Fiat, una 500 al MoMA di New York

14-Dic-2018  
  • Fiat, una 500 al MoMA di New York 01
  • Fiat, una 500 al MoMA di New York 02
  • Fiat, una 500 al MoMA di New York 03
  • Fiat, una 500 al MoMA di New York 04
  • Fiat, una 500 al MoMA di New York 05
  • Fiat, una 500 al MoMA di New York 06

Una Fiat 500 al museo: dal 10 febbraio uno splendido esemplare di Fiat 500 serie F verrà esposto al MoMA di New York, in occasione della mostra ‘The Value of Good Design’.

QUATTRO RUOTE DA MUSEO

La 500 è un'icona di stile italiano mai passata di moda e che, nel corso dei decenni, ha conquistato innumerevoli fan in tutto il mondo, grazie ai suoi tratti inconfondibili e alla sua spiccata personalità. Sin dal 1957, Fiat 500 ha saputo regalare un tocco di colore e un sorriso alla quotidianità dei suoi clienti in ogni angolo del mondo, diventando ambasciatore del Bel Paese e affermandosi come icona riconosciuta di design e stile ‘made in Italy’”. Così ha parlato Luca Napolitano, Head of EMEA Fiat and Abarth brands. In realtà una Fiat 500 serie F è già da un anno proprietà del celebre museo newyorkese. Ma per la prima volta viene esposta, dal 10 febbraio al 27 maggio 2019. Al centro dell’esposizione la storia del design industriale attraverso la collezione del MoMA stesso.

DESIGN BELLO E PER TUTTI

Il Museum of Modern Art di New York, conosciuto da tutti come MoMA, con questa mostra esplorerà il potenziale democratizzante del design, anzi del Good Design. In particolare durante il secondo dopoguerra il concept Good Design si diffuse per permettere una ricostruzione rapida e un progresso tecnologico nell’industria e nella società. Oltre alla 500 troveranno infatti posto lungo i corridoi circolari del museo apparecchiature per la casa ed elettrodomestici, oggetti di ceramica e vetro, componenti elettronici, articoli sportivi, giocattoli e grafiche. Verranno così messi in risalto oggetti dal design elegante e dal buon rapporto qualità-prezzo: come Fiat 500, esempio perfetto di good design in ambito automotive.

L'intuizione dI GIACOSA

L’auto della Casa torinese che sarà al MoMA è la 500 serie F, la 500 più famosa di sempre prodotta dal 1965 al 1972. La 500 fu lanciata nel 1957 da Dante Giacosa, l’ingegnere che disegnò anche la ‘Topolino’. La 500 serie F si caratterizza per le linee funzionali e l’utilizzo di materiali intelligenti ed economici. Alla base del progetto c’era l’idea di offrire un’automobile accessibile a tutti, fondamentale in un periodo di ricostruzione. La 500 di Giacosa rappresenta un chiaro esempio del design modernista che la mostra del MoMA intende indagare nel prossimo anno. City car ante litteram, la 500 era una vettura compatta, con il motore collocato sul retro e con un’abitabilità inaspettata. Giacosa fece di necessità virtù: il tettuccio in tessuto pieghevole di serie conferiva a quest'auto economica un tocco di gran classe e riduceva allo stesso tempo i costi, che sarebbero lievitati con un maggiore utilizzo dell’acciaio.

un capolavoro ancora attuale

Nel 2007 Fiat ha deciso di riportare in vita la 500 con il lancio della nuova generazione. La 500 odierna, proprio come la sua illustre antenata, ha immediatamente conquistato tutti. Negli anni sono arrivati anche importanti riconoscimenti internazionali, quali il ‘Car of the Year’ e il ‘Compasso d'oro’.

Autore: Francesco Bagini
The Driver