Opel Corsa Electric, nuovo stile e 405 km di autonomia 

15-Dic-2023  
  • Opel Corsa Electric 156 Cv
  • Opel Corsa Electric 156 Cv foto
  • Opel Corsa elettrica 156 Cv
  • Opel Corsa elettrica 156 Cv foto
  • Opel Corsa Electric 156 Cv 2024
  • Opel Corsa Electric 156 Cv 2024 foto
  • Opel Corsa Electric 156 Cv 2024 interni
  • Opel Corsa Electric 156 Cv 2024 sedili
  • Opel Corsa Electric 156 Cv selettore cambio
  • Opel Corsa elettrica 156 Cv 2024
  • Opel Corsa elettrica 156 Cv 2024 foto
  • Opel Corsa Electric GS 156 Cv
  • Opel Corsa Electric GS ricarica bocchettone
Citroën C4 X

L’Opel Corsa Electric si pone nel segmento delle piccole elettriche con una forte personalità e un’autonomia di prim’ordine, grazie al nuovo potente motore da 156 Cv e la nuova batteria da 51 kWh. 

L’autonomia migliora di 48 km rispetto alla versione da 136 Cv grazie a una nuova batteria e alla migliore efficienza del propulsore.

INDICE
La Opel Corsa Electric restyling 2024 in breve
Perché ha più autonomia?
Test drive: le impressioni di guida della Corsa Electric da 156 Cv
I prezzi di listino: 1.150 euro di differenza tra la 136 Cv e la 156 Cv

Mai come sulla Opel Corsa un restyling di metà carriera ha giovato allo stile. Il nuovo frontale - definito “Vizor” dalla Casa tedesca - ha debuttato sulla Opel Mokka di ultima generazione e cambiando il linguaggio stilistico delle vetture Opel.

La Opel Corsa è tra le più desiderabili nel suo segmento e nelle tinte bicolore, magari in abbinamento ai nuovi cerchi in lega neri, è molto cool. A proposito di colori, con il restyling si è aggiunto il nuovo Grafik Grey.

Tra le novità introdotte con il restyling ci sono i fari a matrice di LED (optional a 750 euro sull’allestimento GS) e, nell’abitacolo, un nuovo sistema multimediale con schermo touch da 10 pollici e sistema a widget, dunque simile a uno smartphone. Per la prima volta è possibile collegare il proprio smartphone attraverso Apple CarPlay e Android Auto in modalità wireless, e si può anche caricarlo senza fili.

Gli interni hanno un’impostazione classica, invariata rispetto alla Corsa pre-restyling. Non c’è alcun effetto wow, ma si apprezzano le rotelle e i tasti fisici per regolare volume e climatizzazione in modo semplice e immediato. 

La gamma motori della Opel Corsa elettrica prevede ora due versioni, una da 136 Cv con batteria da 50 kWh e autonomia di 357 km, e quella nuova da 156 Cv con batteria da 51 kWh e autonomia di 405 km.

L’aumento dell’autonomia della Corsa Electric da 156 Cv non è certo data dal singolo kWh aggiuntivo, ma da una serie di modifiche: la nuova batteria ha meno celle, meno moduli, pesa meno, e vanta un raffreddamento ad acqua glicolata. Inoltre questa versione è dotata di pompa di calore per la climatizzazione, e il nuovo motore  sincrono a magneti permanenti è più efficiente.

Una delle prime cose che noto è l’assenza della classica leva del cambio, sostituita da una ben più pratico selettore inserito all’interno del tunnel centrale. Oltre a non occupare spazio, non consente errori quando si inserisce la retromarcia, disposta tra le posizioni “N” e “P”. L’altra sono i nuovi sedili, presi dalla Opel Mokka. Sono comodi e più avvolgenti di quelli della vecchia Corsa.

Le prestazioni sono più brillanti, e le sensazioni sono confermate dai numeri: l’accelerazione 0-100 km/h viene coperta in 8,1 secondi, mentre la velocità massima è limitata a 150 km/h (come sulla 136 Cv) per preservare l’autonomia.

Le tre modalità di guida “Eco”, “Normal”, e “Sport” incidono sulla potenza erogata, di rispettivamente 82 Cv, 109 Cv e 156 Cv in quella più sportiva. Così, anche se si dovesse avere il piede pesante, basta impostare la modalità “Eco” per non avere ripercussioni sull’autonomia.

La Corsa elettrica è vivace, agile, ben piantata a terra. E molto scattante nella modalità "Sport": i 260 Nm di coppia massima si sentono tutti non appena si accelera. Districarsi nel traffico è un gioco da ragazzi, e le partenze ai semafori sono sempre un piacere.

Inserisco la modalità “Normal”, l’autonomia stimata dal computer di bordo aumenta, e c’è abbastanza spinta per trarsi d’impaccio in ogni situazione: forse è la modalità più equilibrata per un uso cittadino ed extraurbano. Ma se non si ha fretta, quella “eco” è senza dubbio la più indicata per fare tanta strada senza preoccuparsi di restare senza carica.

I tempi di ricarica variano, come sempre, dalla fonte di alimentazione. La Opel Corsa Electric è compatibile con colonnine rapide fino a 100 kW in corrente continua, dove recupera dal 20 al 80% della carica in 30 minuti. 
In corrente alternata può ricaricare a 7,4 kW attraverso il caricatore di serie o a 11 kW con quello opzionale.

A parità di allestimento, la differenza di prezzo tra la Corsa Electric da 136 Cv e quella da 156 Cv è di appena 1.150 euro: il listino è di rispettivamente 37.500 e 38.650 euro.

E con la formula finanziaria? 149 euro al mese, proprio come la Corsa a motore endotermico. La differenza è nell’anticipo e nella maxi rata finale in caso di riscatto, maggiori per la elettrica. Ma alla fine è possibile restituirla senza alcuna penale.

Autore: Michele Neri