Nuova Peugeot 2008, la prova su strada della baby SUV

04-Dic-2019  
  • Nuova Peugeot 2008 tre quarti arancione movimento
  • Nuova Peugeot 2008 tre quarti posteriore a
  • Nuova Peugeot 2008 profilo statica
  • Nuova Peugeot 2008 dettaglio faro
  • Nuova Peugeot 2008 plancia
  • Nuova Peugeot 2008 dettaglio cruscotto 3d
  • Nuova Peugeot 2008 dettaglio interno
  • Nuova Peugeot 2008 sedili posteriori
  • Nuova Peugeot 2008 focal audio
  • Nuova Peugeot 2008 baule
  • Nuova Peugeot 2008 profilo mov
  • Nuova Peugeot 2008 statica tre qaurti anteriore
  • Nuova Peugeot 2008 tre qaurti lontana
  • Nuova Peugeot 2008 frontale mov
  • Nuova Peugeot 2008 posteriore movimento

La trasformazione a SUV è ora completa: la nuova Peugeot 2008 non si riconosce quasi, anche perché riprende le linee aggressive e giovanili della nuova sorellina 208, anch’essa ben lontana dallo stile del modello precedente. Si tratta di un’auto nuova da cima a fondo: offre tanto spazio in più, interni nuovi con strumentazione 3D e motorizzazioni diesel, benzina (con cambio manuale a 6 o automatico a 8) e una elettrica da 136 CV e 310 km di autonomia, la stessa della 208.

Come si presenta

Nonostante l’altezza invariata, la nuova Peugeot 2008 ha un’aria più imponente, da vera SUV, o meglio, “CUV” secondo la Casa - acronimo di City Utility Vehicle. È muscolosa, spigolosa, con gruppi ottici che ricordano zanne (davanti) e artigli (dietro). Più imponente in fin dei conti lo è davvero, tanto da arrivare ad essere una B SUV “plus”: rispetto alla versione precedente è più lunga di 14 cm (4,3 metri in totale) e più larga di 3, con 6,5 cm di passo extra rispetto alla sorellina 208.

Questo si traduce in tanta abitabilità in più, soprattutto per chi siede dietro (anche chi è alto 185 cm, come nel mio caso) e in un bagagliaio più grande di una trentina di litri, per un totale di 434 litri. Bagagliaio che rimane invariato anche nella versione e-2008 elettrica che, come nel caso della 208, monta le batterie sul fondo dell’auto.

Le motorizzazioni tradizionali invece si dividono nelle due diesel 1.5 quattro cilindri da 100 e 130 Cv e nelle tre benzina 1.3 tre cilindri PureTech da 100, 130 e 155 CV, con cambio manuale a 6 rapporti oppure automatico EAT8, di serie sulle versioni più potenti.

Interni 2.0

Anche se ripreso totalmente dalla sorella utilitaria, l’abitacolo i-cockpit della Peugeot 2008 stupisce per il suo aspetto futuristico e personale. La plancia è avvolgente e rifinita con materiali di qualità, con uno schermo formato cinema da 10 pollici del sistema multimediale (quello base è da 7”) e i tasti “a pianoforte” che richiamano le funzioni più importanti.

Il cruscotto 3D però è il piatto forte:

allo schermo digitale con grafica personalizzabile si sovrappone un vetro su cui vengono proiettate delle immagini, così da creare degli ologrammi. Il risultato è “figo”, fresco, con quel tocco high-tech che si sposa alla perfezione con il design degli interni.

Anche l’illuminazione è curata, e se non fosse per qualche assemblaggio un po’ sfasato (soprattutto dove si incontrano plancia e portiera) sembrerebbe un’auto premium in tutto per tutto.
Insomma, nonostante il volante mignon non sia mai all’altezza giusta (impedisce la visuale della strumentazione ed è sempre troppo in basso), devo ammettere che la 2008 vanta uno degli interni migliori di questo segmento.

Su strada con la diesel

Le strade collinari francesi mettono subito in luce l’assetto piatto ma morbido dell’auto. L’origine 208 e il suo telaio CMP si percepiscono chiaramente, con i limiti di un baricentro più altro e qualche kg extra. Ma il punto d’incontro tra piacere di guida e comfort ha raggiunto livelli molto alti.

Il quattro cilindri diesel 1.5 BlueHDi da 100 CV poi è vivace: elastico fin dai bassi regimi e con poco ritardo nella risposta, anche se un po’ asmatico agli alti, dove tra l’altro fa sentire parecchio la sua voce metallica.

La sua dote migliore è la coppia, corposa e in grado di far prendere velocità alla 2008 senza sforzo anche nelle marce alte.

Il cambio EAT8 poi è più dolce e vellutato dei cambi a doppia frizione, e forse di poco più lento.

Rende la guida più morbida e confortevole, che è quello che serve su una SUV da città. Quasi dimenticavo: la trazione integrale non è prevista.
I consumi dichiarati per la 2008 BlueHDi da 100 CV sono di 4,6 l/100 km (circa 21 km/l), ma anche una media più “umana” di 19 km/l sarebbe un ottimo risultato.

Prezzi e allestimenti

Il prezzo della nuova Peugeot 2008 parte da 23.050 euro per la versione diesel da 100 CV, che diventano 24.350 euro per la PureTech da 130 Cv, e 38.000 euro per la e-2008 elettrica.
Peugeot prevede - e incentiva - modalità di pagamento alternative, promuovendo il concetto di “auto da guidare, non da comprare”.

Con il finanziamento iMove, ad esempio, la Peugeot 2008 Allure viene 199 euro al mese (nella versioni PureTech 100, 130 e BlueHDi 100), con anticipo di 4.100 euro e durata 36 mesi.

Con il noleggio a lungo termine Free2Move l’anticipo è sempre di 4.100 euro, ma le rate cambiano a seconda della motorizzazione. Peugeot però ha calcolato che l’elettrica e le due 130 Cv (benzina e diesel), nella somma totale dei costi, vengono circa 429 euro al mese. In questa cifra sono incluse anche manutenzione ordinaria e straordinaria, bollo e assicurazione.

Autore: Francesco Neri
Fiat Tipo Cross