Opel Insignia, protagonista della storia di Russelsheim

16-Dic-2020  
  • Opel Insignia, protagonista della storia di Russelsheim

Con l’arrivo della nuova Opel Insignia la Casa di Russelsheim fa un po’ di storia. Partendo dalla Opel Kapitan del 1940, milionesima vettura prodotta dal marchio tedesco, fino appunto all’ultima ammiraglia.

LE ‘FESSURE PER IL SUONO’ DELLA KAPITAN

La Opel Kapitan inaugurò la saga delle ammiraglie. La Kapitan era uno dei modelli con i quali Opel sfidava la migliore concorrenza nel segmento delle auto di classe superiore. Il motore 6 cilindri, la scocca portante, le sospensioni anteriori indipendenti, ammortizzatori idraulici, riscaldamento ad acqua con ventilatore elettrico e bocchette per disappannare il parabrezza: tutti elementi eccezionali per l’epoca. In più a bordo debuttavano autoradio e amplificatori.

LA 20MILIONESIMA OPEL

Nel maggio 1983 una Opel Senator CD di colore argento fu invece la 20milionesima Opel costruita. La Senator presentava, in particolare, un frontale leggermente più largo e alcuni accorgimenti, come l’arretramento del terzo montante e il terzo finestrino laterale, che le conferiva una fisionomia ‘speciale’. Era inizialmente offerta con una gamma di propulsori a 6 cilindri che comprendeva un 2.800 da 140 CV e un 3,0 litri a carburatori da 150 CV oppure a iniezione da 180 CV.

LA CORSA ALL’EFFICIENZA AERODINAMICA

Il 23 Febbraio 1989 una Opel Omega-A 3.0 Station Wagon ancora di colore argento fu invece la 25milionesima auto fabbricata a Russelsheim. La Omega rinnovava i modelli di classe superiore, con una connotazione molto più dinamica: frontale spiovente, fiancate lisce, finestrini avvolgenti. Il Cx era infatti efficiente per l’epoca, compreso fra 0,28 e 0,30 a seconda della versioni.

LA OPEL DEL CENTENARIO

Il 25 Aprile 1994 arrivò la Opel Omega-B MV6, cioé la versione ad alte prestazioni della gamma. Fu la 30milionesima Opel prodotta. Il 2 Dicembre 1999 Opel festeggiò un secolo di produzione automobilistica costruendo la sua 50milionesima automobile: la Opel Omega-B.

INSIGNIA, ED È SUBITO ‘AUTO DELL’ANNO’

Arriviamo così alla Insignia. Lanciata nel 2008, ottenne il riconoscimento di Auto dell'anno per il 2009. La 2^ generazione di Opel Insignia fu presentata al Salone di Ginevra del 2017 e si è evoluta nelle dimensioni e nelle tecnologie. A partire dalle motorizzazioni diesel con il 1.5 con 122 CV e il 2.0 CDTI da 174 CV. L’alimentazione benzina può puntare sul 2.0 Turbo 200 CV che nella versione sportiva GSi raggiunge i 230 CV. L'Insignia, oltre alla trazione integrale intelligente, porta al debutto i fari attivi IntelliLux LED Pixel, in grado di reagire alle condizioni esterne.

Autore: Francesco Bagini
Fiat 500 elettrica