Porsche presenta le due versioni sovralimentate della noveundici siglata 991, la nuova 911 Turbo e la nuova 911 Turbo S, il massimo in termini di prestazioni e tecnologia della supercar con motore a sbalzo. Tra le novità introdotte un inedito sistema di trazione integrale, il sistema a quattro ruote sterzanti – che ha debuttato sulla nuova 911 GT3 –, l’aerodinamica attiva e i fari full LED. Esteticamente le nuove 911 Turbo sono riconoscibili dai passaruota allargati di 28 mm rispetto a quelli già maggiorati della 911 Carrera 4, dai cerchi in lega fucinati bicolore da 20”, dal kit aerodinamico e dalle grandi prese d’aria laterali.


Potenza fino a 560 cv e oltre 10 km/l

Il 3.8 litri sei cilindri boxer con due turbine a geometria variabile della nuova Porsche 911 Turbo sviluppa 520 cv di potenza, che diventano 560 per la 911 Turbo S. Di serie per entrambe il cambio automatico doppia frizione PDK a 7 rapporti abbinato al sistema Start&Stop in grado di scollegare il motore in fase di decelerazione, che insieme al nuovo sistema di gestione termica del motore e ad altri accorgimenti ha contribuito ad abbassare i consumi del 16% rispetto al modello precedente. Il risultato è un consumo medio di 9,7 l/100 km nel ciclo NEDC sia per la Turbo sia per la Turbo S.


Accelerazioni da dragster e record al Nürburgring

La stratosferica potenza del 6 cilindri boxer e il nuovo sistema di trazione integrale PTM con frizione a lamelle a gestione elettronica e dotato di raffreddamento a liquido permettono alla nuova 911 Turbo dotata del pacchetto Sport Chrono di accelerare da 0-100 km/h in 3,2 secondi, meglio di quanto non riuscisse a fare la precedente 911 Turbo S, mentre la nuova 911 Turbo S riesce a coprire lo scatto da 0-100 km/h in 3,1 secondi e a raggiungere una velocità massima di 318 km/h. Il tempo impiegato per completare un giro sul circuito Nordschleife del Nürburgring è inferiore ai 7 minuti e 30 secondi.


Aerodinamica attiva e asse posteriore sterzante

Per garantire un handling superbo alla nuova 911 Turbo gli ingegneri di Stoccarda hanno sviluppato un sistema aerodinamico attivo composto da uno spoiler frontale e uno spoiler posteriore estraibile, entrambi regolabili in 3 posizioni: Speed per avere un basso carico aerodinamico e quindi una maggior efficienza, una posizione intermedia, e la posizione Performance per ricevere la massima deportanza e quindi una maggiore aderenza al suolo, tanto che in questa posizione il tempo al Nürburgring scende di 2 secondi.
Per aumentare la maneggevolezza delle nuove 911 Turbo e 911 Turbo S Porsche ha introdotto l’asse posteriore sterzante, che sposta le ruote nella direzione contraria a quella delle ruote anteriori fino ai 50 km/h per offrire una maneggevolezza superiore e nella stessa direzione una volta superati gli 80 km/h per una stabilità migliore tanto più è elevata la velocità.


Prezzi in Italia

Sul mercato italiano le nuove Porsche 911 Turbo e 911 Turbo S saranno disponibili a partire da settembre 2013 al prezzo di rispettivamente 165.772 euro e 199.531 euro.