Cupra Tavascan, così cambia il design delle elettriche

02-Ott-2019  
  • Cupra Tavascan, così cambia il design delle elettriche 05
  • Cupra Tavascan, così cambia il design delle elettriche 04
  • Cupra Tavascan, così cambia il design delle elettriche 03
  • Cupra Tavascan, così cambia il design delle elettriche 01
  • Cupra Tavascan, così cambia il design delle elettriche 02

Cupra racconta come cambia il design delle auto elettriche, portando come esempio l’ultima concept car, la nuova Suv coupé 100% elettrica Cupra Tavascan.

ELETTRICA A VISTA D’OCCHIO

Oggi le auto a batterie incominciano a essere presenti sulle nostre strade. Rispetto alle automobili alimentate con carburanti tradizionali, le vetture elettriche sono riconoscibili non solo per la loro silenziosità. L’aerodinamica rappresenta infatti un elemento chiave per ottenere maggiore autonomia. Per questo motivo, vengono meno alcune parti superflue. Su tutte la griglia di aerazione, chiusa sul frontale di tutte le auto full electric.

IL PESO E L’INGOMBRO DELLA BATTERIA

La nuova concept car di Cupra è un esempio di come cambiano il design le vetture elettriche. Così Alberto Torrecillas, designer degli esterni di Cupra: “La sfida più importante, nel processo del design di un’auto elettrica, è l’efficienza aerodinamica”. Altro elemento nuovo rispetto ad un’auto tradizionale, sono le batterie, che richiedono uno spazio adeguato. Per esempio sulla Tavascan sono posizionate nella parte inferiore della vettura. A causa del loro peso è necessario utilizzare materiali leggeri. Infatti la Tavascan è in fibra di carbonio. A ridurre il peso complessivo sono anche le ruote. La nuova concept Suv monta ruote da 22’’ con parti in rame e coprimozzi in fibra di carbonio per canalizzare l’aria e refrigerare i freni.

SENZA GRIGLIA E SENZA SCARICHI

Ciò che caratterizza un’auto elettrica è in primis l’assenza della griglia di ventilazione e del tubo di scappamento. La Tavascan frontalmente presenta invece grandi prese d’aria: 2 canalizzano l’aria che poi viene diretta da un air curtain verso il tettuccio; mentre nel posteriore l’assenza degli scarichi permette una maggiore simmetria a livello visivo. A bordo torna la questione dello spazio occupato dalle batterie. Questo non deve inficiare sull’abitabilità e il comfort dei passeggeri. La Tavascan per ovviare a tale problema è dotata di 4 sedili sportivi in fibra di carbonio, di una leggera ala del dashboard, che pare sospesa, e di 2 console centrali.

MATERIALI, LUCI E COLORI PER UN’IDEA DI COMFORT PIÙ INTENSA

Per incrementare la sensazione di spazio a bordo, i designer hanno giocato sui colori e sui materiali dell’ambiente interno. In questo caso la nappa bianca per i sedili e la parte superiore del dashboard intensificano questo effetto. Inoltre la luce ambiente fa in modo che il dashboard sembri fluttuare nell’abitacolo. Il comfort è completato dallo schermo centrale fluttuante da 13’’ con doppio orientamento, dai sedili con connettività individuale e da un monopattino elettrico presente nel bagagliaio.

Autore: Francesco Bagini
Opel Mokka-e