McLaren GT, la prima Gran Turismo di Woking

21-Mag-2019  
  • McLaren GT, la prima Gran Turismo di Woking 01
  • McLaren GT, la prima Gran Turismo di Woking 04
  • McLaren GT, la prima Gran Turismo di Woking 02
  • McLaren GT, la prima Gran Turismo di Woking 03

McLaren toglie il velo alla prima Gran Turismo superleggera. Prestazioni e tecnologia non mancano, per un modello che si ispira alla McLaren Speedtail. Ma la nuova McLaren GT vanta anche 570 litri di capienza sommando il vano anteriore e quello posteriore: c’è posto anche per una sacca da golf o per gli sci. La nuova McLaren GT è già ordinabile, le prime consegne inizieranno verso la fine del 2019. Il prezzo per il mercato Italiano parte da 203.000 euro.

ridefinito il concetto di Gran Turismo

McLaren Automotive lancia il suo modello Gran Turismo. Una vettura moderna che unisce performance a eleganza e fruibilità. Il coinvolgimento del conducente è tipico delle vetture dello storico marchio inglese. Come spiega Mike Flewitt, Chief Executive Officer McLaren Automotive: “La nuova McLaren GT unisce prestazioni sportive con la capacità di attraversare i continenti, il tutto avvolto in un entusiasmante corpo vettura espressione dell’ethos di McLaren che disegna vetture superleggere. Concepita per percorrere lunghe distanze, offre il comfort e lo spazio che uno si aspetta da una Gran Turismo, ma con un livello di agilità che non si è mai visto in questo segmento”.

prestazioni sportive e comfort

La nuova GT va a unirsi alle altre McLaren stradali: Sports, Super e Ultimate Series. La Gran Turismo si pone come nuovo elemento di punta in un segmento in continua crescita. Non solo performance fini a sé stesse, ma anche possibilità di percorrere lunghe distanze comodamente. La leggerezza è una delle doti maggiori di questo nuovo prodotto: la GT ha una struttura in fibra di carbonio resistente e rigida, che le garantisce un peso a secco di 1.530 kg. Per fare un esempio la McLaren GT è più leggera di 130 kg rispetto a una sua diretta concorrente. Il ‘gap’ cresce se paragonata alle altre vetture del segmento.

UNA supercar 'URBANA'

Il motore eroga 620 CV e 630 Nm di coppia. È un V8 4.0 litri bi-turbo pensato su misura per la GT. Il propulsore è abbinato a una trasmissione SSG a 7 velocità. Il tempo da 0-100 km/h si ottiene in 3,2 secondi; da 0-200 km/h in 9,0 secondi. La velocità massima della McLaren GT è pari a 326 km/h. Le sospensioni, lo sterzo e i freni sono stati tutti personalizzati per questo modello e ottimizzati per offrire una straordinaria esperienza di guida GT. Il telaio monoscocca incorpora una struttura posteriore che aggiunge un peso minimo, ma che ha permesso di creare un'area bagagli di 420 litri sotto al portellone in vetro. Il segreto di questa ampia abitabilità è il posizionamento del motore e del sistema di scarico, che hanno permesso di ottimizzare gli spazi. Sulla McLaren GT in totale ci sono 570 litri di spazio utile per il carico.

leggerezza e materiali ricercati

A bordo la visibilità è stata migliorata con i montanti C e i finestrini posteriori incorporati nel design. Le portiere diedrali si aprono verso l’alto. Senza rinunciare alla sportività, l’interno è stato progettato senza dimenticare il comfort: ergonomia, posizione di guida e posizionamento dei comandi. La nuova GT è rivestita con materiali di alta qualità e completata da elementi sofisticati. Tra questi il sistema di infotainement; le ‘ambient lights’; il tetto con il vetro elettrocromatico; interruttori e comandi in alluminio lavorato e zigrinato; la console per la scelta delle marce; le prese d’aria. E’ disponibile anche un sistema audio Bowers & Wilkins a 12 casse. Gli interni in pelle Nappa sono standard, sostituibili con una pelle morbida oppure Alcantara. Novità assoluta sarà il cashmere, disponibile in futuro.

la più ‘accogliente’ di sempre

Il sistema d’infotainment offre il più performante sistema operativo: monta il sistema di navigazione standard dell’industria Here e informazioni sul traffico in tempo reale. L’interfaccia è simile a quella di uno smartphone e lo schermo centrale da 7’’ tattile viene utilizzato per selezionare le funzioni del veicolo. Davanti a chi guida c’è uno schermo da 12,3’’ TFT, la cui grafica è simile a quella degli aerei. Il quadro strumenti può anche visualizzare la navigazione turn-by-turn, le chiamate telefoniche, la fonte sonora e la temperature e pressione delle gomme. I supporti motore sono più morbidi rispetto a quelli della McLaren 600LT, vettura più ‘pistaiola’. Anche le vibrazioni sono state ridotte a tutto vantaggio del comfort sulle lunghe distanze. In modalità 'comfort' la nuova McLaren GT è la più ‘accogliente’ di sempre.

linee sinuose

Vista da fuori, la GT ha muscolosi paraurti posteriori, che incorporano le prese d’aria. La vettura è lunga 4,7 metri: un record per una McLaren. Gli sbalzi anteriori e posteriori sono più pronunciati e grazie a un angolo di attacco di 10 gradi, la McLaren GT riesce a superare i rallentatori stradali ‘più aggressivi’. L’altezza da terra è di 110 mm e attivando la modalità ‘lift’ la guida in contesti urbani risulta agevole come al volante di una berlina. La larghezza e l'assetto della nuova McLaren GT vengono enfatizzati nella parte anteriore con la caratteristica ‘linea di martello’ che corre orizzontalmente attraverso la calandra e attira l'occhio verso le estremità del veicolo. Nella parte posteriore, un'ala integrata fissa, l’ampio diffusore e gli importanti terminali di scarico ricordano che questa è una Gran Turismo, con le prestazioni di una supercar.

dinamiche di guida da McLaren

Le sospensioni della nuova McLaren GT sono in alluminio leggero, con doppio braccio oscillante e ammortizzatori idraulici. Tramite sensori le sospensioni ‘leggono’ la strada interpretando quello che accadrà dopo, con un tempo di reazione di soli 2 millisecondi. Sono 3 le modalità di gestione della dinamica di guida: Comfort, Sport e Track. Lo sterzo idraulico utilizza un'unica ‘mappatura’ software per regalare sensibilità e risposte ottimali. Anche le gomme e freni fanno parte di questo insieme d'eccellenza. McLaren e Pirelli, hanno sviluppato un pneumatico su misura P Zero. Le ruote con cerchi in lega da 21’’, sono le più grandi mai montate su una McLaren, abbinate a ruote da 20’’ all’avantreno. Il sistema frenante ad alte prestazioni è stato progettato per modulare la frenata in ogni situazione.

Autore: Francesco Bagini
Opel Mokka-e