbrica” non sono molte, ma l’offerta non manca. Una è la Opel Mokka X, che grazie al motore 1.4 4 cilindri turbo da 140 CV sfiora i 200 km/h e copre lo 0-100 in 12,2 secondi; basi i consumi, forse da record tra le SUV a gas di questo segmento: 15,2 km/l. Non male neppure le finiture. I prezzi partono da 25.750 euro.

Due le SUV bi-fuel giapponesi: la Mitsubishi ASX 1.6 GPL, lunga 4,37 metri, e la “sorella maggiore” Outlander 2.0 Bi-fuel GPL, che con i suoi 4,70 metri si posiziona nel segmento D.
La prima è in listino con prezzi da 22.600 euro, e il suo motore da 117 CV le fa raggiungere i 183 km/h e la fa scattare da 0 a 100 in 11,5 secondi; l’altra supera di slancio i 30.000 euro (e sfiora i 40.000 nell’allestimento top di gamma), è disponibile anche con cambio automatico CVT, e il suo motore da 150 CV le consente di raggiungere i 190 km/h e scattare da 0 a 100 in 10,6 secondi (12 con il CVT).

Passando ai modelli coreani, ci sono ben tre SUV a GPL marchiate Ssangyong. La più compatta è la Tivoli (4,20 metri), a cui seguono la XLV (4,44 metri), una sorta di Tivoli allungata, e la Korando (4,41 metri). Non si tratta di SUV low cost, né per il prezzo né per i contenuti, in linea con le concorrenti europee.

La Tivoli e la XLV montano un motore 1.6 4 cilindri aspirato da 128 CV, con un consumo di circa 11 km/l;  sono entrambi pigre in ripresa, ma nel complesso offrono delle prestazioni accettabili. Più potente il 2.0 della Korando GPL da 148 CV, che comunque non è particolarmente scattante. Il consumo è più alto: percorre 8,3 km/l. prezzi da  20.900 per la Tivoli, 21.700 per la XLV, e 24.000 per la Korando.

DR CON IMPIANTO GPL DI SERIE, LE SUV GASSATE CINESI

DR è un marchio di Isernia che assembla componenti prodotte in Cina. Le loro automobili hanno prezzi bassi e una buona dotazione di serie, ma in tema sicurezza sono rimaste indietro rispetto alle concorrenti, e lo stesso vale per le finiture. 

La gamma di SUV con impianto GPL di serie comprende ben quattro modelli. La più piccola è la DR3 GPL, una B-SUV lunga 4,20 metri spinta da un motore 1.5 4 cilindri da 98 CV; il consumo dichiarato è di 10,3 km/l, il prezzo di 16.000 euro. Si passa dunque alla DR4 GPL, SUV compatta lunga 4,35 metri con motore 1.6 4 cilindri da 106 CV con consumo dichiarato di 10,9 km/l e prezzo di 18.000 euro. 

Passando ai modelli più spaziosi, la DR5 Evo GPL, lunga 4,42 metri, monta lo stesso motore 1.6 ma con potenza di 118 CV; percorre 10,1 km/l e con un prezzo di 15.900 euro è quella con il miglior rapporto tra costo e spazio. Infine, la più recente DR6 GPL lunga 4,52: non solo è la più grande, ma è anche l’unica ad essere spinta da un motore turbo (1.5 da 140 CV), dunque è quella con le prestazioni più brillanti; consumo medio 10 km/l, e prezz di listino pari a 21.000 euro.

L’ALTERNATIVA CINESE PIÙ ORIENTATA AL FUORISTRADA

Gli affezionati del GPL sono molto attenti ai costi. Serve tanto spazio a poco prezzo? Dalla Cina c’è la Gonow GX6 4x4 GPL, una grande SUV a trazione integrale lunga 4,97 metri spinta da un motore 2.0 4 cilindri da 126 CV. le prestazioni sono modeste, così come le doti stradali, però lo spazio per passeggeri e bagagli è enorme.

LA MINI SUV GPL INDIANA

Si chiama Mahindra KUV100 GPL ed è da poco arrivata sul mercato italiano. Lunga appena 3,7 metri, fa parte del segmento delle citycar, proprio come la Panda, rispetto alla quale, però, ha finiture più economiche, e la dotazione di sicurezza è ridotta al minimo. Il suo motore è un 1.2 aspirato da 82 CV, in grado di percorrere 12,2 km/l; prezzi da 13.066 euro.

SUBARU FORESTER E KIA SPORTAGE GPL: ORMAI SOLO USATE

Subaru e Kia sono due marchi affezionati al GPL, eppure né la Forester né la Sportage di ultima generazione vengono offerte nella variante bi-fuel con impianto GPL “di fabbrica”. Se si ha intenzione di acquistare un’auto usata GPL, sono due buone soluzioni.

Un classico di sempre, nella versione più aggiornata, è la Subaru Forester Bi-Fuel GPL, alimentata da un 2.0 da 150 cv. Un’ auto di classe con una certa personalità, con dimensioni generose ma non esagerate e una altezza da terra non eccessiva. Un’ottima SUV stradale insomma, che se la cava bene anche su terreni accidentati. Il comfort è elevato e le prestazioni in rapporto ai consumi sono buone per il tipo di auto: 185 km/h, 0-100 in 10,7 secondi e percorrenza media 13,3 km/l.

La Kia Sportage GPL di precedente generazione, invece, montava un motore 1.6 aspirato da 135 CV. Il gap rispetto a quella nuova è parecchio, sia in termini di equipaggiamenti sia di finiture interne, ma l’abitacolo è spazioso e il suo look è ancora piacevole.

Autore: Michele Neri

stai visualizzando 0 commenti su 0 totali
 Lascia un commento

per commentare gli articoli devi fare il login
se non sei ancora registrato clicca qui per entrare a far parte della nostra community!

caratteri scritti: 0 su 1000 massimi