Nuova Citroën C3 Aircross 2021: la prova della PureTech da 130 Cv

28-Giu-2021  
  • Nuova citroen aircross 2021 kakhi grey 7
  • Nuova citroen aircross 2021 kakhi grey interni
  • Nuova citroen aircross 2021 kakhi grey 3
  • Nuova citroen aircross 2021 kakhi grey 4
  • Nuova citroen aircross 2021 kakhi grey 2
  • Nuova citroen aircross 2021 kakhi grey 5
  • Nuova citroen aircross 2021 kakhi grey 6

Se c’è una piccola SUV con carattere da vendere, quella senza dubbio è la Citroën C3 Aircross. La B SUV della Casa francese è vivace, colorata, fresca, anche a 4 anni dal lancio sul mercato. Per festeggiare le quattro candeline si è rifatta il look e ha rimpolpato la sua offerta di colori e personalizzazioni, senza tralasciare i contenuti più “concreti”.

La nuova C3 Aircross

La Citroën C3 Aircross 2021 si riconosce subito: la griglia frontale è enorme e scavata, con una trama quasi sportiva e dei gruppi ottici sottili e che si uniscono al logo Citroën. Anche il posteriore è cambiato, sebbene ci voglia un occhio più fino per riconoscerlo. Le misure non cambiano di un cm: l’auto è compatta (4,16 metri di lunghezza), ma all’interno è una delle più spaziose del suo segmento. Non solo ha una seduta davvero “suvvizzata” e alta, ma offre anche tanto spazio per testa (l’altezza del padiglione è da top del segmento) e un generoso bagagliaio che va dai 410-520 litri grazie al divano posteriore scorrevole: una soluzione permette, volendo, anche di far guadagnare spazio a passeggeri posteriori (si arriva a 13 cm per le gambe).

La versione 2021 monta anche i nuovi sedili Advance Comfort, che, come da tradizione Citroën, offrono una seduta quasi da poltrona, studiata apposta per riposare durante i viaggi o nel traffico quotidiano.

I sedili non sono molto contenitivi, ma sono davvero morbidi: all’interno hanno una schiuma 15 mm ad alta densità inserita nella parte strutturale, uno strato che si rivela davvero gentile con la vostra colonna vertebrale.

Gli interni rimangono pressoché invariati: un mix di plastiche dure e materiali più morbidi - come la tela colorata sulla plancia - miscelati in un design originale e convincente. Tra le novità troviamo  il sistema multimediale con schermo touch 9” (con Connect Nav, Apple Carplay e Android Auto), l’head-up display a colori, e il sistema Grip Control con 5 modalità di guida che consentono, nonostante le sole due ruoti motrici, di m la trazione sui diversi fondi tramite l’ausilio dell’elettronica.

A chiuder il cerchio troviamo infine  3 nuove tinte per la carrozzeria : Polar white, Voltaic Blue e Khaki Grey; nuovi cerchi in lega e nuove decorazioni per la terza luce.

La PureTech da 130 Cv

La Citroën C3 Aircross è disponibile solo con i motori diesel BlueHdi da 110 e 120 Cv e benzina PureTech da 110 o 130 Cv. Abbiamo provato quest’ultima, che monta di serie il cambio automatico EAT6. Il 1.2 turbo tre cilindri da 131 Cv è brillante, allunga, e gode di una coppia generosa (230 Nm a 1.750 giri). Vibra un po’, come ogni tre cilindri, ma in parte viene addolcito dalla trasmissione automatica che filtra e ammorbidisce il motore. Lo sterzo è preciso e leggero, il che rende l’auto davvero piacevole nel traffico (ha anche un ottimo raggio di sterzata). Ci è piaciuta anche la seduta alta, che offre una buona visibilità, mentre l’assetto piuttosto morbido lascia parecchio spazio a rollio e beccheggio.

Insomma il comfort è senza dubbio il suo punto forte, insieme alla vivacità del tre cilindri, che secondo i dati della Casa, è anche poco assetato.

Nel misto il consumo medio dovrebbe fermarsi a 5 l/100 km, che diventano 4,5 in extraurbano e 5,9 nel percorso urbano.

GAMMA e prezzi

Gli allestimenti disponibili per la nuova Citroën C3 Aircross sono: Live, Feel, Shine, Shine pack e C-Series. I prezzi partono da 19.800 euro per la versione PureTech 110 Cv, che diventano 26.550 per la PureTech 130 Cv Shine Pack della nostra prova e 27.550 per la diesel 120 Cv con stesso allestimento.

Autore: Francesco Neri
Opel Mokka-e