Lo Scorpione di Abarth a Parco Valentino 2019

12-Giu-2019  

Ci sarà anche lo Scorpione tra gli stand all’aria aperta di Parco Valentino 2019. Abarth parteciperà al Salone dell’Auto di Torino, in programma dal prossimo 19 giugno e fino a domenica 23. In esposizione ci saranno tutte le ultime novità dello storico brand italiano.

LA NUOVA ABARTH 595 ESSEESSE

Abarth porterà in riva al Po’ la nuova Abarth 595 esseesse. Questo modello rende omaggio al leggendario kit di elaborazione degli anni ‘60, ripresentato nel 2009 sulla Abarth 500. La 595 esseesse si rivolge agli amanti delle prestazioni e della sportività tipiche dello Scorpione. Oltre al consueto design grintoso l'esemplare esposto a Torino avrà alcuni Abarth Authentic Accessories powered by Mopar. Per esempio il set batticalcagno in carbonio con la scritta ‘Abarth’ e il set pedaliera sportiva anch'essa in carbonio.

LA LIMITED EDITION ABARTH 124 RALLY TRIBUTE

Allo stand Abarth di Parco Valentino 2019 ci sarà anche l’Abarth 124 Rally Tribute. Si tratta di una serie limitata, prodotta in sole 124 unità, per celebrare la mitica Abarth 124 rally che anche lo scorso anno ha raccolto molti trionfi in vari campionati nazionali e internazionali, come la Coppa FIA R-GT e il Campionato Europeo Rally. Il modello da corsa quest’anno è stato completamente rivisto, per cercare di ripetersi anche nel 2019. La speciale del Salone torinese sfoggerà contenuti esclusivi, come il badge celebrativo specifico sui parafanghi e la targhetta metallica numerata, oltre a una specifica ‘Certificazione di Autenticità’ rilasciata da FCA Heritage. La 124 Rally Tribute è infatti una ‘Instant Classic’ da collezione. Anche questa vettura, come la 595 esseesse, è impreziosita dagli Abarth Authentic Accessories powered by Mopar: una retina universale con logo Mopar, una barra duomi e un'hard top in fibra di carbonio.

LA PRIMA VITTORIA NEL 1950

Al Salone dell’Auto di Torino il marchio fondato da Carlo Abarth festeggerà i 70 anni. Fondata il 31 marzo del 1949, Abarth realizzò come prima vettura una 204 A, derivata da una Fiat 1100. L’anno successivo Tazio Nuvolari l'ha portò al successo in occasione della Palermo-Monte Pellegrino. Da allora le vittorie e i record sportivi e industriali dello Scorpione hanno fatto storia. Fin dalle origini i capisaldi di Abarth sono: massime prestazioni, cura artigianale di ogni prodotto e costante affinamento tecnico.

Autore: Francesco Bagini

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy