Seat: il test della gamma SUV, dalla Arona alla Tarraco

29-Mag-2019  

La Casa di Martorell le chiama Seat Urban Vehicles. Ed è una storia di grande successo: da gennaio a oggi le tre SUV spagnole hanno rappresentato quasi il 58% delle vendite del marchio, con una crescita del 13,9% rispetto all’anno scorso. Ce n’è per tutti i gusti, dalla piccola Arona (anche a metano) alla grande Tarraco, passando per la compatta Ateca.

SEAT ARONA

La più piccola delle Seat Urban Vehicles si trova in un segmento in forte ascesa. Sfrutta il pianale della Seat Ibiza (MQB-A0), e con le sue dimensioni compatte si rivela una perfetta urban SUV, adatta a districarsi nel traffico cittadino pur offrendo gli ingredienti tanto amati dagli automobilisti 4.0: l’aspetto da crossover, una seduta di guida rialzata e un pizzico di versatilità in più rispetto a una tradizionale utilitaria, che si traduce in un accesso più comodo, più spazio per i passeggeri e un bagagliaio più generoso, nello specifico di 400 litri.

Lunga 4,14 metri e alta 1,55, la Seat Arona è una SUV brillante tra le curve e sobria con qualunque motorizzazione. È disponibile solo a trazione anteriore con motori a benzina 1.0 3 cilindri da 95 CV o da 115 CV, e 1.5 4 cilindri da 150 CV. Non mancano le motorizzazioni per chi macina chilometri: il diesel 1.6 TDI da 95 CV e la versione a metano 1.0 TGI da 90 CV, 5 in meno della versione a benzina.

La Seat Arona 1.0 TGI è l’unica SUV a metano, ad esclusione delle cinesi DR che però non sono in alcun modo paragonabili alla spagnola per qualità e contenuti. È monovalente, dunque gode dei vantaggi sulla tassa di possesso, variabili in base alla regione. Questo significa anche che il serbatoio della benzina è di appena 9 litri, ma con le tre bombole del metano da 13,8 kg si possono percorrere 360 km con meno di 14 euro (autonomia in base al ciclo WLTP, dunque verosimile nell’uso reale).

Le note dolenti? Le prestazioni calano un po’ (0-100 in 13,2 secondi vs 10,9 della 1.0 TSI da 95 CV), e il bagagliaio è meno ampio (282 litri vs 400) a causa dello spazio rubato dalle tre bombole del metano, nascoste sotto il pianale. Pur essendo la meno potente della gamma, offre prestazioni più che dignitose e un comportamento su strada piacevole. Buono anche il livello di comfort.

I prezzi della Seat Arona partono da 17.300 euro per la 1.0 EcoTSI 95 CV Reference, mentre la versione a metano costa 1.500 euro in più. È in promozione a partire da 14.900 euro.

SEAT ATECA

Con la Seat Ateca ci troviamo nel fortunato segmento delle SUV compatte che hanno conquistato le nostre strade da più di 10 anni, occupando molto spesso spesso il posto delle più classiche berline compatte a 5 porte come la Seat Leon, per restare in famiglia. Lunga 4,36 metri, non è troppo ingombrante e offre spazio adeguato per una famiglia. 

Le finiture sono curate, e la gamma di motori offre soluzioni per tutti, dall’1.0 TSI a benzina da 115 CV per l’uso cittadino al diesel a trazione integrale 2.0 TDI 4Drive da 190 CV, passando per la versione da 150 CV e per il più piccolo 1.6 TDI da 115 CV. Anche sulla Ateca c’è l’1.5 TSI da 150 CV, il brillante turbobenzina con disattivazione di 2 dei 4 cilindri ai carichi parziali, per chi tiene alle prestazioni e non percorre molti chilometri.

Ho provato la Ateca 2.0 TDI 4Drive DSG da 190 CV, una versione dotata di tutto quello che si può desiderare da una SUV compatta: tanta potenza, trazione integrale e un cambio automatico rapido ed efficiente. Scatta da 0 a 100 in 7,2 secondi, raggiunge i 212 km/h e, in base alla modalità di guida selezionata, è capace di garantire viaggi in gran comfort o di farsi più tesa, pronta a rispondere alle richieste del driver pur senza eccessi.

Passando al listino, si parte da 24.020 euro e si scende a 20.500 con la promozione in corso.

SEAT TARRACO

Con la sua prima SUV a 7 posti, Seat non solo offre un’auto dallo spazio sconfinato, capace di soddisfare le esigenze di quelli che si portano dietro l’intero guardaroba e metà del garage quando vanno in ferie. Con questo modello, Seat ha alzato l’asticella in termini di qualità.

Lo si percepisce non appena si mette il naso nell’abitacolo, pulito nello stile quanto curato nei dettagli, e si resta sorpresi non appena ci si mette alla guida, perché la Seat Tarraco riesce nell'impresa di nascondere il suo peso, dimostrandosi incredibilmente agile e piacevole da guidare.

In 4,74 metri di lunghezza, la Seat Tarraco ospita tre file di sedili, di cui l’ultima meno confortevole (come su tutte le SUV a 7 posti) ma comunque utile per le emergenze e sufficientemente spaziosa per dei bambini. Il bagagliaio nella versione a 5 posti è di 760 litri, e passa a 700 nella versione a 7 posti con l’ultima fila abbattuta. 

I motori: il benzina 1.5 TSI da 150 CV, perfetto se si sta sotto la soglia dei 15.000 km all’anno, e il diesel 2.0 TDI da 150 e 190 CV; il primo anteriore e manuale o 4Drive e DSG, il secondo esclusivamente 4Drive e DSG. I prezzi partono da 29.975 euro per la Tarraco 1.5 TSI 150 CV Style), ma si scende a 24.900 euro con la promozione.

Autore: Michele Neri

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy