Renault Koleos Initiale Paris 2.0 dCi 175 CV 4x4 X-Tronic, la prova su strada

25-Giu-2018  

La Renault Koleos, SUV top di gamma della Losanga, è stata completamente rinnovata l’anno scorso. L’elegante carrozzeria cela una meccanica derivata dalla Nissan X-Trail in grado di affrontare percorsi off-road di media difficoltà, mentre su strada si rivela tranquilla: l’impostazione generale è senza dubbio votata al comfort. Enorme e ben rifinito l’abitacolo.

COME SI PRESENTA

Il successo della scorsa generazione di Renault Koleos è stato frenato dal suo aspetto estetico. Nell’acquisto dell’auto, come in tante altre situazioni, anche l’occhio vuole la sua parte. Con la seconda generazione la Koleos è stata cambiata da cima a fondo e propone forme in linea con quello che chiamano family feeling, ovvero la somiglianza con gli altri modelli del brand. L’allestimento Initiale Paris, poi, dà il suo tocco in termini di eleganza con cromature e cerchi in lega da 19 pollici con disegno dedicato.

L’abitacolo è il pezzo forte di questa SUV media, spazioso e curato. D’altra parte le dimensioni della nuova Renault Koleos sono cresciute e non poco: raggiunge 4,67 metri in lunghezza e 1,84 in larghezza.

I sedili anteriori della Koleos Initiale Paris sono due poltrone in pelle regolabili elettricamente, riscaldabili e - per nulla scontati anche sulle auto più lussuose - ventilati, semplicemente premendo un bottone. E chi siede dietro può godere di un comfort da business class.

A ricordare ai passeggeri che si è seduti su una top di gamma ci pensano anche il raffinato impianto audio firmato Bose e la ricarica wireless per lo smartphone. Il sistema multimediale è lo stesso delle altre Renault, l’R-Link2 con schermo touch verticale (in stile tablet) da 8,7 pollici, integrato con Android Auto e Apple CarPlay.

Infine il bagagliaio, altro elemento determinante quando si parla di auto per famiglie. Quello della Koleos ha una soglia di carico piuttosto alta, ma è ben rifinito e generoso, anche se non da record. Comodo il portellone ad apertura elettrica, di serie sulla Initiale Paris.

COME VA

Sotto la scorza modellata dai designer Renault si nasconde la meccanica della Nissan X-Trail. Ci troviamo dunque di fronte a un’auto robusta, che non teme di lasciare l’asfalto per avventurarsi in strade sterrate per niente accomodanti, grazie alla discreta altezza da terra e alla trazione 4x4 inseribile con blocco del differenziale, in funzione fino alla velocità di 40 km/h. Gli angoli di attacco e di uscita sono di rispettivamente 19° e 28°, mentre l’altezza da terra è di 21 centimetri.

Questa caratteristica non preclude però un comfort di alto livello, intaccato leggermente dal rumore dell’unità turbodiesel a freddo. La Koleos ama le lunghe percorrenze, e il cambio CVT crea una spinta senza soluzione di continuità, piacevole e rilassante. Ma è anche un’auto che non incita a spingere sul pedale del gas sia per lo stesso CVT - non il più indicato tra i cambi automatici per chi ha il piede pesante - sia per le il baricentro alto e le sospensioni morbide, che sono causa di rollio in curva ma si rivelano un toccasana quando ci si trova su un asfalto irregolare.

Al contrario di altre vetture della Casa francese, la Koleos non è dotata del sistema a quattro ruote sterzanti 4Control, che in quanto a maneggevolezza fa miracoli, anche su modelli tutt’altro che sportivi come la Espace. Non c’è neppure il Multisense, che consente di cambiare il carattere dell’auto, da “Sport” a “Eco” passando per altre modalità di guida. No, la Koleos è un’auto comoda, e così resta in tutte le situazioni. Infine, il CVT - caso unico in Casa Renault dove spopola l’automatico a doppia frizione EDC - è quello della X-Trail. E, a onor del vero, non è di quelli con eccessivo “effetto scooter”, grazie anche alla corposa coppia massima di 380 Nm del 2.0 dCi.

Le prestazioni offerte dal motore 2.0 dCi da 175 CV sono in linea con quelle delle concorrenti di pari potenza e trazione 4x4. Lasciando parlare i numeri, supera i 200 km/h di velocità massima e impiega 9,5 secondi per l’accelerazione 0-100 km/h. Il consumo non è certo da risparmiatore seriale: la Casa dichiara 16,9 km/l, ma con una guida attenta, nell’uso reale, è difficile superare i 14 km/l, che scendono a 11-12 km/l considerando anche i percorsi cittadini e autostradali.

QUANTO COSTA

Il listino della Renault Koleos parte da poco più di 31 mila euro nella versione 1.6 dCi a trazione anteriore, promozioni escluse, mentre la top di gamma 2.0 dCi 4x4 Initiale Paris raggiunge i 43 mila euro.

POSSIBILI ALTERNATIVE

Con i suoi 4,67 metri di lunghezza, la Renault Koleos è una SUV dalla stazza abbondate. Le alternative di pari dimensioni sono la Hyundai Santa Fe 2.2 CRDi 4WD da 200 CV, la Skoda Kodiaq 2.0 TDI 4x4 DSG da 190 CV, e la Peugeot 5008 2.0 BlueHDi GT EAT8 da 180 CV, quest’ultima disponibile esclusivamente con la trazione anteriore.

PUNTI DI FORZA

  • L’abitacolo è spazioso e le finiture sono curate
  • Il comfort di alto livello: macinare chilometri è poco affaticante
  • La dotazione di serie è molto ricca; piacevoli i sedili ventilati nelle stagioni calde

PUNTI DI DEBOLEZZA

  • In velocità è silenziosa, ma a freddo il 2.0 dCi si fa sentire
  • Manca il 4Control, e il piacere di guida non è al livello delle altre vetture della Casa francese
Autore: Michele Neri
Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, eBrave S.r.l. utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy