Seat, anche uno scooter elettrico per la Urban Mobility

22-Nov-2019  

Seat ha partecipato alla 9^ edizione dello Smart City Expo World Congress. Il marchio catalano ha presentato l’e-Scooter elettrico. Si tratta di un concept 100% a batteria rivolto alla mobilità urbana, parte della strategia Seat Urban Mobility.

LA STRATEGIA PER LA MOBILITà URBANA

In occasione dello Smart City Expo World Congress, Seat ha compiuto un triplo annuncio. Oltre alla presentazione del Seat e-Scooter concept, il brand ha mostrato il Seat e-Kickscooter concept e ufficializzato la creazione di una nuova unità operativa strategica, la Seat Urban Mobility.

la piattaforma di car sharing

Ciò che rende efficace il lavoro della Seat Urban Mobility è la collaborazione con i rappresentanti delle città e della pubblica amministrazione per apportare nuove soluzioni in favore della mobilità urbana sostenibile. Un esempio è la Seat Minimó concept, presentata all'ultima edizione del Mobile World Congress. Un’altra realtà sviluppata dalla Seat Urban Mobility è Respiro, la piattaforma di car sharing che attualmente opera a Madrid e da poco nella città di L'Hospitalet de Llobregat. La flotta di Respiro è composta da vetture a metano, ma a breve verranno affiancate dalle Seat Mii electric.

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

Così Luca de Meo, Presidente di Seat: “Questa strategica unità operativa ci consentirà di focalizzare la nostra attenzione sulle nuove necessità di mobilità dei cittadini. Seat rappresenta il centro di competenze per la micromobilità per l'intero Gruppo Volkswagen, e ciò include lo sviluppo di prodotti specificamente disegnati per la mobilità urbana per tutte le marche del Gruppo, non solo per Seat. Inoltre, svilupperemo servizi e soluzioni di mobilità sia per clienti privati, sia per le flotte e i servizi di condivisione”.

Queste le parole di Lucas Casasnovas, nuovo Responsabile della mobilità urbana di Seat: “Puntiamo a diventare un alleato per le città e il Seat e-Scooter concept è la risposta alla domanda pubblica per una mobilità più agile. La nostra collaborazione con Silence è un esempio di come la cooperazione tra i partner ci consente di essere più efficienti”.

LO SCOOTER ELETTRICO

Il nuovo Seat e-Scooter concept arriverà nel 2020. Ha un design compatto basato su forme geometriche stilizzate. La versione finale della moto sarà disponibile sia per gli utenti privati, sia per le flotte di servizi condivisi. Seat ha siglato un accordo di collaborazione con Silence, costruttore di scooter con sede a Barcellona. Il motorino elettrico ha un motore da 7 kW con una potenza di 14,8 CV e 240 Nm. La velocità massima è di 100 km/h. L’autonomia è di 115 km. La batteria può essere caricata nelle stazioni di ricarica domestiche o pubbliche a un costo di 0,70 centesimi per ogni 100 km. Sotto al sedile c’è posto per 2 caschi. Gli utenti possono monitorare il livello di carica della batteria o la posizione tramite un'app mobile.

CONNESSIONE TRA AUTO PER MENO TRAFFICO E PIù SICUREZZA

La nuova generazione del Seat e-Kickscooter concept ha invece un'autonomia di 65 km, 2 sistemi frenanti indipendenti e una batteria con una capacità molto più elevata, che raggiunge i 551 Wh. Le vendite della versione attuale hanno totalizzato oltre 10.000 unità. Allo stand Seat si è parlato anche di DGT 3.0, un progetto pilota in collaborazione con l'autorità spagnola per il traffico. Questo programma consente alle auto di comunicare in tempo reale con semafori e pannelli di messaggi autostradali, per migliorare i flussi di traffico e la sicurezza stradale.

Autore: Francesco Bagini
Opel Mokka-e