Alpine: passa dalla concept A4810 la rotta per il futuro del brand francese

07-Lug-2022  
  • New Alpine A4810
  • Alpine concept A4810 posteriore
  • New Alpine concept A4810 IED

E’ quasi un manifesto futurista o futuribile di ciò che potrebbe diventare l’automobile per Alpine, all’alba di un 2035 in fondo non troppo lontano, la nuova “A4810”, avveniristica concept realizzata da un team di ventotto studenti dello IED (Istituto Europeo di Design) con il supporto di designers e progettisti dello storico marchio francese e appena presentata a Milano.

Un’allucinazione aerodinamica, il “ritorno al futuro” di un brand leggendario per chiunque ami le corse e le vetture sportive, che negli ultimi cinque anni ha trovato completo rilancio sfornando un’intera nuova gamma di coupé per la serie “A110” e sposando una efficace strategia comunicativa e di posizionamento che ha restituito esclusività e nuovo smalto competitivo ai più recenti modelli della storica casa fondata da Jean Rédélé.

INDICE
Anteprima su tecnologia di prossima generazione
Misure e design
Un anticipo del Dream Garage
Nuova strategia commerciale e comunicativa

Biposto sperimentale tanto nel design, quanto nell’alimentazione basata sullo sviluppo di un elaborato motopropulsore ad idrogeno, la “A4810” può considerarsi una sorta di preview sulla tecnologia automobilistica di prossima generazione, pur conservando la personalità e i tratti distintivi della marca francese.

Una brand che per tanti appassionati è anche sinonimo di sportività e audacia stilistica, elementi che completano e integrano i tratti salienti delle vetture del Gruppo con logo Renault, come sottolineato nel corso della conferenza stampa dal direttore Comunicazione e Immagine di Renault Italia, Carlo Leoni:

All'interno del Gruppo Renault, Alpine rappresenta e rappresenterà il brand che dovrà incarnare la passione, la sportività e l'innovazione. Il prossimo traguardo è il Dream Garage Alpine, con una serie di nuovi modelli che verranno presentati nel 2024, completamente elettrici, totalmente nuovi ma che, di fondo, avranno la sportività, un posizionamento premium e un carattere profondamente Alpine.

Sofisticate e insieme decisa, a partire dalle dimensioni che mettono in evidenza 5 metri netti di lunghezza, 2 di larghezza e un abitacolo alto appena 1 metro, la innovativa “super berlinette” transalpina coniuga la passione per le prestazioni, con un nuovo livello di sensibilità ambientalista, richiamata già dal nome che si inserisce nella tradizionale nomenclatura Alpine, omaggiando al tempo stesso i 4.810 metri d’altezza toccati dalla vetta del Monte Bianco.

Ma, sin da subito, è l’alternarsi di bombature e spazi vuoti che rende il profilo della “A4810” particolarmente leggero e grintoso al tempo stesso. Caratteri accentuati dalle tinte bi-tono della carrozzeria che giocano sul costante contrasto tra il nero opaco della parte centrale del cockpit e delle minigonne e le sfumature antracite della fibra di carbonio che richiamo lo spirito da competizione e l’anima leggiadra di un’auto concepita per anticipare il futuro.

La nuova “A4810” rappresenta, inoltre, un’anteprima di ciò che sarà il nuovo “Dream Garage Alpine”, chiamato a debuttare in pubblico già entro il prossimo 2024, come rivelato da Cristina Faienza, Alpine Territory Manager:

Stiamo lavorando ad una gamma 100% elettrica, che sarà composta da tre vetture differenti, con target differenti: la berlina compatta, seguita dal crossover e dalla sostituta della A110 in chiave elettrica.

Novità a cui si somma, nelle parole di Faienza, un’avanzata strategia di sviluppo progettuale a cui intende ispirarsi la casa francese:

Le nostre eccellenze ingegneristiche stanno anche lavorano con lo sguardo rivolto al mondo della Formula 1 e, quindi, le nostre auto saranno sicuramente dotate di tecnologie che oggi sono già presenti nella Formula 1 reinterpretate sulle nostre vetture di serie.

Ma la strategia di rilancio della Casa di Dieppe, dal 2018 ad oggi, è passata e continua a passare anche attraverso la ricostruzione e l’ampliamento di una rete commerciale che può già contare su oltre 150 punti vendita fra Europa, Asia e Australia e sul consolidamento e l’idea di espandere il network composto dai sei “Alpine Center” attualmente presenti a Roma, Milano, Firenze, Bari, Udine e Caserta. Senza tralasciare l’heritage, il glorioso passato di questo marchio, tornato a risplendere anche grazie alla rinnovata partecipazione agli appuntamenti dedicati alle vetture storiche come “Auto e Moto d’Epoca di Padova” o la “Milano Autoclassica”, fissati per quest’anno rispettivamente ad ottobre ed a novembre, ed alle “Alpine Experience”, allestite su pista ed in strada dal costruttore francese, per regalare a proprietari e semplici appassionati del brand della grande “A” il brivido di provare i modelli di ultima uscita, sotto lo sguardo vigile e la guida di istruttori professionisti.

Autore: Redazione
Opel Mokka-e