Hyundai e Kia, lo sviluppo del design con la Realtà Virtuale

20-Dic-2019  

Hyundai e Kia hanno sviluppato un nuovo sistema di analisi delle vetture che utilizza la Realtà Virtuale. In questo modo 20 persone possono partecipare simultaneamente allo sviluppo del design. Oltre a un miglioramento dell’efficienza e della qualità dei processi, la nuova tecnologia riduce i tempi e i costi di sviluppo.

ridotti I TEMPI E I COSTI DI SVILUPPO

Hyundai Motor Company e Kia Motors Corporation hanno battezzato il nuovo VR design evaluation system presso la sede globale del centro di design. Il nuovo sistema utilizza la tecnologia di Virtual Reality per sviluppare i veicoli. Le due Case hanno spiegato che la nuova tecnologia VR verrà utilizzata in futuro da entrambe, a tutto vantaggio del lavoro dei designer e degli ingegneri. Nello specifico la riduzione dei tempi di sviluppo si attesta attorno al 20%, mentre la riduzione dei relativi costi annuali sarà del 15%.

UN INVESTIMENTO Da 15 MILIARDI DI KRW

Questo nuovo sistema rientra in un investimento di 15 miliardi di KRW effettuato nel Centro di Ricerca e Sviluppo di Namyang, in Corea del Sud. Così Albert Biermann, Capo della Divisione R&D di Hyundai Motor Group: “Il processo di sviluppo virtuale è uno step necessario per rispondere velocemente in modo agile ai bisogni dei clienti. Attraverso processi virtuali potenziati miglioreremo la qualità e la redditività, arrivando ad incrementare l’investimento in ricerca e sviluppo per assicurare la competitività nella mobilità del futuro”.

FINO A 20 UTENTI POSSONO LAVORARE NELLO STESSO TEMPO

Per lavorare con la nuova tecnologia si devono indossare i visori VR. Grazie a 36 sensori di rilevamento è possibile monitorare e individuare le posizioni e i movimenti di tutti gli utenti. Fino a 20 addetti possono nello stesso tempo revisionare idee di design in anticipo rispetto all’intero processo di sviluppo. Il sistema simula elementi di design interni ed esterni, luci, colori e materiali, e persino gli stessi ambienti virtuali.

AL DEBUTTO CON L’HDC-6 NEPTUNE CONCEPT CLASS 8

La prima volta che Hyundai ha utilizzato questa tecnologia è stato per la progettazione del mezzo pesante HDC-6 Neptune Concept Class 8, presentato al North American Commercial Vehicle Show. Kia invece ha previsto di espandere le capacità di valutazione di design nello sviluppo di modelli futuri. Il nuovo VR design evaluation system permette inoltre la collaborazione virtuale in tempo reale tra più centri di progettazione disseminati nel mondo.

NON SOLO UTILE PER IL DESIGN

L’impiego in fase di progettazione della realtà virtuale è utile anche in ambito sicurezza. Infatti i partecipanti possono virtualmente testare i veicoli in una varietà di situazioni e ambienti simulati tra cui autostrade, strade urbane, colline, gallerie e condizioni di scarsa illuminazione. Anche le operazioni dei singoli componenti mobili del veicolo, come porte, portelloni, cofano e tergicristalli, nonché l’ergonomia e l’aerodinamicità vengono perfezionate grazie alla VR.

Autore: Francesco Bagini
Fiat Tipo Cross