La BMW Serie 1M Coupé è arrivata alla fine della carriera della prima BMW Serie 1, quando ormai la seconda serie che è attualmente in vendita era pronta per uscire sul mercato. La 1M sarà anche arrivata in ritardo, ma è un auto così speciale che si può passare sopra al fatto che ci sia già il nuovo modello in circolazione.

 

Motore e prestazioni della BMW 1M

La BMW 1M Coupé è pioniera di soluzioni tecniche inedite nel mondo M. Infatti la 1M è dotata di un motore turbo e non uno aspirato. Un biturbo per essere precisi, che si trova anche su 135i, 335i, 535i, Z4 35i e alcuni Suv BMW, ma in versione più pompata per ottenere prestazioni degne del marchio M. E’ il classico 6 cilindri in linea BMW montato longitudinalmente con l’aggiunta di due turbine, sviluppa 340 cv e una coppia di 450 nm tra i 1.500 e i 4.500 giri che diventano 500 con l’overboost per brevi momenti in cui si affonda il pedale del gas. Questo significa che con la 1M, in confronto con la M3 che deve essere strapazzata come una moto per esprimere le sue potenzialità, si può affondare il gas in quarta a 50 km/h senza scalare e godersi la poderosa coppia che vi fionda in avanti. Il motore, nonostante sia biturbo, fa un bel rumore, anche se molto diverso dall’ululato del V8 4.2 che si trova sull’M3.

La BMW 1M pesa 1.570 kg, non troppi in rapporto alla potenza ( con un rapporto di 217 cv/tonnellata), accelera da 0-100 in 4,9 secondi ed è autolimitata a 250 km/h come tutte le auto tedesche, ad eccezione di alcune Mercedes AMG Performance che raggiungono, grazie alla rimappatura della centralina, i 300 km/h.

La tenuta di strada della 1M è eccezionale, ha cerchi da 19 pollici con pneumatici 245/35 anteriori e 265/35 posteriori. Sulla 1M è presente il differenziale autobloccante che evita il patinamento della ruota interna posteriore in uscita di curva e permette di fare spettacolari sovrasterzi, ma questo richiede una certa esperienza di guida proprio perché avendo un elevato grip sull’asfalto quando le ruote posteriori partono lo fanno poco gradualmente.

 

BMW 1M o M3?

La BMW 1M ha prestazioni molto vicine a quelle dell’attuale M3. Certo, quest’ultima ha un V8 da 420 cv, ma da 0-100 impiega solamente un decimo di secondo in meno e la velocità è sempre autolimitata a 250 km/h. E’ la guida che è completamente diversa, trattandosi di un motore aspirato che gira forte se tenuto su di giri. La coppia infatti è di 400 nm, ma la esprime a un regime di 3.900 giri, e se aggiungiamo il peso più elevato di quasi un quintale, si può dire che vanno forte più o meno uguali.

La cosa impressionante dell’M3 è il favoloso allungo fino agli oltre 8.000 giri. Non che abbia carenze ai regimi inferiori ma a quelli elevati è davvero un motore da corsa, con un rumore esaltante. Il problema è avere strade libere per sfruttare il purosangue. Problema che la BMW 1M non ha: il suo motore è sempre pronto ed è più godibile nel traffico perché la coppia è subito disponibile, spinge forte ad ogni regime e permette di fare un uso molto limitato del cambio.

 

Prezzo

La BMW 1M ha un prezzo di 53.800 euro. Si discosta parecchio dal prezzo della sorella minore 135i, che costa 44.200 euro, ma non sono troppi in rapporto alle prestazioni che offre. Oltretutto se paragonata alle rivali con prestazioni analoghe si può dire che la 1M offre un buon rapporto prezzo/prestazioni. E il bello della 1M è che offre divertimento e piacere di guida da sportiva pur trattandosi di una comoda due porte con 4 posti veri. Un’auto sfruttabile a 360 gradi, adatta anche come auto di famiglia se non si hanno particolari esigenze di spazio. La M3 ha un prezzo 17.600 euro più alto della più piccola 1M, che quanto a prestazioni e divertimento non ha molto da invidiarle.